Processo di adozione riveduto in Corea

di Jayme Hansen, Direttore Esecutivo di ICAV, Rappresentante ICAV USA, adottato dalla Corea negli USA.

A metà giugno di quest'anno, il Ministero coreano della salute e del benessere (MOHW) ha annunciato di aver rivisto il processo di adozione, forse accelerato dalla protesta pubblica per gli abusi e la morte del bambino Jeong-In per mano del suo genitore adottivo, ma credo più di un tentativo di rispettare Convenzione dell'Aia linee guida.

Plaudo agli sforzi della Corea del Sud per rivedere i propri processi di adozione

Credo che questo sia un piccolo passo nella giusta direzione. Le agenzie di adozione non dovrebbero essere le uniche responsabili del processo di abbandono del bambino o della consulenza delle madri naturali. Storicamente, numerose agenzie di adozione in tutto il mondo hanno utilizzato pratiche non etiche e hanno fatto pressioni sulle madri single vulnerabili affinché abbandonassero i propri figli. Un articolo dell'Huffington Post intitolato "Adozione criminalità e corruzione” ha esposto alcune delle pratiche abusive da parte delle agenzie di adozione, affermando:

Un altro grosso problema che la Convenzione dell'Aia sulle adozioni internazionali non affronta è la “tassa di ricerca” pagata dagli orfanotrofi stranieri. Queste tasse sono sufficienti per incentivare i criminali a rapire i bambini e ad affermare che sono stati trovati abbandonati. Spesso, i bambini che finiscono adottati attraverso le agenzie statunitensi vengono passati attraverso più mani in un processo noto come "riciclaggio di bambini“ rendendo impossibile anche alla più rispettabile agenzia di adozione americana di garantire le origini del bambino coinvolto in qualsiasi adozione internazionale. Il confine tra adozioni legali, etiche e attività criminali è sfocato nella migliore delle ipotesi.” 

Quest'ultima azione del governo coreano non ha avuto origine da Il caso di Jeon-In da sola, ma la sua vita e la sua morte hanno svolto un ruolo pubblico importante nell'evidenziare le pratiche illegali e abusive da parte delle agenzie di adozione che facilitano l'adozione e continuano a non subire conseguenze. Il rischio è sempre ridotto se ci liberiamo degli intermediari (agenzie di adozione) che hanno un interesse acquisito nei profitti o nella loro agenda per promuovere l'adozione prima di qualsiasi altra alternativa e non hanno nessuno che supervisiona le loro pratiche e procedure. È ora che la Corea si assuma maggiori responsabilità per i propri figli e tenti di implementare un modello di adozione rivisto che sembra essere in linea con le linee guida della Convenzione dell'Aia. Ci sono altri paesi come l'Australia che hanno implementato con successo un modello di adozione completamente centralizzato per molti anni e nonostante il prime discussioni sui rischi delle autorità centrali (governi) nell'assolvimento delle proprie responsabilità agli organismi accreditati (cfr. paragrafi 242-243), da allora non sono rimaste ricerche che discutono i pro ei contro di un modello di adozione da parte dei governi centralizzato rispetto a quello in outsourcing.

Naturalmente, come a tutti i cambiamenti, c'è sempre chi si oppone, soprattutto quando le tasche delle grandi organizzazioni (agenzie di adozione) rischiano di perdere il loro flusso di reddito! Sfido l'opposizione e faccio notare che non è economicamente saggio che la Corea continui nel commercio all'ingrosso dei suoi figli quando hanno la tasso di fertilità più basso del mondo con 0,84 nascite per ogni donna in Corea del Sud. Inoltre, questa è una questione coreana e le persone devono tenere a mente che la Corea non è stata istituita come democrazia fino al 1948. Il paese è stato letteralmente fatto a pezzi e distrutto durante i 35 anni di occupazione giapponese e la distruzione durante la guerra di Corea nel primi anni '50. Rispetto alla più lunga democrazia americana, i coreani stanno rapidamente stabilendo il proprio metodo di autogoverno, programmi sociali e crescita economica a un ritmo record.

Alcuni hanno espresso preoccupazione per il fatto che le madri vulnerabili non vorranno cercare l'aiuto del governo nei loro tempi di crisi. Penso che se il personale del governo si concentra sul miglior interesse della propria gente, è una buona cosa e presuppone un paese, classificato come il 10ns più grande economia del mondo (nel 2020) ha le capacità per risolvere i propri problemi. Inoltre, la Corea del Sud ha un numero sempre crescente di professionisti certificati lavoratori sociali che hanno aiutato la loro nazione attraverso numerose crisi nel corso degli anni aiutando i suoi cittadini attraverso un aumento dei suicidi adolescenziali, gli effetti del COVID-19 e numerosi altri impatti e problemi sociali.

Inoltre, non credo che questi cambiamenti comporteranno l'abbandono di più bambini nelle scatole per bambini, come affermano alcuni critici. In primo luogo, non ci sono prove che i bambini morissero in gran numero prima che fosse istituito il baby box. Inoltre, non vi è alcuna indicazione che questo cambiamento di politica comporterebbe un numero maggiore di questi problemi. Ho visitato e registrato migliaia di ore di volontariato in quasi una mezza dozzina di orfanotrofi in tutta la Corea del Sud e il governo ha reso relativamente facile per i genitori abbandonare i propri figli se non sono in grado di prendersi cura di loro. Ho incontrato numerose madri che sono venute a visitare i loro bambini negli orfanotrofi e li hanno collocati lì in modo che lo stato potesse nutrire e prendersi cura del bambino quando il genitore non era in grado. Metto in dubbio chiunque possa sostenere un programma come il baby box che permette alle donne di abbandonare i propri figli. Tali azioni nella maggior parte dei paesi sviluppati porterebbero ad arresti. Il problema con le cosiddette soluzioni come le scatole per bambini, dove i bambini vengono letteralmente lasciati come posta, è che consente alle persone di aggirare la responsabilità e di sottrarsi ai programmi stabiliti dal governo. Le scatole per bambini incoraggiano anche una violazione dei diritti umani fondamentali affinché il bambino abbia il suo identità documentata e protetto. 

Inoltre, non sminuiamo il problema di abuso di minori da parte di genitori adottivi. La piccola Jeon-Ing non è stata la prima o l'ultima figlia a morire per mano dei suoi genitori adottivi. La gravità del rischio per i bambini adottati non dovrebbe mai essere sottovalutata. Un articolo scritto da Richard Wexler evidenzia la sottosegnalazione di casi di abusi sui minori nel suo articolo “Abuso nell'affido: ricerca contro i fatti alternativi del sistema di assistenza all'infanzia“. La ricerca di Wexler è stata trovata sotto la segnalazione di abusi e negligenza in numerosi stati degli Stati Uniti. Uno studio dell'Oregon e dello stato di Washington ha rilevato che un terzo di tutti i bambini in affidamento sono stati abusati. Uno studio ad Atlanta ha rilevato che 34% dei bambini hanno subito abusi il cui obiettivo era assisterli nell'adozione. Il signor Wexler ha riassunto le sue scoperte affermando "in un sondaggio che risale a decenni fa, dal 25 percento fino al 40 percento dei bambini in affido riferisce di essere stato abusato o trascurato nelle cure”. La linea di fondo è che relativamente pochi bambini vengono adottati in Corea del Sud dai propri cittadini. In effetti, solo 260 bambini sono stati adottati all'interno del paese nel 2020. Se si confronta il numero di casi di abuso con il numero di bambini effettivamente adottati in Corea, le percentuali di abusi aumentano drasticamente. Un articolo scritto nel 2021 da Grace Moon afferma che “13.35% dei bambini adottati sono stati vittime di abusi, il doppio di quelli cresciuti dalle loro famiglie biologiche.” 

Per i critici che usano un linguaggio infiammatorio etichettando i cambiamenti come i segni di un "Sistema Socialista" - questo è un tentativo di alimentare seguaci conservatori senza riconoscere l'ipocrisia di tale appello. Anche i paesi più sviluppati, compresi gli Stati Uniti, hanno programmi finanziati dallo stato che sovrintendono alla protezione dei bambini. Negli Stati Uniti abbiamo un'agenzia governativa in ogni stato elencata sotto numerosi nomi come Child Protected Services (CPS), Department of Children and Family Services (DCFS) o Department of Social Services (DSS). Mi chiedo se dovremmo etichettare anche i nostri programmi americani nel benessere e nella protezione dei bambini come "socialisti"?

La Corea non è la sola a tentare la riforma nell'adozione. Numerosi altri paesi stanno riformando le leggi sull'adozione perché riconoscono che i bambini non vengono tenuti al sicuro e che l'attuale sistema di adozione plenaria ha molti difetti. Questo grazie anche al ruolo svolto dagli adulti adottati che hanno lavorato instancabilmente per difendere i nostri diritti e bisogni. Un numero crescente di paesi come Romania, Russia, Guatemala, Etiopia e Corea del Sud ha vietato o posto leggi che rendono quasi impossibile l'adozione a livello internazionale. Questi cambiamenti sono dovuti in gran parte alle pratiche senza scrupoli delle agenzie di adozione guidate dal profitto. Uno dei numerosi esempi è stato evidenziato dall'agenzia pro-adozione Associazione Famiglie Adottive di BC. Il articolo ha riassunto la questione affermando: “le terribili condizioni negli orfanotrofi rumeni dopo il rovesciamento del governo di Ceaucescu nel 1989, hanno spinto i genitori di molti paesi ad adottare migliaia di bambini abbandonati; ha anche generato una redditizia industria di adozione all'interno del paese. Con poche infrastrutture, il sistema era vulnerabile a pratiche non etiche”.

Le mie raccomandazioni al governo coreano di rivedere l'adozione

La mia prima raccomandazione sarebbe che il governo coreano cambi la sua legge sulla cittadinanza. A differenza degli Stati Uniti e della maggior parte dei paesi, la cittadinanza coreana non è determinata dall'essere nati all'interno del territorio coreano. La cittadinanza invece, viene conferita da jus sanguinis o attraverso il “diritto di stirpe” di un individuo. Questa legge significa che "I figli di donne cittadine coreane, che avevano un padre non coreano o nessun padre coreano noto (nessun uomo coreano ha rivendicato la paternità), non erano cittadini coreani, anche se nati in Corea.” L'esito di questa legge ha avuto affetti perversi: "pertanto, molte madri single hanno scelto di "abbandonare" il loro bambino "senza padre" in modo che il bambino avesse i diritti e l'accesso ai servizi, all'istruzione e al lavoro come cittadino coreano, piuttosto che registrare ufficialmente il loro bambino come non avere un coreano padre e quindi essere un non cittadino senza tali diritti.” 

Un altro problema è che il governo coreano fornisce quasi 10 volte il finanziamento per gli orfanotrofi rispetto a quello previsto per le madri single con bambini. Il governo dovrebbe stabilire riforme del benessere dei bambini in modo che le madri single abbiano le risorse per crescere i propri figli e abbiano l'opportunità di prosperare e diventare un membro positivo e attivo della società coreana. Attualmente l'unica opzione è che il bambino venga adottato o istituzionalizzato a vita. Non proprio una scelta! Conosciamo tutti il ricercato esiti dell'istituzionalizzazione, ad esempio ritardo nello sviluppo cognitivo ed emotivo del bambino, maggiore esposizione alla violenza e maggiore suscettibilità ai problemi di salute mentale.

Infine, raccomando che la Corea del Sud stabilisca politiche e leggi più forti per mantenimento dei figli per le madri single. Ciò include l'applicazione per ritenere i padri responsabili e garantire che siano responsabili per i figli che hanno generato. Il araldo coreano ha evidenziato questo problema affermando, “Nel 2012 l'83% di tutti i genitori single in Corea del Sud non ha mai ricevuto pagamenti per il mantenimento dei figli da genitori non affidatari. Solo il 4,6% di loro ha intentato causa. Anche tra coloro che hanno vinto le loro cause, il 77,34% ha dichiarato di non aver mai ricevuto denaro, nonostante gli ordini del tribunale”. 

Sono ottimista per un'era migliore in cui la Corea del Sud si ritenga più responsabile del benessere a lungo termine dei suoi figli piuttosto che esportarli in massa in altri paesi. Riprendersi la responsabilità attraverso la revisione dei processi di adozione è un ottimo punto di partenza!

Clic qui se vuoi leggere gli altri blog di Jayme all'ICAV.

Come mai?

Sono un cane, un gatto o un pesce che puoi restituire in un negozio di animali? 
Le tue azioni riflettono che sono meno di un animale
Dai colpi di affetto e commenti positivi ai tuoi animali domestici 
Poiché ricevo un castigo costante per le infrazioni che ho commesso
Sei sinceramente preoccupato quando il tuo animale domestico è malato o smarrito
Non sai niente di me e rimani all'oscuro dei problemi che affronto da solo
sono insignificante
non sono nessuno
Perché mi hai adottato?

Altre famiglie hanno l'abitudine di chiamarsi regolarmente
Ma non siamo come le altre famiglie, non ricevo chiamate da voi
La maggior parte delle famiglie si fa visita durante le vacanze
A meno che non vengo da te, non ricevo visite
La maggior parte delle famiglie conosce capitoli l'una dell'altra mentre interagiscono
Conosci a malapena un paragrafo della mia vita
Sono invisibile per te
non m'importa
Perché mi hai adottato?

Rimani vile, orgoglioso e restio ad aggrapparti ai rami d'ulivo che ho allungato
Con questo atteggiamento, come potrei sottomettervi i miei figli?
Sostieni che le mie verità sono semplici esagerazioni, bugie o storie inventate
Come possiamo parlare quando tutte le mie parole sono offensive per te?
Ho riflettuto su questa domanda così tante volte
Hai detto che mi sono meritato le cose orribili che mi hai fatto
sono una delusione
non sono degno
Perché mi hai adottato?

Non c'è risposta a questa domanda
Non sei abbastanza onesto da dirmi perché
Quando esamini la risposta, non ti piaci ancora di più
Quando ti trovi di fronte ai fatti, stringi la presa sulla negazione
Preferiresti portare con te le ragioni nella tomba
Che essere onesti con tuo figlio
non mi merito
io sono sotto di te
Perché mi hai adottato?

Di Jayme Hansen

Trigger del trauma

Perché alcuni adottati devono stare sulla difensiva, criticarsi eccessivamente, umiliarsi a vicenda e presentarsi come aggressori?

Capisco e rispetto che tutti noi abbiamo opinioni, pensieri e informazioni diverse su un argomento molto complesso. Abbiamo tutti storie e idee uniche da condividere. Penso che le persone lo facciano perché il loro trauma viene innescato. Sentono di aver bisogno di uno sfogo e non capiscono perché - si scagliano in un assalto di parole errate, scritte male e piene di odio, ma non fa nulla per convincere le persone alla loro discussione e sicuramente non ne dà una qualsiasi credibilità.

