La ragazza che piange

ragazza che piange

Come fallisce il governo coreano

Sono stato di stanza in Corea per otto anni e ho fatto più di una dozzina di viaggi in Corea da quando sono partito nel 2007. Durante la mia ultima visita a Itaewon, mi sono imbattuto in una piccola statua in bronzo di una ragazza seduta su una sedia, accanto a un sedia, situata all'incrocio semaforico più vicino alla base militare statunitense. Ho letto l'iscrizione sulla targa e ho appreso che la statua di una giovane ragazza che indossa un tradizionale hanbok con i pugni chiusi commemora le circa 200.000 ragazze e donne che furono costrette a prostituirsi per servire i giapponesi durante la seconda guerra mondiale.

Attualmente, ci sono 40 statue di donne di conforto erette dentro e fuori la Corea del Sud, situate negli Stati Uniti, in Canada, in Australia e in Cina. La statua è un ricordo visibile dell'aberrante dolore e della sofferenza che i giapponesi hanno causato a così tante vite. Si ritiene che tre quarti di tutte le donne di conforto siano già morte e quelle che sono sopravvissute abbiano raccontato indicibili resoconti di torture.

Negli ultimi anni, molte donne di conforto sono state esplicite e hanno chiesto scuse e riparazione per ciò che hanno sopportato. Nel 1994, il governo giapponese ha istituito un fondo pubblico chiamato Fondo per le donne asiatiche (AWF) per fornire un risarcimento ai paesi in cui i giapponesi avevano occupato durante la guerra e ridotto in schiavitù le donne per lo sfruttamento sessuale. Negli ultimi anni, i cittadini coreani hanno protestato pubblicamente contro il governo giapponese per aver nascosto questa grave violazione sotto il tappeto. Il governo giapponese non ha mai ufficialmente riconosciuto né chiesto scusa per lo sfruttamento delle donne in questo modo.

Il monumento originale alle ex "donne di conforto" che servivano come schiave del sesso per i soldati giapponesi durante la seconda guerra mondiale - si trova nel distretto di Itaewon e di fronte all'ambasciata giapponese a Seoul

I giapponesi potrebbero imparare a fare la cosa giusta dai loro alleati della seconda guerra mondiale. Il governo tedesco si è scusato per le sue atrocità durante la seconda guerra mondiale e ha eretto un Memoriale per gli ebrei assassinati d'Europa a Berlino. Il governo degli Stati Uniti si è scusato cinque volte con i giapponesi americani per il loro coinvolgimento nel radunare i cittadini e mandarli nei campi di internamento. Inoltre, la Camera e il Senato degli Stati Uniti si sono scusati per le loro malefatte con i propri cittadini, scusandosi per la schiavitù e le leggi Jim Crow che imponevano la segregazione negli Stati Uniti.

Tuttavia, questa storia non finisce con i giapponesi. Sono d'accordo che le donne di conforto meritano sia scuse che riparazione per il loro dolore e sofferenza. Credo che questa sia la cosa giusta da fare. Ma voglio sottolineare l'ipocrisia del governo coreano poiché usa la stessa tattica e verbosità del governo giapponese su come affronta anche la questione dei 200.000 bambini sfollati per adozione internazionale. La società coreana ignora che gli adottati soffrono di traumi da adozione e di danni morali. Molti dei miei compagni adottati ricordano di essere stati costretti su un aereo e mandati tra le braccia di estranei. Il danno psicologico per molti adottati va oltre quell'esperienza e lo studio del Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti stima che la percentuale di persone adottate viste in contesti di salute mentale rientri nell'intervallo da 5 a 12%, o da 2,5 a 6 volte la percentuale di adottati. bambini nella popolazione generale.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista online di Pediatrics, le persone adottate hanno quasi quattro volte più probabilità di tentare il suicidio. L'Istituto per gli studi sulla famiglia ha appreso attraverso i loro studi che gli adottati hanno maggiori probabilità di avere difficoltà a scuola e hanno quattro volte più probabilità di ripetere un anno e tre volte più probabilità di essere espulsi da scuola. I risultati rosei promossi dai gruppi a favore dell'adozione negli Stati Uniti e altrove sono molto fuorvianti. I media ignorano in gran parte le storie di adozione che riguardano la morte, lo stupro, l'abuso e l'abbandono. Numerosi adottati hanno sopportato vite orribili, non dissimili da quelle delle donne di conforto.

