Ricordando le origini

Qualche giorno fa sono stata invitata a partecipare alle riprese di Sarah Henke per cucinare con un famoso chef televisivo coreano 전현숙. È venuto in Germania per intervistare Sarah, una chef KAD che lavora in un ristorante e recentemente ha guadagnato l'ambita stella Michelin. Durante le riprese del programma tutti gli ospiti sono stati intervistati e hanno posto una serie di domande. Una delle domande era: "Quando è stata la prima volta che hai mangiato cibo coreano e ricordi di aver mangiato cibo coreano da bambino?"

Ricordando i gusti distinti: Nel 1990, sono stato erroneamente inviato al programma di addestramento sbagliato dall'esercito degli Stati Uniti. Mesi prima che iniziasse la mia formazione, mi ero iscritto a diventare un ingegnere, ma la cucina è diventata la mia nuova professione. Sono stato sorpreso di apprendere che stavo frequentando la scuola di cucina dell'esercito a Fort Lee, in Virginia. Uno dei miei istruttori era coreano e si chiamava SFC Park. Emigrò negli Stati Uniti da adolescente e aveva un forte accento coreano. I miei amici e io ridevamo ogni volta che ci diceva di mettere il cibo sul biscotto "merda" (foglio). Poche settimane dopo l'inizio del programma culinario sono diventato uno dei migliori studenti e mi è stato consigliato da SFC Park di essere uno degli studenti autorizzati a seguire un corso di cucina avanzato e ad allenarmi con un Master Chef la sera.

Diverse settimane dopo il mio allenamento, SFC Park mi ha preso da parte e mi ha chiesto se mi piaceva il cibo coreano. Ho risposto sinceramente e ho affermato che non sono mai cresciuto mangiando cibo coreano e non ricordavo di averlo mai mangiato. Quel fine settimana sono entrato nell'auto di SFC Park e ci siamo diretti a Richmond per l'annuale festival coreano della zona e ho banchettato con numerosi piatti coreani. Tutti i sapori erano nuovi ma meravigliosi! Mi sono rimpinzato di Bulgogi (carne per barbecue), Kimchee (cavolo fermentato) e Japchae (piatto di noodle con patate dolci). Un piatto ha attirato la mia attenzione mentre passaggiò dozzine di piatti e conteneva un tupperware di quelle che sembravano foglie d'albero. Sono stato informato che non erano foglie di albero ed erano foglie di sesamo "deliziose" chiamate Kkaennip. Presi una foglia, me la misi in bocca e cominciai a masticare. Non appena ho assaggiato le foglie aromatizzate distinte, ho capito immediatamente che l'avevo già mangiato prima. La mia faccia era piena di eccitazione e mi sono precipitata dal mio mentore di cucina e gli ho detto che mi ricordavo di aver mangiato il piatto quando ero giovane.

Ricordando i vestiti: Quando avevo 5 anni ho visitato la fattoria di mia nonna. È stata una decisione dell'ultimo minuto e mia nonna ha dovuto rovistare nell'armadio per cercare vestiti che potessi indossare fuori mentre la seguivo nelle sue faccende. Ricordo di averla vista buttare via sciarpe, guanti e cappelli di grandi dimensioni mentre venivano tirati fuori dall'armadio e confrontati con la mia piccola struttura. Un berretto attirò immediatamente la mia attenzione mentre lo tirava fuori dall'armadio. Era un berretto militare verde oliva con paraorecchie. Mi sono davvero emozionato e ho detto a mia nonna che ricordavo di aver visto una foto di mio padre che indossava un berretto simile quando vivevo in Corea. Mia nonna mi guardò e sorrise. Ha detto infatti: "Penso che tu abbia una grande memoria o una grande immaginazione".

Nel 1996, mi sono arruolato nell'esercito delle componenti attive e mi sono iscritto per andare nel luogo che avevo scelto. Ho rifiutato la possibilità di frequentare West Point e una borsa di studio completa alla St. John's University per avere la possibilità di arruolarmi in Corea e trovare la mia famiglia biologica. I medici appena assegnati a Camp Casey, situato a Dong-du-chon, sono stati inviati alla clinica per valutare le loro capacità e ricevere una formazione sul lavoro per 30 giorni prima di poter lavorare nell'unità assegnata. Durante la mia formazione, ho lavorato con la farmacista Sig.ra Kim. Mi ha guardato e mi ha chiesto se ero coreano. Le ho spiegato che sono stato adottato dalla Corea. Ho anche condiviso che stavo cercando la mia famiglia biologica e lei mi ha detto che avrebbe cercato di aiutare.

Il destino ha voluto che la signora Kim frequentasse il college con il direttore della Eastern Social Welfare Society e ha inviato alla sua amica una copia dei miei documenti di adozione. Entro la prima settimana, mi è stato comunicato che erano in grado di localizzare mia zia e lei è immediatamente venuta a trovarmi alla mia base per presentarmi a mio padre. Durante il mio primo incontro con mia zia, ho chiesto informazioni su una foto di mio padre che era appesa all'ingresso della nostra casa quando ero piccolo. Ha subito tirato fuori dalla borsa una foto in bianco e nero di mio padre che indossava il cappello e me l'ha data da tenere.