Quando ero un bambino, mi è stato detto che avrei pianto e urlato quando mi fossi sentito frustrato. Penso di essere stato io a trovare sollievo dalle frustrazioni in sospeso che ho affrontato da bambino. Essendo adottato all'estero, ho dovuto imparare una nuova lingua, sono stato costretto a mangiare cibi che non mi piacevano, non avevo familiarità con la mia cultura adottiva e, peggio di tutto, sono stato accoppiato con adottanti impazienti che erano severi e indifferenti alla mia situazione . Mio "padre" una volta mi ha fracassato la faccia in un mucchio di purè di patate quando non riuscivo a ricordare il nome del sugo. Mi è stato detto che i bambini devono essere visti e non ascoltati. La loro vita ultraconservatrice non mi avrebbe permesso di agire in alcun modo. Penso che molti di noi affrontino fattori scatenanti del trauma del nostro passato, inconsapevolmente. Urliamo quando pensiamo di essere emarginati. Malediciamo quando ci sentiamo insicuri.

Sono regolarmente attaccato per essere schietto. Oggi sono stato attaccato da due individui diversi. Uno era un uomo molto disturbato che ha lanciato una raffica di imprecazioni contro di me e altre persone. Inizialmente ha posato come un individuo calmo e amorevole, ma ha immediatamente mostrato i suoi veri colori: un individuo molto aggressivo e umiliante. Inizialmente ha attirato le persone con il suo aspetto e il suo fascino, ma il costante sminuire presto ha inasprito la relazione. L'individuo successivo era una donna, minacciata dal mondo accademico o da chiunque si dichiarasse semi-intelligente. Questa donna sa sempre meglio, deve dimostrare di essere colta, vuole dimostrare di avere l'appendice più grande (cervello). Se uno vuole condividere le informazioni con gli altri, lo si può fare senza fare a pezzi l'altro. Avrebbe potuto fare domande chiarificatrici o informarsi sui miei pensieri o cercare maggiori informazioni per capire la mia direzione. Niente di tutto questo è stato fatto.

Il forum che voglio promuovere è uno con la nozione: "condividiamo e impariamo".

Oggi ho avuto una meravigliosa conversazione con un'amica su ciò che è successo e ho imparato molto da lei. Mi ha detto, "Non puoi aggiustare un trauma, nella mia esperienza, devi trovare modi sani per farcela". La mia mente è stata spazzata via! So che è vero, ma al momento dimentico di vedere la correlazione. Il mio primo istinto è stato quello di scrivere di questi due individui e trovare il modo di separarli. Vedo molto questa "reazione" nei forum degli adottati. Anche il mio amico ha detto: "Un'altra cosa da considerare è come le persone si comportano quando sono sopraffatte. È qualcosa a cui penso quando considero la compatibilità".

Penso che questa sia un'idea meravigliosa e un requisito. Dobbiamo trovare partner che possano vedere oltre le nostre esplosioni e aiutarci a scendere dal cornicione. Ho trovato le sue parole sagge e qualcosa che non avevo considerato prima. Se trovassimo modi più salutari per affrontare i nostri fattori scatenanti, molti di questi combattimenti potrebbero essere prevenuti. Li abbiamo tutti e alcuni lo indossano sulle maniche e altri lo seppelliscono nel profondo. Può accumularsi ed essere rilasciato su estranei o colleghi che potrebbero non avere familiarità con ciò che sta accadendo nelle nostre vite.

Allora, cosa ti fa scattare? Come affronti? Hai assistito a traumi innescati di recente?

 

Eccezioni alla regola

Ogni bambino dovrebbe fare un'eccezione a una regola?

Un post di un adottante sulla mia pagina Facebook mi ha fatto pensare a un problema.

C'è un'eccezione alla regola in cui dovrebbero essere consentite le adozioni internazionali?

La donna ha affermato che “Tutti e 13 i miei figli dalla Cina hanno bisogni speciali. Alcuni piuttosto gravi. Una cosa è certa... nessuno nel paese si è fatto avanti per adottarli.”

Ho pensato a questo problema per molto tempo e ho creduto che dovessero esserci disposizioni speciali e ne ho ricavato un elenco:

  • Orfani che sono in pericolo imminente e hanno un'alta probabilità di morire, come un disastro naturale o un conflitto (esempi, Haiti e l'operazione Babylift in Vietnam)
  • Bambini che vengono scartati dalla società e hanno scarse possibilità di sopravvivenza (esempi: bambini HAPA - questa è una parola nativa hawaiana che letteralmente si traduce con "parte" o "mix". Alle Hawaii, la parola si riferisce a un patrimonio etnico misto come metà bianchi e coreani. In Corea, questi bambini sono ridicolizzati, tormentati e rifiutati dalla società).
  • Bambini con disabilità. Come descritto dall'adottante, è improbabile che questi bambini ricevano assistenza sanitaria e tali bambini sono normalmente evitati dalla società. A volte questi bambini ricevevano un trattamento barbaro per essere stati picchiati, affamati e rifiutati di ricevere cure mediche.

In superficie, sembra un'ottima idea, ma dopo molte considerazioni, ho scoperto che questa logica ha alcune carenze. Ho ascoltato un podcast chiamato Freaconomics (link nell'elenco delle risorse sotto) sul tema della donazione di organi. Qui puoi vedere qualcosa di prezioso che viene dato gratuitamente a un destinatario. Non è consentito scambiare denaro tra le parti per prevenire mercati corruttivi e abusi. Sicuramente, un bambino è prezioso quanto, o più, delle migliaia di organi che vengono trapiantati ogni anno in America. L'episodio di Freaconomics intitolato "Fammi un abbinamento" ha affermato questa proposta economica in modo eloquente dicendo:

“Si verificano mercati di corrispondenza in cui denaro e prezzi non fanno tutto il lavoro. E alcuni dei mercati che ho studiato, non lasciamo che i prezzi facciano il lavoro. Mi piace pensare ai mercati abbinati come mercati in cui non puoi semplicemente scegliere ciò che vuoi anche se te lo puoi permettere, devi anche essere scelto. Quindi i mercati del lavoro sono così; entrare all'università è così. Quelle cose costano soldi, ma i soldi non decidono chi entra a Stanford. Stanford non aumenta le tasse scolastiche finché l'offerta non eguaglia la domanda e un numero sufficiente di matricole vuole venire a occupare i posti”.

Qui vediamo un metodo collaudato per scambiare qualcosa di grande valore per niente. Credo che il sistema potrebbe essere implementato per mettere i bambini in case amorevoli senza corruzione. Tuttavia, adottanti, orfanotrofi e agenzie di terze parti si concentrano principalmente sugli aspetti emotivi del collocamento invece di affrontare i problemi reali della corruzione. Se i governi potessero implementare un sistema in cui il denaro non sarebbe scambiato per collocare i bambini, sarei favorevole a sostenere immediatamente tali collocamenti. Perché qualcuno non dovrebbe supportare un tale sistema? Penso che uno dei problemi più grandi siano gli adottanti stessi!

Il problema che vedo è che non tutti gli adottanti hanno ragioni altruistiche per adottare. Pochi adottanti lo ammetteranno mai. Gli adottanti hanno preferenze nei bambini che vogliono adottare e di solito preferiscono i bambini dalla pelle più chiara (in media) rispetto ai bambini dalla pelle scura. Se gli individui fossero puramente altruisti, allora la razza di un bambino non avrebbe importanza e non ci sarebbe elasticità del prezzo basata sulla razza. Tuttavia, vediamo prezzi più alti per i bambini più desiderabili. David Smolin nel suo articolo “Adozione internazionale: salvare gli orfani o il traffico di bambini” lo ha chiaramente evidenziato affermando:

“La percezione che i bambini vengano implicitamente acquistati e venduti all'interno del sistema di adozione nazionale è favorita dalla pratica comune delle agenzie private che addebitano somme molto diverse in base alla razza del bambino. Quindi, potrebbe costare trentamila dollari adottare un bambino bianco, ma solo diecimila dollari adottare un bambino afroamericano”.

La pratica attuale può salvare alcuni bambini e nessuno può negarlo. Tuttavia, d'altro canto, siamo tutti d'accordo sul fatto che un gran numero di adottati viene ferito durante il processo. Il sito online chiamato http://poundpuplegacy.org/ ha catalogato oltre 638 casi di abuso, stupro e morte di adottati. Questa è solo una mera frazione dell'abuso che si verifica agli adottati ed è il denaro che guida il lato della domanda della curva e, in definitiva, l'abuso. Questo redditizio modello di business, per la maggior parte, continua a separare le famiglie e provoca sofferenza e perdita per il bambino che viene adottato. L'adottato positivo e diversi adottanti soffocano le voci esplicite delle adozioni non proprio perfette. Vogliono sottolineare che le adozioni positive sono possibili e ignorano in gran parte le questioni affrontate dall'opposizione. Non riescono ad affrontare il fatto che la stragrande maggioranza dei bambini da adottare non sono bambini provenienti da paesi dilaniati dalla guerra, veri orfani o disabili. La principale causa di allontanamento dei bambini dalle famiglie tramite l'adozione internazionale è la povertà.

Il lato favorevole all'adozione non riesce ad affrontare queste esternalità negative. Non esplorano mai ciò che è meglio per l'intero gruppo di coorte. Nel mondo medico, questa idea è vista attraverso l'uso del "triage". Questo termine descrive come i professionisti medici devono comportarsi in situazioni in cui sono sopraffatti da un gran numero di vittime. Ai fornitori viene insegnato a ordinare i pazienti per fare il massimo bene per il maggior numero. Anche noi dovremmo guardare all'adozione nella stessa lente. Non solo attraverso la lente degli adottati, ma spesso il secondo punto nella triade dell'adozione: le famiglie originarie. Anche loro sono spesso sofferenti e trascurati nell'equazione. David Smolin ha dichiarato questa corruzione contro le famiglie originali come:

“Le regole internazionali apparentemente consentono di offrire aiuto solo a quei genitori naturali che abbandonano i loro figli, piuttosto che richiedere che l'aiuto ai genitori naturali sia incondizionato. Pertanto, le regole internazionali consentono modelli di aiuto che creano incentivi alla rinuncia”.

In conclusione, salvare i pochi emarginati, trascurati e dimenticati non fa nulla per la stragrande maggioranza che viene lasciata indietro. Il sistema continua a corrompere e non fa nulla per spingere i paesi a cambiare. Il vero cambiamento viene da forze esterne che richiedono un cambiamento di questi paesi che stanno violando i diritti del bambino consentendo l'adozione. So che molte persone non sono d'accordo con me, ma per fare cambiamenti duraturi non possiamo fare le stesse cose del passato per aspettarci un risultato diverso.

risorse

Adozione internazionale: salvare i bambini o trattarli?

Fammi un match Episodio 209

Eredità del cucciolo di libbra

 

 

Adozioni sudcoreane: un'analisi economica

La madre delle bugie

Diversi confronti hanno esaminato il clima sociale e i fattori economici per comprendere le motivazioni per cui il governo sudcoreano continua a esportare i suoi bambini attraverso l'adozione internazionale. Alcuni sostengono che sia dovuto alle condizioni di povertà dopo la guerra di Corea, ma trovo che questo sia fuorviante. L'America ha una lunga tradizione di lanciare un grido di battaglia dopo un grande disastro come il crollo di un'economia, la carestia o la guerra. L'adozione internazionale moderna è iniziata dalla Corea del Sud ed è rimasta popolare nel tempo. Altre nazioni sono diventate popolari paesi di invio negli ultimi anni, ad esempio la Cina. Tuttavia, la Corea del Sud regna ancora come quella con il maggior numero di bambini mandati via in un paese straniero tramite adozione internazionale.

Guerra di Corea il grido di battaglia ma non un contributore importante

Il grafico sopra mostra il numero di adozioni avvenute per anno. Il grido di battaglia per le adozioni sudcoreane potrebbe essere iniziato all'indomani della guerra di Corea e per 17 anni i bambini sono entrati in America. Il divario tra la guerra di Corea e l'inizio della prima ondata di adozioni coreane avvenuta negli anni '70 era quasi di un'intera generazione dopo la guerra di Corea. Pertanto, deve esserci un altro driver che ha motivato la Corea del Sud a esportare i suoi figli.

Se la tutela dei bambini dopo la guerra è stata un fattore importante per aiutare i bambini sudcoreani, allora ci si aspetterebbe di vedere aumentare il numero delle adozioni dopo la guerra. Tuttavia, l'aumento delle adozioni non si verificò fino a sedici o diciotto anni dopo la fine della guerra. Un argomento spesso usato ha a che fare con l'economia povera. Tuttavia, i due periodi di punta con il maggior numero di bambini venduti tramite l'adozione internazionale si sono verificati durante il più grande boom economico per la Corea. Pertanto, devono esistere altre ragioni che hanno motivato la Corea del Sud a vendere il suo bene più prezioso, i suoi figli.  

Questo saggio indagherà in profondità la motivazione sottostante al motivo per cui la Corea del Sud ha inviato così tanti bambini tramite l'adozione internazionale. Prenderò spunto sia dal mio background finanziario professionale sia come persona che ha vissuto questa esperienza di esportazione.

Tendenza o preferenza dell'adozione americana?

La maggior parte dei bambini adottati in America proveniva dall'Asia, dalla Russia e dai paesi dell'ex controllo sovietico. La selezione preferenziale basata sulla razza è stata citata più volte come la ragione principale di questa disparità tra la comunità caucasica che adotta la maggior parte dei bambini in America. L'articolo Scoraggiare le preferenze razziali nell'adozione di Solangel Maldonado ha riassunto bene questo contesto:

“Tracciando la storia dell'adozione transrazziale negli Stati Uniti, questo articolo sostiene che uno dei motivi per cui gli americani vanno all'estero per adottare è la razza. La gerarchia razziale nel mercato delle adozioni pone i bambini bianchi in cima, i bambini afroamericani in fondo e i bambini di altre razze nel mezzo, rendendo così i bambini asiatici o latinoamericani più desiderabili per i genitori adottivi rispetto ai bambini afroamericani”.

Se gli americani erano davvero preoccupati per i bambini coinvolti nei conflitti, allora ci sono enormi lacune nelle tendenze delle adozioni. Si potrebbe presumere che i bambini dei massacri del Ruanda, del Darfur e di altre guerre e disastri si riflettano nelle statistiche sulle adozioni, ma l'America preferisce adottare bambini provenienti da paesi dalla pelle chiara. L'Etiopia si trova nell'Africa settentrionale e l'Etiopia ha alcune delle tonalità più chiare del colore della pelle in Africa. La cultura è stata influenzata da influenze giudaiche e mediorientali. La realtà è che gli americani hanno una preferenza, vogliono il maggior numero possibile di bambini dalla pelle chiara. 