Come le comfort women, gli adottati vengono ignorati dallo stesso governo che ha causato il dolore e la sofferenza iniziali. Gli adottati chiedono onestà quando le loro storie vengono condivise. Chiedono onestà e trasparenza. È statisticamente impossibile che tutti gli adottati siano stati abbandonati e lasciati alle porte di ogni stazione di polizia di Seoul.

Gli adottati hanno preso in mano la situazione e sono diventati videografi, condividendo le loro storie e mostrando i difetti nei dischi e nelle storie che sono state loro raccontate. La verità potrebbe essere che i registri dei bambini sono stati scambiati alla nascita o scambiati con altri bambini che avevano storie più favorevoli.

Gli adottati stanno parlando e vogliono che gli venga detta la verità anche se ciò significa che non c'è nulla nei nostri file. I programmi del governo che forniscono assistenza agli adottati sono in gran parte gestiti da cittadini coreani e hanno poco o nessun contributo da parte degli adottati. Come può il più grande stakeholder non avere voce nella progettazione dei programmi che dovrebbero sostenerlo? Non ha senso per il governo coreano assumere adottati coreani per sostenere altri adottati coreani?

La burocrazia e le bugie non si fermano qui. Numerose famiglie coreane sono state esplicite perché sono state loro date bugie e il girovagare quando chiedono di trovare i loro figli inviati all'estero. Inoltre, le organizzazioni che presumibilmente forniscono supporto agli adottati coreani sono in gran parte sorde e non motivate a fornire assistenza. Ho incontrato un adottato coreano a cui è stata diagnosticata un'insufficienza epatica e quando si è presentato per assistenza, gli è stato dato poco o niente ed è morto di una morte lenta e dolorosa.

Purtroppo non è un caso isolato. Gli adottati bloccati e deportati in Corea hanno contattato il governo coreano per risorse e supporto. Sono stati accolti con una pletora di richieste dal governo coreano per ottenere assistenza. Gli individui con possibili difficoltà di apprendimento o precedenti esperienze educative formali dovevano superare le lezioni di lingua coreana per ricevere benefici. I benefici dati non erano sufficienti per questi adottati per soddisfare i loro bisogni primari. Questi adottati si sono poi rivolti ai loro coetanei adottati per pagare beni di prima necessità come cibo e vestiti. Lo so per esperienza diretta.

Ho incontrato un adottato poco prima della sua morte e ho lavorato con organizzazioni guidate da adottati che raccolgono fondi per sostenere gli adottati deportati in crisi in Corea. Ho anche incontrato degli adottati che hanno eretto la statua in memoria dell'adottato assassinato Hyunsu O'Callaghan. La realtà è che il vero lavoro per gli adottati viene ancora dai compagni adottati.

3 NOV 15 L'articolo di Herold coreano affermava: “Kang Tae-in, un rappresentante di un gruppo di famiglie naturali coreane, ha affermato che non è vero che la maggior parte dei genitori naturali non vuole essere trovata. Ha detto che molti membri del suo gruppo hanno cercato di cercare i loro figli, solo per essere insultati e mentiti dalle agenzie di adozione”.

Il governo coreano impone restrizioni che rendono difficile per gli adottati trovare le loro famiglie biologiche. Gli adottanti sono stati costretti a risolvere i problemi da soli. Un gruppo di adottati coreani si è riunito per avviare un'organizzazione non governativa (ONG) chiamata 325KAMRA, in gran parte finanziata da Thomas Park Clement, un adottato coreano inviato in America. 325KAMRA è stata costituita perché non esisteva un database consolidato del DNA ampiamente disponibile per gli adottati coreani in tutto il mondo per cercare le loro famiglie biologiche. Ci sono circa 150.000+ adottati coreani in America e 50.000+ adottati coreani in Europa - molti di loro desiderano trovare una famiglia biologica in Corea.

La polizia sudcoreana ha un database separato che è stato avviato nel 2004 ed è stato utilizzato in gran parte per le persone scomparse. Gli adottati possono accedere a questo ma solo se i loro documenti di adozione affermano che non sono stati abbandonati dai loro genitori. Secondo un articolo del 2013, questo database della polizia conteneva 24.764 campioni di “persone scomparse (principalmente persone con disabilità intellettiva nelle istituzioni) mentre solo 1.732 familiari di persone scomparse avevano registrato il loro DNA in questo database. A partire dal 2013, dal 2004 si sono verificati solo 236 casi di ricongiungimento (minori di 14 anni (110 casi) e disabili (112 casi)).

325Kamra ha avuto un enorme successo rispetto al sistema chiuso stabilito in Corea.

