Cosa ci vorrebbe per scegliere di farmi da genitore?

di Cam Lee Piccolo, adottato dalla Corea del Sud negli Stati Uniti, terapista presso TerapiaRiscattato.

Non tutti i bambini possono fare questa domanda prima di diventare adottati. E non tutte le future mamme hanno la possibilità di rispondere.

So che ci sono così tanti tipi di circostanze rappresentate nella nostra comunità, anche mentre stai leggendo questo e mentre contribuisci a questa comunità di adozione molto speciale a cui apparteniamo.

Questa domanda è sorta per me mentre mi chiedevo di mia madre di recente, ed è stata portata ulteriormente in superficie mentre guardavo alcuni clip da Il bambino del karate.

Gli adottanti sperimentano una perdita di scelta e di voce quando si tratta di una tale decisione, di fare da genitore al bambino o di rinunciare all'adozione... e TROPPI adottanti respingono i sentimenti dei loro figli a riguardo. Troppi.

Permettere. Figli. addolorarsi.

Non dire agli adottati che stanno facendo un grosso problema con una cosa così piccola. Chiedi perché le agenzie di adozione e i mediatori di potere all'interno di quelle istituzioni hanno fatto una tale fortuna interrompendo queste sacre relazioni.

Per favore lasciaci addolorarlo. E permettici di chiederci: "E se?" Anche se la risposta è irrisolvibile, quel qualcuno è qui per ascoltarla con noi, per riconoscerne il peso.

Perché di certo non dovevamo portarlo da soli. Possa il nostro messaggio reciproco essere: "Non devi".

#adoption #adoptionstory #adoptionjourney #adoptivefamily #trauma #traumarecovery #traumainformed #traumatherapy #transracialadoption #transracial #koreanadoptee #koreanadoptees #internationaladoption #adoptionblog #identity #resilience #adopteevoices #adopteerights #therapeutic #counselingpsychology #mentalhealthawareness #adoptionawareness #therapyredeemed

lascia un commento cancella risposta

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%