È una settimana nera per gli adottati in Europa

di Soorien Zeldenrust e Dong-Mi Engels che scrivono questo articolo per conto del Coaching adottato e adottivo (AFC) squadra, Paesi Bassi.

Immagine: Charlie Mackesy

Stare fermi con l'oggi, con la vita, sopravvivere e arrendersi. Sei stanco e non vuoi più sentirti. Desideri trovare un percorso, lontano dal dolore e dalla tristezza.

Un giorno in cui 6 denunce di suicidio di adottati internazionali, avvenuti tutti intorno al capodanno, sono ora arrivate ai nostri colleghi di Adoptee & Foster Coaching (AFC). Uno dall'India, due dalla Corea, tutti e 3 adottati nei Paesi Bassi; uno dall'India, uno dal Cile, entrambi adottati in Belgio; uno dal Cile adottato in Germania.

Rendere sopportabile l'insopportabile

Il tuo corpo si è spezzato nel momento in cui sei stato separato dal tuo impegno più grande: tua madre e le tue origini. Una volta in una nuova famiglia e in un altro paese sarai obbligato ad attaccarti a questo. Non solo dall'ambiente, ma anche da te stesso per sopravvivere. Da bambino puoi stare con te stesso solo adattandoti. Quando i "problemi" arrivano in seguito, verranno minimizzati o l'ambiente circostante cercherà di "risolvere il problema". Dopotutto, eri così ben sistemato (leggi: devastato).

Stai invecchiando, la sensazione indimenticabile e l'essere diversi da ciò che ti circonda rimane presente nel profondo e lentamente sale in superficie. Presto si arriva al punto che non si possono più ignorare problemi relazionali (ricorrenti), problemi sul posto di lavoro o problemi di salute. Dove dovresti cercarlo e con chi dovresti stare? C'è qualcuno che può davvero capire cosa stai passando e cosa provi? Di solito non nelle tue immediate vicinanze e nemmeno dai professionisti regolari. Eppure vuoi porre fine al dolore intenso, alla tristezza non elaborata e al (doppio) dolore. Desideri la fine del desiderio di una casa o di un luogo, quel desiderio di hiraeth, una profonda nostalgia.

Alcuni di noi raggiungono un punto in cui non vogliono più sentire tutto questo e non possono più sopportare il confronto. Si sentono anche in colpa nei confronti dei loro genitori adottivi perché non riescono a sopportare la pressione di essere "felici". Sono finiti.

Condividendo questi pensieri senza speranza e le più grandi paure con persone che la pensano allo stesso modo, puoi sfondare questo e sentirai che non sei più solo. Va davvero meglio. Puoi gestire questo dolore e imparare ad abbracciarlo perché lo capirai e non dovrai mai più indossarlo da solo.

Noi allenatori dell'AFC purtroppo non possiamo impedire quello che è successo lo scorso capodanno. Ci sono persone adottate che non vedono via d'uscita. Tutto quello che possiamo fare è essere lì per te quando sei pronto per raggiungere e chiedere supporto. Dando riconoscimento e condivisione, vogliamo farti sapere che non sei solo e che c'è un posto dove imparare ed essere te stesso, con tutte le tue domande, tristezza, paure e pensieri. Fatti conoscere e fatti ascoltare. Forniamo un orecchio che ascolta, la corretta assistenza post-vendita e la necessaria consapevolezza nel mondo esterno.

Contattaci al AFC o qualsiasi professionista adottato situati in tutto il mondo se desideri supporto.

Puoi contribuire ad aumentare la consapevolezza dell'aumento del rischio di suicidio tra gli adottati condividendo il nostro post. Vedi anche il Memoriali internazionali degli adottati ICAV pagina.

In tutto il mondo, gli adottati internazionali si suicidano 4-5 volte di più rispetto alla media dei non adottati. Ciò si verifica soprattutto quando gli adottati non riescono a trovare i loro primi genitori e parenti e sono molto vulnerabili durante le festività natalizie.

Per le migliaia di compagni adottati che non sono più in mezzo a noi, condividiamo Doppio concerto di Bach in re minore 2° movimento in loro onore.

Hilbrand Westra, fondatore dell'AFC

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%