Riferimento per Mappa del colore della pelle

Domanda e offerta di adozione internazionale

In passato, mi è stato chiesto di parlare del lato commerciale dell'adozione. Le seguenti informazioni provengono inizialmente da un'intervista che ho fatto con Kevin Vollmers per un'intervista su Terra di Gazillion Adoptees. Ho trovato un'ottima spiegazione sulla domanda e sull'offerta e su come è correlata al business, per includere l'industria dell'adozione.

“L'offerta e la domanda sono forse uno dei concetti più fondamentali dell'economia ed è la spina dorsale di un'economia di mercato. La domanda si riferisce a quanto (quantità) di un prodotto o servizio è desiderato dagli acquirenti. La quantità domandata è la quantità di un prodotto che le persone sono disposte ad acquistare a un certo prezzo; la relazione tra prezzo e quantità domandata è detta rapporto di domanda. L'offerta rappresenta quanto il mercato può offrire. La quantità offerta si riferisce alla quantità di un certo bene che un produttore è disposto a fornire quando riceve un certo prezzo. La correlazione tra il prezzo e la quantità di un bene o servizio fornito al mercato è nota come rapporto di fornitura. Il prezzo, quindi, è un riflesso della domanda e dell'offerta.”

È stato evidenziato un focus sui fattori che influenzano il lato dell'offerta dell'equazione delle adozioni dalla Corea del Sud e mostra come le variazioni dei prezzi e l'uso dei sussidi abbiano reso l'adozione un business molto redditizio.

Lato della domanda in America per l'adozione internazionale

Alcuni individui sono molto ignoranti riguardo alla grande richiesta di bambini in America. Per la maggior parte, i futuri genitori stanno cercando di adottare bambini per consentire loro di sperimentare la genitorialità. Sono rimasta sorpresa dal numero di coppie incapaci di concepire e sebbene la tecnologia stia avanzando per aiutare il concepimento, le barriere all'uso di queste tecnologie sono a costi elevati e il costo che impone al corpo della donna rispetto ai compromessi del non concepire.

Le ultime informazioni dal Centri di controllo delle malattie (CDC) stima quanto segue:

“Circa 6% delle donne sposate di età compresa tra 15 e 44 anni in America non sono in grado di rimanere incinta dopo un anno di tentativi (infertilità). Inoltre, circa 12% delle donne di età compresa tra 15 e 44 anni in America hanno difficoltà a rimanere incinta oa portare a termine una gravidanza, indipendentemente dallo stato civile (diminuita fecondità)”.

Indagine nazionale sulla crescita familiare ha affermato che 7.5% di tutti gli uomini con esperienza sessuale ha riferito di aver ricevuto aiuto per avere un figlio in qualche momento della loro vita. Ciò equivale a 3,3-4,7 milioni di uomini in America. Degli uomini che hanno cercato aiuto, al 18.1% è stato diagnosticato un problema di infertilità maschile. Questi dati indicano che potrebbero esserci fino a 6,7-10,8 coppie che avranno problemi nel concepire figli e sono probabilmente candidate all'adozione. Questo non vuol dire che le coppie sterili siano le uniche a voler adottare. Ci sono prove che anche le famiglie senza problemi di fertilità e le famiglie con figli biologici hanno il desiderio di adottare.

In un recente sondaggio condotto dal Consiglio nazionale per l'adozione e la loro testimonianza davanti al Congresso sulla riforma del reclutamento dei genitori affidatari e adottivi; il loro sondaggio ha concluso quanto segue:

  • 25% considera seriamente di diventare un genitore affidatario/o adottare;
  • 63% credono che i leader religiosi dovrebbero fare di più per incoraggiare le persone a diventare genitori adottivi o ad adottare;
  • 76% supporta l'assunzione di più operatori del caso, anche se costa milioni di dollari.

Oltre al desiderio di allevare una famiglia da coppie sterili, l'industria delle adozioni è stata pesantemente influenzata dal movimento evangelico in America che abbraccia quasi un decennio. Durante questo periodo, le famiglie numerose e consolidate senza problemi di infertilità hanno adottato in numero elevato. Il movimento per l'adozione evangelica ha anche combattuto per fare pressione al Congresso per mantenere il credito d'imposta per l'adozione e ha vinto nel 2017 per estendere il disegno di legge per sostenere le famiglie evangeliche in crescita.

È estremamente difficile determinare quanto sia grande la domanda di adozione, è vero che non tutte le coppie sterili guarderanno all'adozione come parte del loro paniere di scelte e inoltre, ci sono grandi gruppi segmentati come gli evangelici che sono molto favorevoli all'adozione e anche questo è difficile da determinare, ma il potenziale dal lato della domanda potrebbe facilmente essere di milioni a due cifre. 

Lato della domanda in Corea del Sud

La Corea del Sud ha poca o nessuna richiesta di adozione all'interno dei propri confini. Si stima che la Corea del Sud accolga circa 4% dei propri figli indesiderati. Nonostante la vendita di 200.000 bambini, negli ultimi sei decenni ha registrato un aumento di quasi dieci volte nei loro orfanotrofi statali. Si stima che più di 2 milioni di bambini siano stati allevati dallo stato in Corea del Sud. Per la maggior parte, i coreani aderiscono ai principi confuciani e si conformano a rimanere all'interno delle proprie linee di sangue. Pertanto, il lato della domanda in Corea è quasi inesistente. Per comprendere le differenze culturali, L'economista pubblicò un articolo intitolato "Perché le adozioni sono così rare in Corea del Sud e ha dichiarato:

“Le nozioni tradizionali confuciane della famiglia di stirpe continuano a prevalere, così come gli aspetti della primogenitura. Le donne che non possono avere figli affrontano un forte stigma sociale, così come gli orfani e gli adottati, le cui possibilità di trovare un lavoro e di sposarsi sono limitate. Molte adozioni in Corea del Sud sono nascoste alla famiglia e agli amici e, in molti casi, al bambino adottato. I genitori si assicurano che il gruppo sanguigno del bambino corrisponda al proprio; alcune madri fingono addirittura la gravidanza. Tutto ciò invia il messaggio che l'adozione è vergognosa, a sua volta scoraggiandone di più. La segretezza spiega anche perché 95% dei neonati adottati in Corea del Sud hanno meno di un mese: abbastanza piccoli da essere spacciati per figli biologici. La maggioranza dei bambini adottati sono femmine per evitare difficoltà di eredità e di riti familiari ancestrali, che normalmente vengono svolti dai figli di stirpe”.

Lato dell'offerta in America per l'adozione domestica

Il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani produce ogni anno un rapporto sul numero di bambini in affidamento o bisognosi di una casa. Adoptionnetwork.com fornisce una pletora di statistiche sull'adozione per dare un'idea di quanto sia grande l'offerta in America. Il sito ha fornito i seguenti esempi:

  • 428.000 bambini sono in affidamento negli Stati Uniti;
  • 135.000 bambini vengono adottati negli Stati Uniti ogni anno;
  • Nel 2015, oltre 670.000 bambini hanno trascorso del tempo nel sistema di affidamento;
  • 2% degli americani lo ha effettivamente adottato, più di 1/3 lo ha considerato;
  • Vengono adottati circa 7 milioni di americani;
  • Le spese statali e federali per i costi amministrativi dell'affido (affidamento e monitoraggio dei bambini in affidamento) sono stati pari a $4,3 miliardi 

In America le cifre mostrano che la stragrande maggioranza dei bambini non viene adottata e il sistema è fortemente sovvenzionato da fondi federali e statali che si è trasformato in un business multimiliardario. 

Lato dell'offerta in Corea del Sud per eventuali adozioni

Il numero esatto di bambini disponibili per l'adozione ogni anno in Corea del Sud è sconosciuto ed è stato gonfiato artificialmente a causa di leggi e incentivi che incoraggiano l'abbandono. La matematica non mente, si stima che 4.2% dei 51,5 milioni di coreani siano stati allevati in istituzioni statali o mandati in adozione. I veri problemi vengono sorvolati quando le emozioni vengono usate sui fatti. Il motivo principale per cui le madri sudcoreane regalano i propri figli è perché non ci sono programmi di assistenza sociale né diritti civili che supportano i genitori single in Corea del Sud. Un genitore single riceve in media 70.000 won (US$84) per figlio al mese rispetto agli 1,1 milioni di won che vengono spesi per ogni bambino in un orfanotrofio e questa disparità aiuta a spingere le madri disperate ad abbandonare i propri figli. 

Se il sostegno andasse alla madre invece che alle istituzioni, il lato dell'offerta in Corea si prosciugherebbe da un giorno all'altro.

Nonostante queste leggi perverse, il numero di bambini nei centri di assistenza che ospitano gli orfani è diminuito notevolmente. Nel 2015, il numero di bambini assistiti dallo Stato è sceso a 12.821 da 17.517 nel 2006, ovvero un calo di 26,8%. Molte organizzazioni cercano di indicare il fatto che la Corea del Sud ha spedito 200.000 bambini in altri paesi come indicatore di una grande offerta di bambini disponibili per l'adozione, ma qualcuno mostra la ricerca per questo? No, perché così facendo capiremmo che non c'è una grande offerta in Corea del Sud.

Joel LA Peterson è il pluripremiato autore nazionale del romanzo, I sogni di mia madre e ha dichiarato in un articolo dell'Huffington Post nel 2015:

"Invece, la mia ricerca suggerisce che molti - forse la maggior parte o tutti - i bambini coreani "abbandonati" erano desiderati e le loro madri hanno attraversato un processo orribile e agonizzante per raggiungere una decisione che dimostrasse che le loro madri si preoccupavano del loro benessere e facevano l'unica cosa che potrebbero dare qualche vantaggio al loro bambino conferendo almeno la cittadinanza coreana”.

Spiega inoltre perché non esiste una curva di offerta in Corea del Sud affermando:

“Recenti sondaggi condotti in Corea indicano che oltre il 90% delle madri single desidera tenere il proprio figlio se le circostanze e la società lo hanno consentito. Sembrerebbe che, in effetti, le madri coreane non siano diverse dalle madri di tutto il mondo. Solo leggi coreane e il peso delle norme sociali coreane”.

Pratiche senza scrupoli riducono i costi di input

I costi delle agenzie di adozione sono molto più bassi per operare nei paesi in via di sviluppo più poveri. I costi operativi potrebbero essere molto più bassi: qualche migliaio di dollari per coprire una fornitura annuale di spese per vitto, alloggio e spese accessorie. Durante l'apice delle vendite di bambini in Corea del Sud c'era una grande disparità nel PIL pro capite tra America e Corea del Sud. Con i minori costi operativi in Corea durante questo periodo di tempo, ciò ha permesso al governo sudcoreano di realizzare maggiori profitti. Il costo potrebbe essere notevolmente inferiore se le pratiche senza scrupoli che sono state spinte dal mercato a portare bambini per l'adozione straniera. Altri vantaggi per l'agenzia di adozione e gli adottanti includono la mancanza di risorse per le famiglie povere per cercare il loro bambino o presentare una petizione al sistema legale se i genitori cambiano idea. 

Gli incentivi per l'adozione fanno crescere i profitti

L'incentivo fiscale americano gioca un ruolo negativo nell'aumentare i costi di adozione. Diversi economisti correlano l'aumento delle tasse universitarie con l'aumento delle sovvenzioni e dei sussidi federali. Ciò significa che per ogni dollaro che uno studente ha ricevuto in borse di studio e denaro gratuito: l'università ha aumentato i costi delle tasse scolastiche e l'importo del debito lo stesso per lo studente. I fondi forniti dal governo non hanno compensato i costi per lo studente. Invece, ciò che ha fatto il sistema è stato aumentare il costo totale delle tasse scolastiche. Non importa quanto questo possa essere sottolineato da economisti e legislatori intelligenti: le persone chiederanno di ottenere più fondi per la loro istruzione attraverso sovvenzioni e sussidi governativi invece di chiedere modi per ridurre i costi delle tasse scolastiche.

Lo stesso problema vale per chi vuole adottare. Il finanziamento è disponibile tramite cancellazioni fiscali, prestiti e sovvenzioni ai futuri genitori, incentivandoli ad adottare.

Non ci sono prove chiare che i costi di input siano aumentati o che i genitori vengano abbinati a bambini migliori a causa di ricerche o processi più estesi. Le spese di adozione specifiche come le spese di adozione, le spese processuali, le spese legali e le spese di viaggio vengono utilizzate come credito d'imposta. Ricorda che un credito d'imposta è un dollaro per dollaro di riduzione dell'imposta federale e non una riduzione del reddito imponibile. Inoltre, il credito d'imposta per l'adozione consente un credito d'imposta di US$13.460 per il bambino adottato. Quindi, c'è da chiedersi, dove vanno a finire questi soldi? Le agenzie di adozione rispondono affermando che gli aumenti dei costi sono causati da normative più severe, tempi di detenzione più lunghi e aumenti dei costi di input (cibo, alloggio, abbigliamento, ecc.).

Una valutazione è stata fatta ai dati finanziari di Holt International per determinare dove i fondi venivano distribuiti in tutto il sistema.

Holt International, così come numerosi siti di sostegno all'adozione, hanno utilizzato la cifra di US$40.000 come costo medio che una futura famiglia spende per ogni adozione. Utilizzando questo per il 2010 sul numero di bambini elaborati per l'adozione in America, l'importo totale delle entrate guadagnate è stato di US$29.560.000. Sottrarre le tasse di adozione Holt International a carico di ciascuna famiglia, la passività totale non registrata è di US$18.756.000, ovvero 63% del finanziamento non è stato contabilizzato.  

UN Washington Post L'articolo afferma che il costo maggiore al di fuori dei costi di agenzia (che sono separati) sono le spese legali che vanno da US$6,000 a $8,000. Gran parte di ciò che Holt e altre agenzie di adozione pubblicano è vago e i registri finanziari cambiano di anno in anno, rendendo difficile determinare dove vengono spesi i fondi e impedendo la trasparenza. Nel 2010, come ha fatto Holt a guadagnare un ulteriore valore di US$14 milioni di entrate quando metà delle entrate proveniva dalle tasse di adozione?

Adotta per tutti i bambini è un'altra agenzia di adozione americana e elencano una ripartizione più ampia dei loro costi. Collaborano con il Società di assistenza sociale orientale per mettere i bambini dalla Corea del Sud in America.