Ricordare le attività: Ero felicissimo di apprendere che sarei andato in Corea alla mia prima stazione di servizio come sottotenente appena coniato. Durante il mio secondo tour in Corea ho avuto il mio terzo innesco fisico che mi ha ricordato la mia infanzia in Corea prima di trasferirmi negli Stati Uniti. Un fine settimana stavo camminando per le strade con i miei compagni compagni luogotenenti della s1/506a fanteria (Banda di Brother's Unit) vicino alla nostra base a Munsan per trovare un posto dove mangiare carne alla griglia. Abbiamo camminato per diversi isolati alla ricerca di immagini di mucche o qualsiasi cosa che desse un'indicazione sul fatto che il ristorante servisse carne alla griglia. Abbiamo trovato un cartello con l'immagine di un maiale e una mucca dei cartoni animati, quindi siamo entrati per ordinare del cibo. George, il laureato alto e magro di West Point, emise versi da mucca per indicare che voleva ordinare il bulgogi. Ho riso di lui e gli ho detto che le mucche coreane non emettono gli stessi suoni delle mucche americane. Ci siamo fatti una bella risata sulle sue buffonate e ho notato che il ristorante usava carbone rotondo a forma di cilindro per cucinare la nostra carne. Ho chiamato i miei amici e ho raccontato loro di come mi ricordavo di mia nonna che cucinava su queste cose quando ero un ragazzo in Corea.

Nello stesso anno incontrai di nuovo mia zia e le chiesi della cucina dei miei nonni. Le ho detto che mi ricordavo di mia nonna che cucinava sulla brace e lei mi ha detto che era vero. Non era raro che i contadini cucinassero sui carboni che servivano per riscaldare il pavimento delle case. I cilindri di carbone servivano a un duplice scopo. Era sorpresa dal dettaglio delle cose che potevo ricordare della mia infanzia.

Cosa dicono gli esperti: Una settimana fa, mentre andavo al lavoro, ho ascoltato un recente episodio del podcast di Malcolm Gladwell. Riguarda come funziona effettivamente la memoria e come la comprensione di ciò si collega alla nostra relazione con la verità (il link del podcast è sotto). La sua conferenza multi-podcast afferma che non ci si può fidare dei ricordi a lungo termine. Gli individui hanno la tendenza a mascherare i ricordi con altre storie che sono state raccontate. Il podcast indica che le persone sono facilmente influenzabili dagli altri e dall'ambiente che ci circonda e non è raro che i nostri ricordi cambino nel tempo.

Jeffrey A. Vernon, un medico, ha riassunto bene il podcast dicendo: “La letteratura mostra che i nostri ricordi sono più fluidi e mutevoli con il tempo di quanto vorremmo credere; i nostri ricordi sono colorati dalle nostre emozioni sia al momento dell'evento che al momento del richiamo; e spesso contengono dettagli mai accaduti ma, piuttosto, vengono “compilati” in un secondo momento per “completare” il ricordo. La memoria dei nostri cervelli oberati di lavoro spesso non ha la capacità di attenzione o la potenza di elaborazione per assorbire e registrare costantemente l'intera vita che accade intorno.

Sono d'accordo con Mr. Gladwell e numerosi studi sul fatto che i nostri ricordi si frammentano e cambiano nel tempo. Ad esempio, il pesce che ho pescato al lago diventa più grande e il denaro che ho vinto al gioco del poker diventa più grande. Credo che ci siano ricordi a cui ci aggrappiamo e che possiamo conservare a lungo termine. Certo, alcuni dettagli possono essere confusi, ma le informazioni generali sono corrette. Spesso possiamo verificare questi importanti eventi con altri che hanno visto il momento con noi. Ricordo di aver guardato nei grandi occhi luminosi di mio figlio quando è nato. Ricordo di essere stato promosso al vertice dell'ospedale coreano in Afghanistan. So che questi eventi sono reali e li convalido.

In chiusura: Ho parlato con diverse migliaia di adottati attraverso interazioni faccia a faccia e attraverso i social media. Quando condivido i miei ricordi, molti adottati hanno espresso rammarico per non aver ricordato il loro passato. Molti avevano diversi anni più di me al momento dell'adozione (avevo 4,5 anni quando sono stato adottato negli Stati Uniti). Alcuni adottati metteranno in dubbio l'autenticità quando parlano della loro storia di adozione perché hanno difficoltà a ricordare dettagli o eventi prima di una certa età. Non credo che le persone debbano picchiarsi per non ricordare nulla. A volte il cervello dimentica per proteggersi. L'ho visto nell'esercito. Spesso chiamiamo l'evento fatica da battaglia, shock da conchiglia o combattere lo stress reazioni. Non è raro che il cervello si spenga e dimentichi le cose durante le situazioni stressanti.

Infine, i bambini possono invecchiare in momenti diversi. L'ho sperimentato con i miei figli, in cui un bambino aveva elevate capacità cognitive in età precoce rispetto all'altro figlio. Questa potrebbe essere un'altra spiegazione del motivo per cui le persone non riescono a ricordare: semplicemente non erano in un'età in cui il loro cervello era abbastanza sviluppato da ricordare. Penso che sia bene che gli individui respingano del tutto i loro pensieri a causa di questa incertezza. La memoria si dissipa e diventa nebbiosa anche per il più intelligente degli individui. Se senti di ricordare qualcosa che nessun altro fa, tienilo nella parte posteriore della tua mente e cerca di convalidare quei pensieri mentre impari di più sulla situazione. L'ho fatto e sono stato in grado di convalidare che fossero vere.

A proposito di Jayme

Più lettura:
http://revisionisthistory.com/episodes/24-free-brian-williams
Visualizza su Medium.com

 

lascia un commento cancella risposta

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%