A partire da novembre 2018, 325KAMRA ha consentito a 70 adottati di essere ricollegati alle famiglie biologiche attraverso corrispondenze di DNA, genealogia genetica e lavoro di indagine sul DNA. Inoltre, ci sono state almeno 100 corrispondenze per chiudere i familiari utilizzando test del DNA autosomico. Ciò significa che 170 adottati coreani hanno trovato una famiglia biologica attraverso l'uso di test del DNA autosomico negli ultimi tre anni. Questo è 72% di ciò che il database della polizia coreana ha prodotto in oltre un decennio. Ad oggi, Thomas Park Clement e 325Kamra hanno distribuito oltre 4.700 kit di DNA agli adottati coreani, principalmente negli Stati Uniti, in Europa e in Corea.

3 NOV 15 L'articolo di Herold coreano afferma: “Secondo la legge, si può accedere ai propri atti di nascita senza il permesso dei genitori naturali solo se il genitore naturale è morto o non può essere trovato, o l'adottato ha una condizione medica o altro motivo per così."

Personalmente penso che il governo coreano debba essere ricordato dei propri obblighi. Dovremmo usare le stesse tattiche che sono state usate dal governo coreano contro i giapponesi. Dovremmo erigere statue di ogni donna di conforto per ricordare loro che anche un altro gruppo di individui viene trascurato.

Consiglio di erigere una statua di una ragazza più giovane accovacciata a terra nel suo hanbok che piange. La ragazza piange perché è stata allontanata con la forza dalla sua terra d'origine ed esportata in un paese straniero tramite adozione internazionale. È una ragazza perché una percentuale maggiore di adottati inviati dalla Corea sono femmine.

Se non ci pronunciamo, il governo coreano continuerà a ridurre il sostegno promesso agli adottati. Ad oggi, il governo coreano ha già tagliato le spese operative che hanno finanziato i programmi adottati – programmi come il programma di scambio di viaggi che ha facilitato il tornare in patria per gli adottati. Ciò che è necessario correggere sono anche le lacune nel sistema legale coreano. Ad esempio, la legge sulle adozioni del 2012 dà agli adottati il diritto di richiedere i propri atti di nascita, ma la stessa richiesta non può essere concessa ai genitori biologici che desiderano effettuare la ricerca.

La Corea può essere un faro per altri paesi coinvolti nell'adozione internazionale, ma c'è ancora molto lavoro da compiere. Richiederà agli adottati di parlare e presentare una petizione al governo coreano per apportare cambiamenti reali. Prego che possiamo farlo prima che tutti i nostri genitori muoiano.

Letture di approfondimento (articoli citati):

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4475346/
https://www.theatlantic.com/health/archive/2015/10/the-adoption-paradox/409495/
http://crimemagazine.com/adoptees-who-kill-examining-psychological-societal-and-criminal-justice-ramifications-adopted-child
https://www.medscape.com/viewarticle/810625
https://www.economist.com/united-states/2017/06/24/adoptions-in-america-are-declining
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4009388/
http://koreajoongangdaily.joins.com/news/article/article.aspx?aid=3042845
Sii tenace: come recuperare la tua identità
http://www.koreaherald.com/view.php?ud=20151103001182

 

 

3 Risponde a “The Crying Girl”

  1. jaymekyopo (Jayme Hansen / Yoon Dong Jin) - marito padre amico adottato LTC nell'esercito degli Stati Uniti amante della vita nave di un buon viaggiatore del mondo anni '80 amante della musica cattivo ballerino scrittore schiavo di 2 bambini di pelliccia
    Jayme Hansen ha detto:

    Ho incontrato numerose persone. Volo da solo ogni anno per visitare la Corea.

  2. Anch'io ero un'adottato senza cittadinanza e ci sono voluti migliaia e diversi anni di paura di essere espulso, di non riuscire a trovare un lavoro, di diventare quasi un senzatetto, comprese le accuse di truffa al paese in cui ero cresciuto per aver vissuto come Ero stato portato a credere, un cittadino, perché la mia adozione non aveva incluso la mia cittadinanza lasciandomi a raddrizzarla all'età di 60 anni. Grazie Jayme per esserti fatto avanti e aver aiutato gli adottati in tutto il mondo ad avere voci e una possibilità attraverso il tuo lavoro con 352kamra forse un giorno avremo gli stessi diritti di tutti gli altri esseri umani, il diritto alle nostre famiglie in Corea.

lascia un commento cancella risposta

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%