Pistola fumante
Un'altra agenzia di adozioni chiamata Nuovi inizi che si occupa delle adozioni sudcoreane dà un'idea dei maggiori dettagli della loro Costi del programma sudcoreano:

Costo del programma coreano Coordinamento del programma $6,500 per la sponsorizzazione e lo sviluppo del programma; lavorare con ESWS per identificare un bambino e organizzare un'adozione; ricevere un rinvio di un bambino che include lo studio di base del bambino; garantire le informazioni legali del bambino da presentare all'USCIS per l'approvazione dell'immigrazione; deposito dei documenti in Corea per l'approvazione del tribunale e il permesso di emigrazione, stabilendo gli itinerari mentre la famiglia è all'estero per l'udienza di adozione, il collocamento del bambino e il visto di viaggio del bambino. ($2.500 dovuto all'approvazione dello studio a casa; $1.500 dovuto all'accettazione; e $2.500 dovuto alla presentazione del permesso di emigrazione).”
Commissione di agenzia estera e "donazione" $19,500 Per le spese per l'assistenza all'infanzia prima dell'adozione, identificare un bambino disponibile per l'adozione, garantire la necessaria cessazione dei diritti genitoriali, fornire lo studio di base sul bambino, organizzare la finalizzazione dell'adozione e l'immigrazione del bambino (dovuta all'accettazione). 
Costo totale del programma coreano $26.000

Il documento fornito da New Beginnings mostra che gran parte dei costi di adozione viene restituita al governo della Corea del Sud. Non mi piace il termine che usano queste agenzie. Lo chiamano donazioni e questo significa che i fondi non sono stati contabilizzati. Le agenzie sudcoreane devono essere trasparenti sui fondi ricevuti e su come vengono spesi i fondi. Indipendentemente da ciò, questa è la quantità di finanziamento che avrebbe potuto contribuire all'economia coreana: pagare gli stipendi per l'elaborazione dei documenti, il costo delle cure per i bambini e altre spese. Farò riferimento a questi numeri durante lo studio come la tassa e la donazione dell'agenzia straniera.

Esempio di caso Holt
È quasi impossibile ottenere valutazioni reali dai rendiconti finanziari online di Holt. La maggior parte degli anni, Holt pubblicherà un numero totale di bambini adottati in America dividendo il numero tra adozioni fatte dal paese d'origine e adozioni nazionali. A causa dei dati limitati devo fare alcune ipotesi. Presumo che la maggior parte dei costi sarà trasferita alle famiglie americane e che la maggior parte dei costi sarebbe per i bambini nati all'estero, cioè le adozioni nazionali dovrebbero essere più economiche da elaborare.  

Nel 2007, Holt ha elencato le adozioni nazionali e internazionali in America separatamente e se togliamo la cipolla, i costi complessivi per le adozioni internazionali aumenterebbero se tagliassimo fuori dall'equazione le adozioni nazionali. Ho utilizzato i dati del 2007 per calcolare il nuovo costo: 59 adozioni nazionali e 561 estere e questo implica che circa 10% di tutte le adozioni Holt, per un anno medio, sono domestiche.  

Il Federal Adoption Tax Credit è stato emanato nel 1997. Non ho dati sufficienti per determinare se la legge ha aumentato questi costi. Avrei bisogno di guardare i rendiconti finanziari che risalgono ai primi anni '90 per fare una valutazione accurata, ma ciò non significa nemmeno che questi dati siano totalmente inutili. Innanzitutto, la quota di adozione per bambino internazionale è vicina a quanto riportato da altre fonti. L'aumento dei ricavi operativi totali suggerisce che i costi vengono trasferiti ai potenziali genitori, il numero di adozioni non sta aumentando in modo drammatico e i fondi operativi annuali sono aumentati di anno in anno, nel complesso. Ciò potrebbe essere dovuto all'inflazione di 2-3%. 

Le relazioni annuali elencano anche le aree in cui le agenzie di adozione stanno lavorando attivamente. Possiamo vedere numerose tendenze. In primo luogo, vanno costantemente in aree economicamente depresse per ottenere questi bambini. Vediamo dove stanno concentrando la loro attenzione e possibili modelli di abuso. Ad esempio, negli ultimi anni alle agenzie di adozione è stato vietato fare affari in Russia e Guatemala a causa di abusi percepiti o reali all'interno del processo di adozione. Nel complesso, si può presumere che la politica stia funzionando bene nell'incoraggiare gli individui ad adottare. Tuttavia, altre fonti sottolineano che il programma sostiene le adozioni straniere e non aiuta il sistema di affidamento domestico.   

Una recente ricerca di Child Trends utilizza i dati del 1999-2005 del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti per determinare chi beneficia maggiormente del credito. Nella sua sintesi del rapporto, l'autore Rob Geen rivela che:

  • La stragrande maggioranza dei beneficiari del credito d'imposta per l'adozione ha completato adozioni private o straniere piuttosto che adozioni da affidamento.
  • Il credito d'imposta sostiene in modo sproporzionato le famiglie a reddito più elevato.
  • Il credito d'imposta sostiene principalmente l'adozione dei bambini più piccoli.
  •  Quasi tutte le adozioni straniere sono state supportate dal … credito d'imposta, ma solo una su quattro l'adozione in affidamento.

Dimensione stimata del settore delle adozioni

Il processo di adozione non è diverso da altri programmi in cui l'assistenza federale aumenta la ricchezza di coloro che li gestiscono. Insieme alla crescente domanda di adozioni internazionali, l'assistenza federale agisce per gonfiare i costi e consente a coloro che gestiscono i programmi di diventare più ricchi. 

Sono andato all'Ufficio degli affari consolari del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti per ottenere il numero medio di adozioni internazionali all'anno. Il sito ha un database che elenca il numero totale di adozioni come 271.833 dal 1999-2017. Ho preso l'anno medio di circa 15.101 adozioni all'anno e l'ho moltiplicato per il costo medio di adozione internazionale di Adoption.com di US$35.000 per determinare la dimensione del mercato americano. è US$529 milioni di dollari all'anno. Ciò non tiene conto di spese legali, spese mediche, costi di consulenza e costi di immigrazione. Inoltre non tiene conto di tutti gli altri paesi sviluppati che adottano all'estero. Diversi siti stimano che il numero di adozioni in Europa e in tutti gli altri paesi sviluppati sia uguale a quello dell'America. Perciò, l'intero settore delle adozioni internazionali vale almeno un miliardo di dollari USA all'anno.

Ulteriori letture
Articolo di Harvard Law: Adozione internazionale, riflessioni sulla questione dei diritti umani
Sito di infertilità dei CDC
La Nuova Repubblica: il problema del movimento di adozione cristiana
Christian News Now: gli evangelici respingono i tagli al credito d'imposta per l'adozione e vincono
Adoptionnetwork.com Statistiche sull'adozione
Washington Post: perché è così costoso adottare un bambino?
Huffington Post: I fatti sorprendenti dietro l'abbandono dei bambini in Corea
Today Online: la Corea del Sud ha stabilito adozioni internazionali inverse di politiche vecchie di decenni
AAC (Agenzia per le adozioni) Costi per l'adozione coreana
New Beginnings (Agenzia per l'adozione) Riepilogo delle commissioni in Corea
Dipartimento di Stato degli Stati Uniti: Statistiche sulle adozioni internazionali
Wikipedia: costi di adozione

Le attuali motivazioni per le adozioni non hanno senso

In realtà ci sono stati due periodi di punta in cui i bambini sono stati adottati fuori dalla Corea del Sud e si sono verificati durante gli anni '70 e '80. Non vi era alcuna correlazione tra i tassi di adozione rispetto al PIL pro capite. Se questo fosse vero, allora ci si aspetterebbe che più bambini vengano esportati durante la crisi del FMI nella seconda parte degli anni '90, tuttavia ciò non si è mai verificato. Si potrebbe obiettare che il fattore chiave potrebbe essere stato la dimensione della famiglia. Questo si potrebbe dire per i bambini nati negli anni '70. La dimensione media della famiglia conteneva 4,53 bambini per famiglia.

Il tasso di natalità della Corea del Sud si stabilizza vicino al tasso attuale che è inferiore a 2 bambini per famiglia intorno al 1982. Tuttavia, un gran numero di bambini veniva ancora adottato per quasi 8 anni dopo che il tasso di natalità era sceso al di sotto di 2 per nucleo familiare.  

Una spiegazione migliore per le adozioni ha a che fare con il fatto che la Corea del Sud è una società patriarcale. Se una donna sudcoreana perde il sostegno del suo partner, viene evitata e ridicolizzata dalla società. Non ha un sistema di supporto a cui rivolgersi e le viene data una sola opzione per dare a suo figlio una possibilità di lotta: l'adozione.

Wikipedia afferma:
“Le statistiche dimostrano il successo dei programmi educativi nazionali della Corea del Sud. Nel 1945 il tasso di alfabetizzazione degli adulti era stimato al 22%; nel 1970 l'alfabetizzazione degli adulti era dell'87,6 percento[41]e, alla fine degli anni '80, le fonti lo stimavano intorno al 93 per cento”.  

In un periodo relativamente breve, la Corea del Sud ha notevolmente migliorato il proprio sistema educativo, il che ha significato che un numero maggiore di donne è entrato all'università. L'età in cui le donne hanno partorito negli anni '70-'80 era quella delle madri di 20-24 anni ed è da qui che proveniva un gran numero di bambini in adozione. Il numero di bambini nati in questo segmento è diminuito drasticamente dopo gli anni '80. Ciò era in gran parte dovuto a 2 fattori: in primo luogo, la uso della tecnologia ad ultrasuoni determinare il sesso del bambino ed eseguire aborti mirati su feti di sesso femminile; e in secondo luogo il aumento dell'uso di contraccettivi e aborto dalle donne in Corea del Sud.

Questo spiega anche l'alta percentuale di ragazze sudcoreane date in adozione durante questo periodo. Molto probabilmente, le donne più povere che non potevano permettersi di abortire o usare contraccettivi sono state costrette a rinunciare al loro bambino a causa delle pressioni sociali. 

“Gli squilibri nel rapporto tra i sessi alla nascita nel sud-est e nell'est asiatico sono aumentati soprattutto dopo la metà degli anni '80. Studiamo come la tecnologia ad ultrasuoni ha influenzato i rapporti tra i sessi alla nascita in Corea del Sud, un paese con una forte preferenza per i figli. Tra il 1985 e il 1995 gli screening fetali ei servizi per l'aborto erano ampiamente disponibili, sebbene non disponibili negli anni precedenti e vietati negli anni successivi”. (Fonte: Articolo NIH)

Come mezzo diretto per evitare nascite indesiderate, in particolare dopo il fallimento contraccettivo, l'aborto indotto è gradualmente aumentato in Corea del Sud, specialmente tra le donne urbane (Choe e Park, 2005Stefano, 2012). Nel 1970, l'aborto era diventato una pratica comune con più di 40% di donne che riferivano di aver avuto un aborto indotto per interrompere gravidanze indesiderate e questo tasso è salito a oltre 50% negli anni '80 (Chun e Das Gupta, 2009). Gli aborti erano facili da ottenere nelle cliniche di tutto il paese e le operazioni erano sicure, economiche e completate senza resistenza sociale nonostante l'illegalità della procedura (Tedesco, 1999).

Adozione utilizzata per evitare costi

Quale potrebbe essere un altro driver per la Corea del Sud per vendere i propri figli? Credo che dobbiamo davvero guardare agli incentivi economici. Il primo incentivo economico è l'elusione dei costi. La Corea del Sud ha perso i costi per crescere i bambini negli istituti dall'età in cui entrano nel sistema fino all'età adulta. Bisogna ricordare che la crescita economica in Corea del Sud è stata estremamente elevata e la crescita media tra il 1970 e il 1990 è stata di 18,7% ogni anno. Immaginate l'importo che il governo dovrebbe sostenere mentre i costi di salari, cibo e alloggio continuano ad aumentare di tale importo ogni anno? 

Ho misurato la crescita considerando il PIL pro capite come indicatore. Ho calcolato che il costo per ospitare, nutrire ed educare un bambino in un istituto sarebbe costato più di una famiglia, dato che i bambini hanno bisogno di cure 24 ore su 24. Ho usato il costo di 40% del PIL pro capite di un dato anno come costo per crescere il bambino per quell'anno. I costi potrebbero effettivamente aumentare se si tiene conto del maggior costo del lavoro per prendersi cura di neonati e bambini con bisogni speciali. Ho anche stimato che il bambino medio ha trascorso 16 anni all'interno dell'istituto. È stato ipotizzato che l'età media del bambino inviato alle istituzioni coreane fosse di 2 anni.

Il costo totale per il governo sudcoreano in termini di riduzione dei costi per soli 20 dei 62 anni in cui la Corea ha esportato bambini (1970-1990) è stimato intorno a US$6,4 miliardi!

Questa è la prova che la Corea del Sud aveva un motivo economico per svendere i suoi figli e supporta questa teoria dell'elusione dei costi. La Corea del Sud spende molto meno denaro in programmi di assistenza sociale rispetto ad altri paesi dell'OCSE, il che significa che ha più fondi per altri programmi come la ricerca e lo sviluppo e l'esercito. 

Nel suo libro del 2010, Kim Rasmussen ha detto: il causa ultima del numero di adozioni fuori dalla Corea del Sud nel 2010 è stato La mancanza di spesa della Corea del Sud per il suo sistema di assistenza sociale. Rasmussen ha anche condiviso che gli altri paesi OCSE-30 hanno speso in media 20,61 TP1T del loro PIL in prestazioni di assistenza sociale, mentre la Corea del Sud ha speso solo 6,9% del suo PIL in prestazioni di assistenza sociale. Rasmussen ritiene che la promozione delle adozioni domestiche da parte della Corea del Sud non affronti il cuore del problema e che la Corea del Sud dovrebbe aumentare la spesa per le prestazioni sociali.[50]

Adozione come generatore di entrate

Nei grafici seguenti, stimo il costo medio per la tassa e la donazione dell'agenzia straniera come stato stazionario (US$19.500 per bambino) volte il numero di adozioni all'anno in Corea del Sud. Confronto le entrate in termini di PIL pro capite e ho determinato che nel 2015, quando è stato scritto l'articolo, il costo è di circa 35% del PIL pro capite in America. Ho quindi preso quella percentuale e l'ho calcolata in base al PIL pro capite americano dichiarato per ogni anno corrispondente. Ho preso le informazioni e le ho confrontate con il costo e il numero di barili di petrolio utilizzati in Corea per determinare quanto l'adozione avrebbe potuto avere un impatto sull'economia sudcoreana (se presente). La tassa e il PIL della Corea del Sud sono stati confrontati per determinare la forza dell'economia e se ha avuto qualche effetto sul numero di adozioni. Non sembra esserci alcuna correlazione.

