Quando saranno forniti dal governo federale i servizi per gli adottanti internazionali?

L'ultimo Comunicato stampa LifeWorks da un venditore di adozioni internazionali di nuova costituzione LifeWorks  (senza precedente esperienza nel sostegno all'adozione internazionale) è frustrante e deludente per non dire altro! Un altro AU$3.5m in aggiunta agli $20+ milioni spesi per stabilire il Linea diretta 1800 per futuri genitori! Per non parlare di questo sembra essere una duplicazione dei servizi forniti dallo Stato già per i futuri genitori che sono stati approvati e in attesa! Complessivamente entro il 2019, il governo australiano avrà speso fino ad oggi $33,6 milioni, non è stato speso un centesimo per fornire servizi agli adulti adottati internazionali il cui numero è di gran lunga superiore al numero di bambini che potrebbero entrare nel paese nel prossimo 3 anni – considerando il calo delle adozioni internazionali in Australia e riflessa in tutto il mondo!  L'anno scorso solo 77 bambini sono arrivati in Australia tramite adozione internazionale.

Sono stato coinvolto nella difesa dei diritti degli adulti adottati all'estero in Australia e nel mondo dal 1998. Mi è stato concesso l'unico ruolo di "rappresentante degli adottati" ufficialmente assegnato su 15 nell'istituzione del governo Rudd del National InterCountry Advisory Group (NICAAG ), iniziata nel maggio 2008 a seguito delle raccomandazioni del Inchiesta del Senato del 2005 sull'adozione all'estero in Australia sotto il governo Howard. Il ruolo di NICAAG era quello di consultare e consigliare il Dipartimento del Procuratore Generale in materia di adozione internazionale. Gli altri 13 ruoli erano genitori adottivi, un paio di loro in doppio ruolo di professionisti o ricercatori, e un altro adottato che WA aveva saggiamente incluso nei loro due ruoli statali. A quel tempo, mi sentivo come l'adottato simbolico. Un paio di anni dopo, il gruppo includeva un altro ruolo ufficiale di adozione e una madre 1st/naturale/biologica e altri professionisti che non erano anche genitori adottivi.

Gruppo NICAAG originale fondato nel 2008

Al momento della chiusura di NICAAG da parte di Tony Abbott nel dicembre 2013, avevamo già identificato molte lacune nella fornitura di servizi e il governo australiano stava già lavorando all'armonizzazione dei servizi per i futuri genitori tra Stati/Territori, limitati nella realtà dei nostri vari Stati e Leggi di famiglia del territorio che sono alla base dell'adozione. Questo $33,6 milioni avrebbe potuto essere speso meglio per colmare le "lacune" che NICAAG aveva identificato. Una delle aree più grandi era ed è tuttora, i servizi di supporto post adozione per adulti adottati e famiglie adottive esistenti, specialmente durante gli anni dell'adolescenza e della prima età adulta. Ad esempio, servizi di consulenza psicologica per formare professionisti (medici, psicologi, psichiatri, assistenti sociali, insegnanti) alla comprensione del trauma su cui si basa l'adozione e delle complessità aggiuntive che l'adozione internazionale comporta; materiale educativo per insegnanti da fornire nelle scuole, chiese, centri comunitari, per aiutare i bambini adottati a crescere in ambienti in cui la loro esperienza di adozione è compresa più profondamente al di fuori della loro famiglia adottiva immediata; finanziamenti per gruppi guidati da adottati per fornire meglio ciò che è già dato ma su base volontaria; servizi di ricongiungimento e rintracciabilità estremamente necessari; ritiri di guarigione per adulti adottati all'estero; Test del DNA e un database centrale del DNA che includa il DNA degli adulti che hanno rinunciato; ricerca sui risultati a lungo termine dell'adozione internazionale, sulle fasi di sviluppo in cui il supporto post-adozione è più necessario e sui tassi di interruzione dell'adozione internazionale.

I governi di accoglienza continuano a promuovere e spingere l'adozione internazionale come "la soluzione" per molte questioni relative al benessere dei bambini, eppure lo fanno con poche ricerche per sostenere la loro affermazione che si tratta di una soluzione incentrata "sul miglior interesse del bambino". Forse a breve termine come soluzione alla povertà o alla mancanza di opzioni di stabilità per molte famiglie naturali, l'adozione internazionale potrebbe essere vista come il miglior risultato, ma ciò che non è stato misurato è se c'è un positivo impatto emotivo, culturale, sociale, e risultato economico per l'adottato o la famiglia biologica a lungo termine!

Ricerche condotte in altri paesi riceventi come Svezia hanno dimostrato che gli adottati all'estero soffrono a un tasso molto maggiore di problemi di salute mentale e hanno molte più probabilità di diventare beneficiari di assistenza sociale. Eppure l'Australia ha fatto poche o nessuna ricerca su come noi australiani adottati all'estero se la caveremo a lungo termine e ciò che non viene preso in considerazione è il costo a lungo termine per il paese. Fornendo bambini alle famiglie tramite l'adozione internazionale, il governo australiano non solo spende milioni per aiutarli a realizzare il loro sogno, ma potrebbe anche costare milioni a lungo termine a causa dei risultati non studiati che si verificano nella realtà. Il mio punto è che se l'Australia vuole fornire bambini per le famiglie, allora hai anche la responsabilità etica di garantire che i risultati di questi bambini a lungo termine siano i più positivi possibile.