Il prezzo adeguato ai dollari odierni del programma di adozione totale dal 1970 al 1990 ha fruttato alla Corea del Sud un fatturato di US$3,1 miliardi, con una media di US$157 milioni all'anno.

Per comprenderne l'entità e l'impatto, l'equivalente di un programma in America che è più di 6 volte la dimensione della Corea del Sud, il reddito guadagnato svendendo i suoi figli sarebbe l'equivalente del costo della lotta all'AIDS in Africa. In quel programma l'America ha speso circa US$1 miliardi all'anno. Oppure potresti equiparare l'importo al cittadino americano Programma pranzo dopo scuola per l'intero paese che ha sfamato i bambini impoveriti affamati.

La linea gialla nel grafico (sopra) prende la tariffa e la donazione dell'agenzia straniera rettificate per il numero di bambini adottati ogni anno. La maggior parte dei fondi è andata al governo sudcoreano come profitto sopra la linea. Sono stati pubblicati articoli che affermano che il governo sudcoreano ha guadagnato denaro dall'adozione, come ad esempio Questo articolo sull'adozione internazionale dei bambini sudcoreani in Wikipedia.

Un articolo del 1988 originario di il progressista e ristampato in Eredità del cucciolo di libbra dice che il governo sudcoreano ha fatto quindici-venti milioni di dollari all'anno dall'adozione di orfani coreani in famiglie di altri paesi. L'articolo del 1988 dice anche che l'adozione di orfani fuori dalla Corea del Sud ha avuto tre effetti: ha risparmiato al governo sudcoreano i costi della cura degli orfani coreani; ha sollevato il governo sudcoreano dalla necessità di capire cosa fare con gli orfani e ha ridotto la popolazione.[5]

Penso che la quantità di entrate guadagnate dall'esportazione di bambini sudcoreani sia stata sottovalutata!

Ulteriori letture
Considerandoadoption.com: processo di adozione della Corea del Sud, costi, agenzie di adozione

Mancanza di trasparenza da parte delle agenzie di adozione

Confronto tra i salari degli Stati Uniti e il costo medio di adozione, utilizzando la regressione basata sui costi noti

A causa della mancanza di trasparenza, non esiste un metodo esatto per calcolare le entrate che il governo sudcoreano ha realizzato durante il processo di adozione. Holt e altre agenzie di adozione che operano fuori dalla Corea del Sud dichiarano i loro rendiconti finanziari su base annuale e se gli importi sono inferiori alla transazione di adozione media, si potrebbe presumere che la differenza sia data al governo sudcoreano. I problemi che rendono difficile la trasparenza sono che le agenzie di adozione come Holt cambiano i loro bilanci su base frequente e solo una frazione delle società di adozione condivide i loro bilanci con il pubblico.

Il grafico seguente mostra un confronto tra la crescita del PIL della Corea (linea grigia) rispetto al profitto realizzato dall'adozione (linea blu), i cambiamenti nell'uso del petrolio (arancione) e l'aumento delle entrate fiscali (gialla) nel tempo.

Si è confrontato il costo dei barili di petrolio utilizzati nel ventennio. La quantità di denaro realizzata nelle vendite di adozione rimane al di sopra, o al livello del petrolio utilizzato, quando si utilizza il numero di stato stazionario ($6000/adottato) e aumenta notevolmente quando si applica la commissione e la donazione dell'agenzia straniera ($19.500). La linea blu crescerebbe di tre volte. 

Ulteriori letture
L'uso storico del petrolio della Corea del Sud
Prezzi storici del petrolio

La Corea del Sud non aveva motivo di vendere i suoi figli

Svendere economicamente i bambini tramite l'adozione internazionale è stata una mossa suicida perché la popolazione alla fine è scesa al di sotto di 2,1 bambini per famiglia. Nei paesi sviluppati, la fertilità sub-sostitutiva è comunque inferiore a circa 2,1 bambini nati per donna, ma la soglia può arrivare fino a 3,4 in alcuni paesi in via di sviluppo a causa dei tassi di mortalità più elevati. Andare al di sotto di questo numero si tradurrà nella situazione attuale che la Corea del Sud deve affrontare e cioè un tasso di fertilità sub-sostitutivo.  Ciò si è verificato intorno all'inizio o alla fine del 1982.

Teorizzo che il rapido calo dei tassi di fertilità in Corea del Sud sia avvenuto per due motivi:

  1. Culturale: era inaccettabile per le donne avere figli se non erano sposate. Quel segmento è rapidamente scomparso (dai 20 ai 24 anni) a causa della contraccezione e dell'uso dell'aborto. Devo sovrapporlo per vedere se altri bambini vengono cresciuti negli orfanotrofi. La Corea del Sud rende troppo facile per i genitori scaricare i figli e scappare.
  2. Qualcuno (o il governo) stava guadagnando economicamente dalla vendita all'ingrosso di bambini: se facciamo la media del profitto negli anni di $5000 x 200.000 bambini il profitto sarebbe equivalente a US$1 miliardi di dollari.

Nel 1980 il PIL della Corea del Sud era di $68 miliardi, il che dimostra che la vendita all'ingrosso dei suoi figli avrebbe contribuito in modo significativo alla crescita economica del paese. Ci deve essere un documento sudcoreano da qualche parte equivalente a quello tedesco Soluzione finale. Invece dell'eradicazione, la Corea del Sud aveva un piano per l'esportazione di massa dei suoi figli.

Dopo il 1988, c'è stato un forte calo delle adozioni internazionali dopo le Olimpiadi di Seoul. Questa è una data importante, poiché molte nazioni stavano castigando la Corea del Sud per l'esportazione dei suoi figli. Sentendo questa pressione, la Corea del Sud ha immediatamente ridotto il numero di adozioni all'anno di 75%.  

Ulteriori letture
Ricerca sul tasso di fertilità sub-sostituzione in Corea del Sud

Cala il numero dei bambini istituzionalizzati e delle adozioni 

 Con il recente passaggio di leggi e severi requisiti per l'adozione, il numero di bambini esportati dalla Corea del Sud per l'adozione è diminuito drasticamente negli ultimi dieci anni. In numerosi studi, noto la statistica che L'America ha accolto quasi la metà delle adozioni in tutto il mondo.

Un diario online La conversazione articolo afferma che le adozioni internazionali sono diminuite del 72% dal 2005 e cita:

“Negli ultimi decenni anche Corea del Sud, Romania, Guatemala, Cina, Kazakistan e Russia – tutti ex leader nelle adozioni straniere – hanno vietato o ridotto i trasferimenti di affidamento internazionali. Nel 2005, quasi 46.000 bambini sono stati adottati oltre confine, di cui circa la metà si sono diretti a una nuova vita negli Stati Uniti. Nel 2015 le adozioni internazionali erano diminuite del 72%, a 12.000 in totale. Solo 5.500 di questi bambini sono finiti negli Usa, il resto in Italia e Spagna”.

Inoltre, è diminuito anche il numero di bambini inviati negli orfanotrofi in Corea. Guarda questo articolo che cita:

“Nel 2015, il numero di bambini che soggiornano nei centri di assistenza che si occupano principalmente di orfani è sceso del 26,8 per cento a 12.821, dai 17.517 del 2006”. 

I genitori adottati stanno morendo rapidamente

Durante i primi anni '70, i tassi di fertilità in Corea del Sud e il rapporto per le donne che partorivano erano un terzo nella fascia di età compresa tra la prima e la metà dei vent'anni, un terzo tra la metà e la fine degli anni '20 e un terzo tra i trent'anni o più. Con il progredire della Corea del Sud, il numero di donne nel segmento più giovane è diminuito notevolmente. Il mio grafico iniziale sopra mostrava potenziali linee di età e presumeva che il padre avesse in media un paio di anni più della madre.

Ho anche trovato un articolo sull'aspettativa di vita che è aumentata di quasi 20 anni dagli anni '70 a oggi. La linea rossa orizzontale tratteggiata nel grafico sopra rappresenta i cambiamenti nell'aspettativa di vita e si fonderà con l'età media dei genitori. L'aspettativa di vita è aumentata ed è rimasta di circa 84 anni dalla metà degli anni '80 ad oggi. Laddove la linea tratteggiata rossa verticale incontra la linea tratteggiata orizzontale mostra un'alta probabilità che i padri siano deceduti e dove la linea tratteggiata gialla e la prima linea tratteggiata rossa si incontrano, vale anche per le madri. Ho anche calcolato le età in base al numero di adottati adottati per gruppo di anni e stimato, utilizzando le attuali tabelle attuariali, che più di 2.000 genitori muoiono ogni annoCirca un terzo di tutti i genitori biologici degli adottati è già morto ed è fondamentale che gli adottati effettuino le ricerche il prima possibile se vogliono trovare i genitori vivi.

In conclusione

I soldi spesi per l'adozione internazionale dei bambini sudcoreani avrebbero fatto di più per sostenere le madri single, impedito la separazione dei bambini dall'ambiente circostante e impedito inutili esternalità negative sperimentate attraverso l'adozione. La Corea del Sud avrebbe potuto utilizzare i finanziamenti per avviare i suoi programmi di assistenza sociale come i programmi di formazione del Canada che insegnano alle madri come allevare i propri figli, affrontare lo stress e consentire loro di diventare genitori single produttivi.  

I problemi che devono affrontare molti 3rdi paesi del mondo non riguardano una cattiva genitorialità ma piuttosto una situazione di una mancanza di risorse. Se una madre non può permettersi di provvedere a suo figlio, farà di tutto per garantire che suo figlio abbia una vita migliore. Pochi individui vedono le azioni altruistiche di madri disperate. Queste madri sono disposte a regalare i propri figli per offrire loro una vita migliore. Inoltre, nessuno ha detronizzato i modi arcaici di fare affari e di gestione della governance in Corea del Sud. Diritti e leggi vanno a proteggere gli stessi uomini patriarcali che detengono le chiavi del potere in Corea del Sud. Nulla viene fatto per provvedere ai milioni di donne e bambini rimasti vulnerabili quando l'uomo decide di abbandonare la famiglia. Non viene fatto nulla per garantire il mantenimento dei figli e una rete di sicurezza sviluppata da un governo che sceglie di nascondere la testa sotto la sabbia, invece di affrontare i problemi che li affliggono da oltre 5 decenni.

“Sebbene le donne coreane stiano partecipando di più al mercato del lavoro rispetto agli anni precedenti, il divario nel livello di occupazione tra uomini e donne, indipendentemente dal loro livello di istruzione, è enorme. Infatti, il divario di genere è più ampio tra coloro che hanno un'istruzione terziaria rispetto a quelli con solo istruzione preprimaria e primaria; e la Corea del Sud è l'unico Paese OCSE che mostra un tale effetto”. (Fonte: OCSE)

Di Jayme

Mimetismo della gru

Un famoso esempio di conservazione può insegnarci qualcosa sull'adozione? La maggior parte delle persone non riesce a vedere una correlazione, ma io sì! Meno di cento anni fa, in Nord America erano rimaste solo 16 gru convulse. Questi splendidi uccelli maestosi erano sull'orlo dell'estinzione. Anche gli uomini che cacciavano e distrussero l'habitat dell'uccello divennero il suo salvatore. Persone vestite con costumi da uccello si occupavano dei giovani pulcini.

In natura non è raro che le gru depongano due uova. Quando ciò accade, i genitori ignorerebbero il più debole dei pulcini e lo lascerebbero morire. Tuttavia, al conservatorio, gli scienziati allevano i pulcini in gruppi. Le gru convulse vengono incubate con cura e poi covate all'interno di un plexiglass per osservare una vera gru convulsa. Questo viene fatto per imprimere ai pulcini come sarebbe una vera madre.

Gli individui si assicurano meticolosamente che i pulcini della gru convulsa siano seguiti, usando pupazzi che insegnano ai giovani pulcini come trovare cibo e bere acqua. Il burattino imitava l'acqua potabile e poi alzava la testa all'indietro come fa la gru in natura. Gli assistenti avrebbero insegnato alle giovani gru come volare. Hanno usato un aereo ultraleggero per guidare le gru in una breve lezione di volo e alla fine hanno guidato le gru dal Canada e le hanno fatte volare nel sud della Florida. Gli scienziati non hanno badato a spese e il costo medio per allevare un pulcino fino all'età adulta è di circa US$100.000.

Il programma è stato salutato come un enorme successo perché le sedici gru convulse originali che avevano quattro femmine riproduttrici sono diventate uno stormo di oltre 500 gru convulse in natura. Sono stati realizzati numerosi documentari sul successo di questa impresa durata 11 anni. L'immagine dell'aereo ultraleggero che guida un gruppo di gru convulse è stata resa popolare e mostrata sui giornali di tutto il mondo. Gli uccelli sono stati quindi fatti volare nel loro territorio di accoppiamento e gli uccelli si sono accoppiati e hanno deposto le uova. Tuttavia, la stragrande maggioranza degli uccelli abbandonerebbe le uova dopo averle deposte. Dei 500 uccelli, solo due o tre coppie di accoppiamento hanno covato con successo i loro pulcini. Ciò ha sconcertato gli scienziati e, dopo molte considerazioni, hanno dedotto che la probabile causa di questo problema derivava dall'educazione non ortodossa dell'uccello. Gli scienziati lo hanno detto meglio affermando:

“Hanno così tanto bagaglio da un'infanzia incasinata e non normale”!

Questa storia ti suona familiare? Perché sembra stranamente familiare ad alcuni degli adottati che ho incontrato e alle loro vite. Non importa quanto bene i genitori adottivi abbiano trattato il loro bambino adottivo, potrebbero essere cresciuti come una delusione per i genitori adottivi o avere avuto difficoltà ad adattarsi al loro nuovo ambiente. Altre volte, gli adottati sembrano avere successo: hanno diplomi di scuole rispettabili, guidano auto di fascia alta e raggiungono alti livelli di successo. Ma dopo un esame più attento, potresti scoprire che la loro vita personale è un disastro totale.

Come queste gru, alcuni adottati sembrano raggiungere il successo, ma un piccolo difetto impedisce loro di raggiungere il pieno potenziale. Ho incontrato numerosi adottati incapaci di mantenere una relazione o di mantenere un partner. Potrebbero comportarsi in modo appiccicoso e soffocare chiunque incontrino, potrebbero affrontare in privato un senso di colpa o un'ansia opprimenti, o forse inclini a compiere qualche altro passo falso sociale.

Come i pulcini urlanti, le interazioni prima o durante la nostra educazione potrebbero aver lasciato un segno indelebile nelle nostre vite. Può derivare dalla mancanza di empatia o di tatto quando eravamo giovani. L'esperienza traumatica di essere separati da nostra madre ad una certa età, o di essere lasciati soli in camere da letto buie, o costretti a rimanere immobili per ore nelle nostre culle, ha cambiato il corso della nostra personalità e della nostra vita. Non importa quanto siano meravigliose le nostre vite dopo, ci troviamo di fronte a problemi che non possiamo sondare o spiegare.

Penso che questi uccelli spieghino in parte perché gli adottati hanno quattro volte più probabilità di suicidarsi, o perché sono rappresentati in modo sproporzionato con difficoltà di apprendimento e hanno tassi più alti della media di abuso di droghe e alcol, disturbi alimentari e incarcerazione. La ragione sia per gli uccelli che per gli adottati è che tutti abbiamo dovuto affrontare la vita senza le nostre madri naturali.

Puoi ascoltare la storia delle gru in dettaglio su un podcast chiamato Radiolab:
https://www.wnycstudios.org/story/254840-operation-migration

Per ulteriori informazioni sui problemi che affliggono molti adottati, vedere:
https://www.adoptionhealing.com/ginni.html

Più strano della finzione

In terza elementare, ero nella classe della signora Peterson e mi è stato assegnato l'incarico di fare un progetto di storia familiare. Ho chiesto ai miei genitori adottivi informazioni sul progetto e hanno affermato che mia zia Eirene aveva lavorato all'albero genealogico e risale a diverse centinaia di anni fa. La mia famiglia ha automaticamente saltato il fatto che la mia famiglia biologica esistesse e non fosse inclusa. Sono stata adottata all'età di quattro anni e mezzo. Avevo molti ricordi residui della mia infanzia, ma non capivo le cose che potevo ricordare. Mi è stato detto che avevo un'immaginazione iperattiva e che sognavo ad occhi aperti molto. Più tardi, da adulto, ho incontrato numerosi altri adottati e molti di loro avevano fantasie sulle loro famiglie biologiche. Alcuni adottati avevano sognato che le loro famiglie biologiche fossero reali, altri che le loro famiglie biologiche fossero ricche e le stessero cercando.

Di recente ho incontrato un gruppo di adottati. Uno ha condiviso l'identificazione con un podcast in cui un maschio adottato fantasticava che i suoi genitori fossero reali e lo stessero cercando. Durante la conversazione è stato affermato "Chissà, uno di noi potrebbe essere un re!"

Il giorno dell'assegnazione dell'albero genealogico mi sono alzato in piedi davanti alla classe e ho parlato del fatto che mio padre biologico era molto vecchio e che ha combattuto nella guerra di Corea. Ho anche parlato di uomini dell'esercito che marciavano davanti al nostro villaggio e vedevano i loro carri armati e le mitragliatrici. Stavo ricordando gli eventi come meglio potevo dalla memoria. È vero che è altamente improbabile che mio padre fosse sulla quarantina o all'inizio dei cinquant'anni quando ebbe figli. Un semplice calcolo dell'età della maggior parte dei soldati combattenti durante la guerra di Corea rientrerebbe in un ristretto intervallo di età. Era altamente improbabile che mio padre fosse così vecchio. La città in cui avevo vissuto si trovava diverse ore a sud di Seoul e non era così pesantemente sorvegliata come il confine coreano o le città costiere. Un'impressione iniziale potrebbe considerare che ero sul punto di raccontare grandi storie. In effetti, gli insegnanti hanno raccontato preoccupati ai miei genitori adottivi ciò che ricordavo in classe e hanno detto che avevo un maggiore senso di immaginazione. Sono stato rimproverato dai miei genitori adottivi per aver mentito.

Poco più che ventenne, mi sono arruolato nell'esercito e ho scelto di prestare servizio in Corea. Mentre ero lì, ho appreso che la costruzione della superstrada numero 1 della Corea è iniziata nel 1968 ed è stata completata nell'estate del 1970. Il tratto di autostrada di 660 miglia è diventato l'arteria principale che spostava il commercio dai porti di Pusan attraverso la capitale Seoul e fino al confine nordcoreano. Questa autostrada principale è la seconda più antica e più trafficata della Corea. Non dovrebbe sorprendere sapere che questo corridoio era anche la via principale per il movimento delle truppe e dell'equipaggiamento militare. Accade così che l'autostrada passi lungo la periferia di Cheong-Ju, la città in cui sono cresciuto. I ricordi di vedere soldati che camminavano lungo la strada oltre il mio villaggio sono molto probabili. Quanto a mio padre, perché era vecchio, ero confuso al riguardo. Negli anni della mia formazione, vivevo con mio nonno perché mio padre era lontano da casa. Ho scambiato mio nonno per mio padre. Ho ricordi di essere stato ridicolizzato e di aver detto che stavo mentendo. Questi ricordi inondano la mia mente mentre scrivo questo. Non ho mai avuto intenzione di mentire, tutto quello che ho fatto da bambino è stato fare del mio meglio per spiegare ciò che ricordavo.

Il test del DNA con 325Kamra mi ha portato in tutto il mondo e, di conseguenza, sono stato in grado di incontrare migliaia di adottati internazionali. Durante questi viaggi, ho sentito numerose storie che erano spesso più strane della finzione. La prima storia parla di uno dei pochi bambini caucasici adottati da una famiglia coreana. Entrambe le famiglie hanno lavorato insieme in canali diplomatici ei genitori del ragazzo sono stati entrambi uccisi in un incidente automobilistico. La famiglia coreana ha accolto immediatamente il ragazzo orfano e l'ha cresciuto come suo. Ho incontrato questa persona durante il mio primo tour in Corea quando eravamo entrambi di stanza a Tong-du-chon a metà degli anni '90.

In Europa ho incontrato un uomo coreano adottato da una famiglia coreana e una ragazza coreana cresciuta da una famiglia giamaicana. Da tutte le storie che sono state condivise con me, circa 99.9% di tutti gli adottati coreani sono stati adottati in famiglie caucasiche. Le storie di adozione uniche si sono verificate anche negli Stati Uniti. All'inizio degli anni novanta, la mia vicina di casa era un'adottata coreana ed è stata effettivamente trovata dal suo padre biologico. Suo padre ha lavorato duramente nel settore edile ed è diventato milionario. Ha assunto un investigatore privato per trovare sua figlia in America e l'ha inondata di regali. Ha pagato il suo mutuo e le spese per ristrutturare la sua casa. Ha anche buttato dentro i biglietti per far volare l'intera famiglia a fargli visita in Corea.

Al college, ho avviato il primo club multiculturale per la diversità nel mio campus universitario. Come presidente, sono stato invitato a visitare altri campus in tutto lo stato e ho incontrato gruppi di studenti coreani a Cornell, NYU e varie università sulla costa orientale. A una conferenza studentesca ho incontrato un'adottata coreana cresciuta in una famiglia ebrea. Era in grado di recitare parte della Torah e leggere l'ebraico. Quello che ho imparato da queste interazioni è che la vita degli adottati è variata dalle famiglie che li adottano. Le cose che gli adottati potrebbero sognare, possono effettivamente accadere.

Penso che sia una pratica comune per gli adottati fantasticare o sognare chi sono i loro genitori. Quello che ho trovato interessante è che le fantasie riguardano raramente individui comuni di tutti i giorni. Non ho mai sentito un adottato dirmi che crede che i suoi genitori fossero bibliotecari o fornai. Per lo più ho sentito cose come "Penso che la mia famiglia fosse reale" o l'estremo opposto dello spettro e credo che la loro madre fosse una prostituta. Penso che molti adottati abbiano un senso o affrontino la loro adozione inventando storie. Penso che questo sia un evento normale e le famiglie e gli amici non dovrebbero liquidare tutto ciò che gli adottati potrebbero condividere come ricordi. Come nella mia storia, sono stato in grado di verificare tutto con la mia famiglia biologica dopo averli trovati. Per quanto riguarda la ricerca di una principessa... ho trovato un'adottata coreana che è stata in grado di far risalire la sua famiglia all'ultima principessa della Corea. L'ho incontrata in Germania – molto calzante, visto che è la terra dei mille castelli!

La mia raccomandazione per gli adottati che credono nelle storie che ti vengono raccontate o che hai creato per affrontare la vita è: non si sa mai, forse sarai il prossimo adottato il cui la vita è più strana della finzione!

La ragazza che piange

Come fallisce il governo coreano

Sono stato di stanza in Corea per otto anni e ho fatto più di una dozzina di viaggi in Corea da quando sono partito nel 2007. Durante la mia ultima visita a Itaewon, mi sono imbattuto in una piccola statua in bronzo di una ragazza seduta su una sedia, accanto a un sedia, situata all'incrocio semaforico più vicino alla base militare statunitense. Ho letto l'iscrizione sulla targa e ho appreso che la statua di una giovane ragazza che indossa un tradizionale hanbok con i pugni chiusi commemora le circa 200.000 ragazze e donne che furono costrette a prostituirsi per servire i giapponesi durante la seconda guerra mondiale.

Attualmente, ci sono 40 statue di donne di conforto erette dentro e fuori la Corea del Sud, situate negli Stati Uniti, in Canada, in Australia e in Cina. La statua è un ricordo visibile dell'aberrante dolore e della sofferenza che i giapponesi hanno causato a così tante vite. Si ritiene che tre quarti di tutte le donne di conforto siano già morte e quelle che sono sopravvissute abbiano raccontato indicibili resoconti di torture.

Negli ultimi anni, molte donne di conforto sono state esplicite e hanno chiesto scuse e riparazione per ciò che hanno sopportato. Nel 1994, il governo giapponese ha istituito un fondo pubblico chiamato Fondo per le donne asiatiche (AWF) per fornire un risarcimento ai paesi in cui i giapponesi avevano occupato durante la guerra e ridotto in schiavitù le donne per lo sfruttamento sessuale. Negli ultimi anni, i cittadini coreani hanno protestato pubblicamente contro il governo giapponese per aver nascosto questa grave violazione sotto il tappeto. Il governo giapponese non ha mai ufficialmente riconosciuto né chiesto scusa per lo sfruttamento delle donne in questo modo.

Il monumento originale alle ex "donne di conforto" che servivano come schiave del sesso per i soldati giapponesi durante la seconda guerra mondiale - si trova nel distretto di Itaewon e di fronte all'ambasciata giapponese a Seoul

I giapponesi potrebbero imparare a fare la cosa giusta dai loro alleati della seconda guerra mondiale. Il governo tedesco si è scusato per le sue atrocità durante la seconda guerra mondiale e ha eretto un Memoriale per gli ebrei assassinati d'Europa a Berlino. Il governo degli Stati Uniti si è scusato cinque volte con i giapponesi americani per il loro coinvolgimento nel radunare i cittadini e mandarli nei campi di internamento. Inoltre, la Camera e il Senato degli Stati Uniti si sono scusati per le loro malefatte con i propri cittadini, scusandosi per la schiavitù e le leggi Jim Crow che imponevano la segregazione negli Stati Uniti.

Tuttavia, questa storia non finisce con i giapponesi. Sono d'accordo che le donne di conforto meritano sia scuse che riparazione per il loro dolore e sofferenza. Credo che questa sia la cosa giusta da fare. Ma voglio sottolineare l'ipocrisia del governo coreano poiché usa la stessa tattica e verbosità del governo giapponese su come affronta anche la questione dei 200.000 bambini sfollati per adozione internazionale. La società coreana ignora che gli adottati soffrono di traumi da adozione e di danni morali. Molti dei miei compagni adottati ricordano di essere stati costretti su un aereo e mandati tra le braccia di estranei. Il danno psicologico per molti adottati va oltre quell'esperienza e lo studio del Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti stima che la percentuale di persone adottate viste in contesti di salute mentale rientri nell'intervallo da 5 a 12%, o da 2,5 a 6 volte la percentuale di adottati. bambini nella popolazione generale.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista online di Pediatrics, le persone adottate hanno quasi quattro volte più probabilità di tentare il suicidio. L'Istituto per gli studi sulla famiglia ha appreso attraverso i loro studi che gli adottati hanno maggiori probabilità di avere difficoltà a scuola e hanno quattro volte più probabilità di ripetere un anno e tre volte più probabilità di essere espulsi da scuola. I risultati rosei promossi dai gruppi a favore dell'adozione negli Stati Uniti e altrove sono molto fuorvianti. I media ignorano in gran parte le storie di adozione che riguardano la morte, lo stupro, l'abuso e l'abbandono. Numerosi adottati hanno sopportato vite orribili, non dissimili da quelle delle donne di conforto.

Come le comfort women, gli adottati vengono ignorati dallo stesso governo che ha causato il dolore e la sofferenza iniziali. Gli adottati chiedono onestà quando le loro storie vengono condivise. Chiedono onestà e trasparenza. È statisticamente impossibile che tutti gli adottati siano stati abbandonati e lasciati alle porte di ogni stazione di polizia di Seoul.

Gli adottati hanno preso in mano la situazione e sono diventati videografi, condividendo le loro storie e mostrando i difetti nei dischi e nelle storie che sono state loro raccontate. La verità potrebbe essere che i registri dei bambini sono stati scambiati alla nascita o scambiati con altri bambini che avevano storie più favorevoli.

Gli adottati stanno parlando e vogliono che gli venga detta la verità anche se ciò significa che non c'è nulla nei nostri file. I programmi del governo che forniscono assistenza agli adottati sono in gran parte gestiti da cittadini coreani e hanno poco o nessun contributo da parte degli adottati. Come può il più grande stakeholder non avere voce nella progettazione dei programmi che dovrebbero sostenerlo? Non ha senso per il governo coreano assumere adottati coreani per sostenere altri adottati coreani?

La burocrazia e le bugie non si fermano qui. Numerose famiglie coreane sono state esplicite perché sono state loro date bugie e il girovagare quando chiedono di trovare i loro figli inviati all'estero. Inoltre, le organizzazioni che presumibilmente forniscono supporto agli adottati coreani sono in gran parte sorde e non motivate a fornire assistenza. Ho incontrato un adottato coreano a cui è stata diagnosticata un'insufficienza epatica e quando si è presentato per assistenza, gli è stato dato poco o niente ed è morto di una morte lenta e dolorosa.

Purtroppo non è un caso isolato. Gli adottati bloccati e deportati in Corea hanno contattato il governo coreano per risorse e supporto. Sono stati accolti con una pletora di richieste dal governo coreano per ottenere assistenza. Gli individui con possibili difficoltà di apprendimento o precedenti esperienze educative formali dovevano superare le lezioni di lingua coreana per ricevere benefici. I benefici dati non erano sufficienti per questi adottati per soddisfare i loro bisogni primari. Questi adottati si sono poi rivolti ai loro coetanei adottati per pagare beni di prima necessità come cibo e vestiti. Lo so per esperienza diretta.