L'anno scorso ho passato del tempo a riunire gli adulti adottati internazionali interessati ea fare pressioni sul governo australiano sotto la guida di Tony Abbott, che ha smantellato il NICAAG e ha lasciato la comunità delle adozioni internazionali con poche possibilità di consultazione della comunità. Ora nella leadership di Malcolm Turnbull non è cambiato nulla se non continuare con la spinta a spendere soldi in apparenza di aumentare il numero di bambini acquistati qui.. ma nonostante la quantità di denaro spesa finora e le promesse dell'era di Tony Abbott, non un bambino in più è ancora arrivato né un giorno ha tolto alcun processo di "burocrazia". Allora per cosa vengono spesi tutti questi soldi? Quanto è logica questa spinta data la tendenza mondiale dei paesi di origine a cercare di provvedere meglio ai propri e quindi la riduzione dei bambini disponibili per l'adozione internazionale? Per non parlare delle nostre questioni di protezione dell'infanzia domestica richiedono molta più attenzione e consultazione all'interno della comunità locale di adozione/assistenza permanente. E chi sta misurando i risultati di tutti questi milioni spesi?

Come adulto adottato all'estero, devo mettere in discussione il senso nello spendere tutti questi soldi quando altrimenti avrebbe potuto aiutarci ad affrontare i problemi già qui, affrontati quotidianamente dalle famiglie adottive e dagli adulti adottati all'estero. O per essere più pragmatici e focalizzati sugli "interessi del bambino", avremmo potuto aiutare i paesi di invio, come il Vietnam, a creare le infrastrutture tanto necessarie per sostenere le proprie famiglie soprattutto nell'area dei bisogni speciali/disabilità, eliminando la necessità di adozione.

Il governo australiano è stato troppo colpito dagli sforzi di lobby di coloro i cui interessi non riguardano prima di tutto i bambini che crescono, ma il loro desiderio di formare una famiglia a causa della loro ricchezza, potere e privilegio in un mondo pieno di disuguaglianze.

Chiedo, quando i nostri politici e il governo australiano ci tratteranno come qualcosa di più di semplici adottati simbolici nelle loro consultazioni e spese?

7 Risponde a “When will Intercountry Adoptee Services be provided by Federal Government?”

  1. L'ho ribloggato su La vita di Von e ha commentato:
    Non finisce mai? Le lotte degli adottati in un'area o nell'altra per il riconoscimento, la convalida, i diritti e il trattamento rispettoso: quando cesseremo di essere di seconda classe, esclusi, lasciati indietro? Molti lo percepiranno come un adulto adottato "brivido", ma si mettono nei nostri panni.

  2. Sì, dopo così tanti anni su NICAAG e così tanti viaggi, quindi Melbourne e Canberra usando fondi personali, parlando, segnalando, supportando, negoziando .... Sono sconcertato dalla quantità di denaro che continua a essere speso per ICA nelle aree MENO efficaci. È ancora così difficile capire perché il governo sia così restio ad affrontare i fondamenti dell'adozione internazionale. Le questioni sono state chiaramente presentate loro attraverso indagini indipendenti e interne. È stata presa una posizione controproducente quando è stato chiesto di dare priorità e andare avanti nell'area dei servizi di supporto post-adozione in corso per tutta la vita. Occhi tristi, poche lacrime versate e sguardi comprensivi non sono utili. Le risposte senza azioni utili da seguire, diventano sforzi simbolici economici, vuoti e condiscendenti.

    Noi adulti adottati abbiamo la stessa età dei futuri genitori adottivi, siamo coetanei con loro. Percorriamo insieme la strada della genitorialità. Non possiamo più essere spacciati per le voci "minori" in questa arena. Gli adottati NON sono cittadini australiani di seconda mano dove i nostri bisogni di essere supportati dal nostro governo sono inferiori ai potenziali genitori australiani. Allora perché la disparità di fondi e risorse? Il governo non può più rivendicare l'ignoranza. Ho aiutato a ottenere le informazioni richieste e di cui avevano bisogno personalmente.

    Sono sicuro che potremmo tutti sederci e dire "Potrebbe andare peggio!" e infatti potrebbe essere.
    Ma come mi ha mostrato il viaggio della mia vita, può essere anche molto meglio. Quindi, mentre osserviamo milioni delle nostre tasse che vengono versate nella duplicazione del re-branding dei servizi esistenti, mentre il governo sorride e sventola la bandiera in cima alla collina, serve solo a ingrandire il grande buco aperto accanto a loro mentre ballano intorno ad esso , cercando di evitare di caderci dentro o di ripararlo.

lascia un commento cancella risposta

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%