Ho incontrato un adottato poco prima della sua morte e ho lavorato con organizzazioni guidate da adottati che raccolgono fondi per sostenere gli adottati deportati in crisi in Corea. Ho anche incontrato degli adottati che hanno eretto la statua in memoria dell'adottato assassinato Hyunsu O'Callaghan. La realtà è che il vero lavoro per gli adottati viene ancora dai compagni adottati.

3 NOV 15 L'articolo di Herold coreano affermava: “Kang Tae-in, un rappresentante di un gruppo di famiglie naturali coreane, ha affermato che non è vero che la maggior parte dei genitori naturali non vuole essere trovata. Ha detto che molti membri del suo gruppo hanno cercato di cercare i loro figli, solo per essere insultati e mentiti dalle agenzie di adozione”.

Il governo coreano impone restrizioni che rendono difficile per gli adottati trovare le loro famiglie biologiche. Gli adottanti sono stati costretti a risolvere i problemi da soli. Un gruppo di adottati coreani si è riunito per avviare un'organizzazione non governativa (ONG) chiamata 325KAMRA, in gran parte finanziata da Thomas Park Clement, un adottato coreano inviato in America. 325KAMRA è stata costituita perché non esisteva un database consolidato del DNA ampiamente disponibile per gli adottati coreani in tutto il mondo per cercare le loro famiglie biologiche. Ci sono circa 150.000+ adottati coreani in America e 50.000+ adottati coreani in Europa - molti di loro desiderano trovare una famiglia biologica in Corea.

La polizia sudcoreana ha un database separato che è stato avviato nel 2004 ed è stato utilizzato in gran parte per le persone scomparse. Gli adottati possono accedere a questo ma solo se i loro documenti di adozione affermano che non sono stati abbandonati dai loro genitori. Secondo un articolo del 2013, questo database della polizia conteneva 24.764 campioni di “persone scomparse (principalmente persone con disabilità intellettiva nelle istituzioni) mentre solo 1.732 familiari di persone scomparse avevano registrato il loro DNA in questo database. A partire dal 2013, dal 2004 si sono verificati solo 236 casi di ricongiungimento (minori di 14 anni (110 casi) e disabili (112 casi)).

325Kamra ha avuto un enorme successo rispetto al sistema chiuso stabilito in Corea.

A partire da novembre 2018, 325KAMRA ha consentito a 70 adottati di essere ricollegati alle famiglie biologiche attraverso corrispondenze di DNA, genealogia genetica e lavoro di indagine sul DNA. Inoltre, ci sono state almeno 100 corrispondenze per chiudere i familiari utilizzando test del DNA autosomico. Ciò significa che 170 adottati coreani hanno trovato una famiglia biologica attraverso l'uso di test del DNA autosomico negli ultimi tre anni. Questo è 72% di ciò che il database della polizia coreana ha prodotto in oltre un decennio. Ad oggi, Thomas Park Clement e 325Kamra hanno distribuito oltre 4.700 kit di DNA agli adottati coreani, principalmente negli Stati Uniti, in Europa e in Corea.

3 NOV 15 L'articolo di Herold coreano afferma: “Secondo la legge, si può accedere ai propri atti di nascita senza il permesso dei genitori naturali solo se il genitore naturale è morto o non può essere trovato, o l'adottato ha una condizione medica o altro motivo per così."

Personalmente penso che il governo coreano debba essere ricordato dei propri obblighi. Dovremmo usare le stesse tattiche che sono state usate dal governo coreano contro i giapponesi. Dovremmo erigere statue di ogni donna di conforto per ricordare loro che anche un altro gruppo di individui viene trascurato.

Consiglio di erigere una statua di una ragazza più giovane accovacciata a terra nel suo hanbok che piange. La ragazza piange perché è stata allontanata con la forza dalla sua terra d'origine ed esportata in un paese straniero tramite adozione internazionale. È una ragazza perché una percentuale maggiore di adottati inviati dalla Corea sono femmine.

Se non ci pronunciamo, il governo coreano continuerà a ridurre il sostegno promesso agli adottati. Ad oggi, il governo coreano ha già tagliato le spese operative che hanno finanziato i programmi adottati – programmi come il programma di scambio di viaggi che ha facilitato il tornare in patria per gli adottati. Ciò che è necessario correggere sono anche le lacune nel sistema legale coreano. Ad esempio, la legge sulle adozioni del 2012 dà agli adottati il diritto di richiedere i propri atti di nascita, ma la stessa richiesta non può essere concessa ai genitori biologici che desiderano effettuare la ricerca.

La Corea può essere un faro per altri paesi coinvolti nell'adozione internazionale, ma c'è ancora molto lavoro da compiere. Richiederà agli adottati di parlare e presentare una petizione al governo coreano per apportare cambiamenti reali. Prego che possiamo farlo prima che tutti i nostri genitori muoiano.

Letture di approfondimento (articoli citati):

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4475346/
https://www.theatlantic.com/health/archive/2015/10/the-adoption-paradox/409495/
http://crimemagazine.com/adoptees-who-kill-examining-psychological-societal-and-criminal-justice-ramifications-adopted-child
https://www.medscape.com/viewarticle/810625
https://www.economist.com/united-states/2017/06/24/adoptions-in-america-are-declining
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4009388/
http://koreajoongangdaily.joins.com/news/article/article.aspx?aid=3042845
Sii tenace: come recuperare la tua identità
http://www.koreaherald.com/view.php?ud=20151103001182

 

 

Fratelli perduti

Hanok una casa coreana costruita tradizionalmente

Ricordando la mia giovinezza

Da bambino, ricordo di aver giocato vicino alle fosse per le bruciature che si trovavano vicino al piccolo villaggio di case tradizionali in stile coreano non dipinte (Hanoks). Si annidavano sotto un piccolo affioramento di montagne, situato nella Corea centrale. Mio fratello mi afferrò la mano per portarmi a vedere il premio che aveva trovato nel piccolo mucchio di spazzatura vicino alla nostra modesta casa. Tra i resti carbonizzati della spazzatura c'erano un paio di lampadine scartate che luccicavano nel duro sole estivo. Abbiamo riso mentre rompevamo i bulbi in piccole schegge di vetro.

Il breve viaggio verso il mucchio della spazzatura e il gioco avevano stimolato l'appetito e dissi a mio fratello che avevo fame. "Vieni seguimi!" lui ha chiamato. Corsi dietro di lui mentre correvamo lungo il sentiero verso l'orto comunitario. Ci siamo fermati un minuto per riprendere fiato e abbiamo scrutato il giardino alla ricerca di qualcosa da mangiare. Lì, tra le alte erbacce, abbiamo trovato i meloni dai colori vivaci chiamati camoscio. Ci supplicava di addentare la sua carne succosa. Afferrai avidamente uno dei frutti e affondai i denti nella carne dura. Il frutto non era maturo e aveva un sapore amaro. Ho buttato la frutta per terra disgustato e siamo corsi a casa per vedere se la nonna poteva farci qualcosa di delizioso da mangiare.

Quando arrivammo a casa, era quasi l'imbrunire e lo stomaco mi faceva male per i dolori della fame. Mio fratello mi ha sgridato, dicendo a mio nonno che avevo provato a mangiare il frutto acerbo. Mio nonno mi ha messo cautamente sulle sue ginocchia e ha iniziato a darmi una pacca sullo stomaco con un movimento circolare per ridurre il dolore. Mi sono subito addormentato e sono stato svegliato dal rumore dei piedi che picchiettavano sui pavimenti di stuoie di riso. Era il suono dei miei fratelli e sorelle che si preparavano per la scuola. Anch'io mi sono alzato, per accompagnare i miei fratelli lungo la strada sterrata di campagna fino a scuola. Mentre camminavamo, sono stato rimproverato dai miei fratelli e mi è stato detto di tornare a casa. Mi sono fermato alla fine della strada sterrata a salutare mentre guardavo la mia famiglia svanire lungo la strada che si snodava tra risaie e binari del treno, coperta dalla fresca foschia della nebbia mattutina.

Quando ero sposato e avevo circa trent'anni, ho chiesto a mia zia di darmi le informazioni di contatto per incontrare i miei fratellastri che ricordavo dalla mia giovinezza. Abbiamo fatto una telefonata e ho aspettato con ansia per vedere se potevamo connetterci. La persona all'altro capo della linea era la moglie di uno dei miei fratelli maggiori ed era ferocemente arrabbiata perché stavo cercando di connettermi con i miei fratelli. Mi ha detto: "Questo è nel passato ed è lì che deve rimanere!"

Diversi mesi dopo, ho chiamato di nuovo la famiglia sperando di avere mio fratello al telefono. Fui nuovamente punito per aver chiamato e disturbato la famiglia. Sono stato rifiutato, non mi è mai stato permesso di ricongiungermi con la famiglia dai miei ricordi d'infanzia.

Di breve durata Riunione

Mi sono seduto a disagio sul duro pavimento ricoperto di linoleum di un tradizionale ristorante coreano. Gli odori, le immagini ei suoni così estranei per me. Pochi istanti prima, mi ero sentito come se fossi in un viaggio epico "intorno al mondo in 80 giorni" con mia zia. Quella stessa mattina mia zia mi aspettava all'ingresso del campo militare dove ero di stanza. Abbiamo percorso il lungo viaggio di 5 ore utilizzando una varietà di mezzi di trasporto: i movimenti a scatti e i rumori di un treno, il sedile posteriore irregolare e ricoperto di vinile su un autobus della comunità che urlava fumo nero, e poi un breve giro sul taxi Hyundai per il ristorante. Nessuno dei mezzi aveva l'aria condizionata e il sole caldo picchiava sui miei capelli neri. Il mio cervello sembrava ribollire dall'interno verso l'esterno. Grandi gocce di sudore scorrevano dalla mia fronte quando sono arrivato per incontrare la mia famiglia biologica.

Quando sono entrato nel piccolo ristorante, ho scrutato i miei occhi intorno per cercare la mia nuova famiglia. Ho intravisto la mia bellissima sorella e poi mio padre. È stato strano per me vedere qualcuno che mi somigliava ma aveva un'età molto più avanzata. Mi sentivo come se fossi in una macchina del tempo per incontrare una versione molto più antica di me stesso. La testa di mio padre era ricoperta di radi capelli grigi e una stempiata. Le guance infossate e le rughe profonde sopra la fronte erano segni rivelatori di una persona sconfitta. Mio padre era guardato a tavola con vergogna.

Mi sono state poste domande sulla mia vita in America e su come mi piacesse la Corea. Una volta scambiate tutte le sottigliezze, mio padre ha chiesto: "Perché mi hai cercato?" Sono rimasto sbalordito dalla domanda e mentre stavo per rispondere, una macchia indistinta è entrata dall'ingresso principale e si è avvicinata al nostro tavolo. Un giovane uomo basso e robusto entrò nella stanza con un largo sorriso stampato in faccia. I suoi occhi castano chiaro scrutarono la stanza guardando suo padre e poi me... il suo viso era distorto dalla confusione e poi si precipitò da me e mi abbracciò da orso e iniziò a singhiozzare tra le mie braccia. Sembro una replica più giovane di mio padre e mio fratello ha riconosciuto immediatamente che ero suo fratello.

Mi-san, la mia bellissima sorellastra in Corea del Sud

Da bambino, mi sono ricordato dei fratelli con cui ero cresciuto. Non ho mai pensato che mio padre si sarebbe risposato, ma tramite il suo terzo matrimonio ha portato altri due fratelli in questo mondo per farmi unire.

L'ordine gerarchico era questo: i quattro fratellastri e le sorelle con cui sono cresciuto a Chong-Ju, io e mia sorella che siamo stati mandati in America e i due fratellastri del terzo matrimonio di mio padre. Mio padre ha avuto successo nell'essere un prolifico procreatore. Le decisioni personali di mio padre hanno portato alle sue prime due separazioni e purtroppo la sua terza moglie è morta per malattia quando i suoi figli stavano iniziando la scuola elementare. Penso di aver legato con i miei fratellastri perché sapevano come ci si sentiva a crescere senza una madre.

Nel giro di un anno dall'unione con mio fratello, mio padre ha avuto un ictus che lo ha reso completamente dipendente dalle cure. Mia sorella minore Mi-san andava fedelmente a casa di mio padre ogni giorno per dargli da mangiare e lavarlo. Volevo far parte della vita dei miei fratelli, ma la barriera linguistica mi ha impedito di prendere il telefono o di presentarmi alla loro porta per visitarli.

Un anno dopo aver acceso l'inizio di una nuova relazione con la mia nuova famiglia, ho ricevuto dall'esercito l'ordine di tornare negli Stati Uniti. C'è stata una separazione di cinque anni in cui la vita era confusa e le mie attività quotidiane erano piene di scuola e lavoro. Nel 1998, ho avuto un'altra possibilità di ricongiungermi con la mia famiglia nel 2001, quando mi è stato dato l'ordine di assegnazione in Corea del Sud come sottotenente. Ero così felice di partecipare di nuovo alle loro vite. Ho partecipato al matrimonio di mia sorella, alla nascita di sua figlia e ho visitato la loro piccola casa che è stata fondata vicino al luogo della mia nascita.

La vita si svolge in modo confuso e sei anni dopo, sono stato nuovamente allontanato nel 2007 a causa della mia riassegnazione dall'esercito. Quando ho lasciato la Corea del Sud, ho pensato che avrei avuto la possibilità di uscire con il mio nuovo fratello e sorella quando mi fossi ritirato dal servizio militare. Speravo di avere di nuovo la possibilità di giocare con i loro figli, fare viaggi e condividere i doni della vita.

Nel 2011, mentre prestavo servizio in Afghanistan, ho ricevuto un'e-mail da mia zia che affermava che mio fratello era morto inaspettatamente nel sonno. Il mio cuore fu spezzato e immediatamente tornai in Corea per seppellire mio fratello minore. Ho imparato una delle lezioni più dure della vita: che non possiamo sempre guardare al futuro per condividere e legarci alle persone più importanti per noi.

Min-Soo, mio fratello scomparso nel 2011

Dato per scontato

Sono stato uno dei pochi fortunati adottati ad essere adottato con un fratello biologico. Inizialmente, mia sorella era la fastidiosa sorella minore che mi seguiva ovunque. Lei aveva 2 anni e mezzo e io 4 anni e mezzo quando fummo mandati negli Stati Uniti. Ho iniziato l'asilo lo stesso anno in cui sono arrivato e ho imparato a conoscere la cultura americana nel modo più duro.

Ero nei guai per essere andato con le ragazze nel bagno delle ragazze. Sono stato rimproverato per non aver restituito i libri alla biblioteca della scuola. Ho ricevuto una punizione per aver copiato dei graffiti che erano già scritti sul muro della palestra. Non avevo idea che le parole "il preside è un fottuto ritardato" fossero dispregiative! La vita era un'esperienza di apprendimento e nessuno mi capiva affatto.

Mia sorella, invece, era dotata. La vita era ingiusta e dava tutto il talento a un fratello, ma non ero io! Era una studentessa di serie A. È arrivata alle finali di stato come atleta di talento. Anche se avevo 2 anni in più, mi ha picchiato mentre correvamo verso lo scuolabus. In seguito mi sono reso conto di essere un corridore piuttosto veloce, ma mia sorella aveva quel raro dono come atleta. Infine, mia sorella era molto più bella. Ha vinto il concorso di bellezza locale e dopo che mi sono arruolato nell'esercito a 17 anni, ho smesso di mostrare le foto della mia sorellina ai miei amici dell'esercito perché mi chiedevano sempre di organizzare un appuntamento con lei. Mia sorella aveva tutto: era straordinariamente bella, estremamente intelligente e un'atleta dotata che aveva il potenziale per competere al college o anche a livello olimpico.

Jessica, la mia sorella biologica con cui sono cresciuta

Una volta raggiunta l'età adulta, mia sorella ha deciso di intraprendere un percorso diverso e nel tempo la giovane donna energica e brillante con cui avevo familiarità, si è trasformata in qualcuno che non potevo riconoscere. La persona resiliente che conoscevo è diventata un guscio di se stessa. Ha cercato l'amore e si è sposata in giovane età. L'amore che stava cercando era fugace. Alla fine di 3 divorzi, ha perso tutto ciò che contava per lei, compresi i suoi figli. Ha sprecato le sue opportunità. Ha ricevuto il conto GI per pagare il college ma non si è mai iscritta.

Il tempo ha preso il sopravvento, la sua bellezza è svanita e la vita di sconfitte costanti ha aperto un crepaccio che le ha permesso di essere sconfitta in tutto ciò che faceva. Il desiderio di avere successo era ormai un lontano ricordo e oggi si guarda allo specchio chiedendosi chi sia la persona sconfitta dall'altra parte: la donna più anziana con uno scalpo di radi capelli grigi, viso rugoso per aver vissuto una vita dura, magro fragile giallo dita macchiate di nicotina che lavorano a salario minimo per arrivare a malapena a sbarcare il lunario. Ogni volta che la contatto mi dice che va tutto bene. Eppure dai suoi figli sento parlare della sofferenza che sopporta. Essere sfrattata da casa sua, dover vendere la sua auto molto al di sotto del prezzo di mercato per sbarcare il lunario. Riesco a leggere tra le righe quando mi parla. Non la capisco più e la mia vita privilegiata non riesce a capire le difficoltà che deve affrontare.

Conclusione

La mia ricerca familiare è stata biforcuta. Da un lato, la porta è stata sbattuta e ho ricevuto un rifiuto. Dall'altro, dall'altra parte del corridoio, la porta mi è stata aperta per incontrare i miei fratellastri. Il corridoio che conduce a mia sorella è stato eroso dalle termiti della vita, percorrendo un sentiero un tempo familiare ora pieno di navigazione attorno a una sorella instabile che ha sperperato la sua vita.

Ecco cosa mi ha insegnato la vita:

Non avere aspettative irrealistiche quando si tratta di cercare una famiglia.

La gamma di emozioni e risultati varierà con il viaggio di ogni persona.

Se stai cercando, preparati, potresti essere accolto a braccia aperte per incontrare una famiglia che potrebbe non voler avere niente a che fare con te. Quello che pensi accadrà potrebbe essere qualcosa di completamente diverso. Fai tesoro del viaggio.

Sono grato a tutte le persone che mi hanno aiutato lungo la strada per trovare la mia famiglia. Molte persone hanno fatto di tutto per aiutarmi e guidarmi attraverso il processo. A volte ci vuole pazienza e tempo perché le relazioni sboccino. Ovviamente può verificarsi anche il contrario. Come nel caso di mia sorella biologica, la nostra relazione si è deteriorata nel tempo e non riesco più a riconoscere la persona che è diventata.

 

Ricordando le origini

Qualche giorno fa sono stata invitata a partecipare alle riprese di Sarah Henke per cucinare con un famoso chef televisivo coreano 전현숙. È venuto in Germania per intervistare Sarah, una chef KAD che lavora in un ristorante e recentemente ha guadagnato l'ambita stella Michelin. Durante le riprese del programma tutti gli ospiti sono stati intervistati e hanno posto una serie di domande. Una delle domande era: "Quando è stata la prima volta che hai mangiato cibo coreano e ricordi di aver mangiato cibo coreano da bambino?"

Ricordando i gusti distinti: Nel 1990, sono stato erroneamente inviato al programma di addestramento sbagliato dall'esercito degli Stati Uniti. Mesi prima che iniziasse la mia formazione, mi ero iscritto a diventare un ingegnere, ma la cucina è diventata la mia nuova professione. Sono stato sorpreso di apprendere che stavo frequentando la scuola di cucina dell'esercito a Fort Lee, in Virginia. Uno dei miei istruttori era coreano e si chiamava SFC Park. Emigrò negli Stati Uniti da adolescente e aveva un forte accento coreano. I miei amici e io ridevamo ogni volta che ci diceva di mettere il cibo sul biscotto "merda" (foglio). Poche settimane dopo l'inizio del programma culinario sono diventato uno dei migliori studenti e mi è stato consigliato da SFC Park di essere uno degli studenti autorizzati a seguire un corso di cucina avanzato e ad allenarmi con un Master Chef la sera.

Diverse settimane dopo il mio allenamento, SFC Park mi ha preso da parte e mi ha chiesto se mi piaceva il cibo coreano. Ho risposto sinceramente e ho affermato che non sono mai cresciuto mangiando cibo coreano e non ricordavo di averlo mai mangiato. Quel fine settimana sono entrato nell'auto di SFC Park e ci siamo diretti a Richmond per l'annuale festival coreano della zona e ho banchettato con numerosi piatti coreani. Tutti i sapori erano nuovi ma meravigliosi! Mi sono rimpinzato di Bulgogi (carne per barbecue), Kimchee (cavolo fermentato) e Japchae (piatto di noodle con patate dolci). Un piatto ha attirato la mia attenzione mentre passaggiò dozzine di piatti e conteneva un tupperware di quelle che sembravano foglie d'albero. Sono stato informato che non erano foglie di albero ed erano foglie di sesamo "deliziose" chiamate Kkaennip. Presi una foglia, me la misi in bocca e cominciai a masticare. Non appena ho assaggiato le foglie aromatizzate distinte, ho capito immediatamente che l'avevo già mangiato prima. La mia faccia era piena di eccitazione e mi sono precipitata dal mio mentore di cucina e gli ho detto che mi ricordavo di aver mangiato il piatto quando ero giovane.

Ricordando i vestiti: Quando avevo 5 anni ho visitato la fattoria di mia nonna. È stata una decisione dell'ultimo minuto e mia nonna ha dovuto rovistare nell'armadio per cercare vestiti che potessi indossare fuori mentre la seguivo nelle sue faccende. Ricordo di averla vista buttare via sciarpe, guanti e cappelli di grandi dimensioni mentre venivano tirati fuori dall'armadio e confrontati con la mia piccola struttura. Un berretto attirò immediatamente la mia attenzione mentre lo tirava fuori dall'armadio. Era un berretto militare verde oliva con paraorecchie. Mi sono davvero emozionato e ho detto a mia nonna che ricordavo di aver visto una foto di mio padre che indossava un berretto simile quando vivevo in Corea. Mia nonna mi guardò e sorrise. Ha detto infatti: "Penso che tu abbia una grande memoria o una grande immaginazione".

Nel 1996, mi sono arruolato nell'esercito delle componenti attive e mi sono iscritto per andare nel luogo che avevo scelto. Ho rifiutato la possibilità di frequentare West Point e una borsa di studio completa alla St. John's University per avere la possibilità di arruolarmi in Corea e trovare la mia famiglia biologica. I medici appena assegnati a Camp Casey, situato a Dong-du-chon, sono stati inviati alla clinica per valutare le loro capacità e ricevere una formazione sul lavoro per 30 giorni prima di poter lavorare nell'unità assegnata. Durante la mia formazione, ho lavorato con la farmacista Sig.ra Kim. Mi ha guardato e mi ha chiesto se ero coreano. Le ho spiegato che sono stato adottato dalla Corea. Ho anche condiviso che stavo cercando la mia famiglia biologica e lei mi ha detto che avrebbe cercato di aiutare.

Il destino ha voluto che la signora Kim frequentasse il college con il direttore della Eastern Social Welfare Society e ha inviato alla sua amica una copia dei miei documenti di adozione. Entro la prima settimana, mi è stato comunicato che erano in grado di localizzare mia zia e lei è immediatamente venuta a trovarmi alla mia base per presentarmi a mio padre. Durante il mio primo incontro con mia zia, ho chiesto informazioni su una foto di mio padre che era appesa all'ingresso della nostra casa quando ero piccolo. Ha subito tirato fuori dalla borsa una foto in bianco e nero di mio padre che indossava il cappello e me l'ha data da tenere.

Ricordare le attività: Ero felicissimo di apprendere che sarei andato in Corea alla mia prima stazione di servizio come sottotenente appena coniato. Durante il mio secondo tour in Corea ho avuto il mio terzo innesco fisico che mi ha ricordato la mia infanzia in Corea prima di trasferirmi negli Stati Uniti. Un fine settimana stavo camminando per le strade con i miei compagni compagni luogotenenti della s1/506a fanteria (Banda di Brother's Unit) vicino alla nostra base a Munsan per trovare un posto dove mangiare carne alla griglia. Abbiamo camminato per diversi isolati alla ricerca di immagini di mucche o qualsiasi cosa che desse un'indicazione sul fatto che il ristorante servisse carne alla griglia. Abbiamo trovato un cartello con l'immagine di un maiale e una mucca dei cartoni animati, quindi siamo entrati per ordinare del cibo. George, il laureato alto e magro di West Point, emise versi da mucca per indicare che voleva ordinare il bulgogi. Ho riso di lui e gli ho detto che le mucche coreane non emettono gli stessi suoni delle mucche americane. Ci siamo fatti una bella risata sulle sue buffonate e ho notato che il ristorante usava carbone rotondo a forma di cilindro per cucinare la nostra carne. Ho chiamato i miei amici e ho raccontato loro di come mi ricordavo di mia nonna che cucinava su queste cose quando ero un ragazzo in Corea.

Nello stesso anno incontrai di nuovo mia zia e le chiesi della cucina dei miei nonni. Le ho detto che mi ricordavo di mia nonna che cucinava sulla brace e lei mi ha detto che era vero. Non era raro che i contadini cucinassero sui carboni che servivano per riscaldare il pavimento delle case. I cilindri di carbone servivano a un duplice scopo. Era sorpresa dal dettaglio delle cose che potevo ricordare della mia infanzia.

Cosa dicono gli esperti: Una settimana fa, mentre andavo al lavoro, ho ascoltato un recente episodio del podcast di Malcolm Gladwell. Riguarda come funziona effettivamente la memoria e come la comprensione di ciò si collega alla nostra relazione con la verità (il link del podcast è sotto). La sua conferenza multi-podcast afferma che non ci si può fidare dei ricordi a lungo termine. Gli individui hanno la tendenza a mascherare i ricordi con altre storie che sono state raccontate. Il podcast indica che le persone sono facilmente influenzabili dagli altri e dall'ambiente che ci circonda e non è raro che i nostri ricordi cambino nel tempo.

Jeffrey A. Vernon, un medico, ha riassunto bene il podcast dicendo: “La letteratura mostra che i nostri ricordi sono più fluidi e mutevoli con il tempo di quanto vorremmo credere; i nostri ricordi sono colorati dalle nostre emozioni sia al momento dell'evento che al momento del richiamo; e spesso contengono dettagli mai accaduti ma, piuttosto, vengono “compilati” in un secondo momento per “completare” il ricordo. La memoria dei nostri cervelli oberati di lavoro spesso non ha la capacità di attenzione o la potenza di elaborazione per assorbire e registrare costantemente l'intera vita che accade intorno.

Sono d'accordo con Mr. Gladwell e numerosi studi sul fatto che i nostri ricordi si frammentano e cambiano nel tempo. Ad esempio, il pesce che ho pescato al lago diventa più grande e il denaro che ho vinto al gioco del poker diventa più grande. Credo che ci siano ricordi a cui ci aggrappiamo e che possiamo conservare a lungo termine. Certo, alcuni dettagli possono essere confusi, ma le informazioni generali sono corrette. Spesso possiamo verificare questi importanti eventi con altri che hanno visto il momento con noi. Ricordo di aver guardato nei grandi occhi luminosi di mio figlio quando è nato. Ricordo di essere stato promosso al vertice dell'ospedale coreano in Afghanistan. So che questi eventi sono reali e li convalido.

In chiusura: Ho parlato con diverse migliaia di adottati attraverso interazioni faccia a faccia e attraverso i social media. Quando condivido i miei ricordi, molti adottati hanno espresso rammarico per non aver ricordato il loro passato. Molti avevano diversi anni più di me al momento dell'adozione (avevo 4,5 anni quando sono stato adottato negli Stati Uniti). Alcuni adottati metteranno in dubbio l'autenticità quando parlano della loro storia di adozione perché hanno difficoltà a ricordare dettagli o eventi prima di una certa età. Non credo che le persone debbano picchiarsi per non ricordare nulla. A volte il cervello dimentica per proteggersi. L'ho visto nell'esercito. Spesso chiamiamo l'evento fatica da battaglia, shock da conchiglia o combattere lo stress reazioni. Non è raro che il cervello si spenga e dimentichi le cose durante le situazioni stressanti.

Infine, i bambini possono invecchiare in momenti diversi. L'ho sperimentato con i miei figli, in cui un bambino aveva elevate capacità cognitive in età precoce rispetto all'altro figlio. Questa potrebbe essere un'altra spiegazione del motivo per cui le persone non riescono a ricordare: semplicemente non erano in un'età in cui il loro cervello era abbastanza sviluppato da ricordare. Penso che sia bene che gli individui respingano del tutto i loro pensieri a causa di questa incertezza. La memoria si dissipa e diventa nebbiosa anche per il più intelligente degli individui. Se senti di ricordare qualcosa che nessun altro fa, tienilo nella parte posteriore della tua mente e cerca di convalidare quei pensieri mentre impari di più sulla situazione. L'ho fatto e sono stato in grado di convalidare che fossero vere.

A proposito di Jayme

Più lettura:
http://revisionisthistory.com/episodes/24-free-brian-williams
Visualizza su Medium.com

 

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%