Dobbiamo parlare del suicidio degli adottati, ora

di Lina Vanegas adottato dalla Colombia negli USA, RSU.

È imperativo iniziare a parlare apertamente e onestamente del suicidio degli adottati. Gli adottati hanno 4 volte più probabilità di tentare il suicidio. Questo è un numero allarmante e la maggior parte delle persone non è nemmeno a conoscenza di questo fatto. Troppi adottati sono morti e stanno morendo. Gli adottati non sono visti come un gruppo emarginato. La nostra esperienza vissuta di vulnerabilità e di esposizione a traumi complessi non è riconosciuta dalla società. Gli adottati sono considerati "fortunati", "salvati/salvati", a cui è stata data una "vita migliore" e molti si aspettano che siamo grati che è davvero la narrativa che dobbiamo smantellare affinché la società ci veda, ci convalidi, ci sostenga e creare un mondo inclusivo, sicuro e affermativo per gli adottati.

Il suicidio è un argomento così scomodo e difficile da discutere. La società tende ad evitare le conversazioni quando sono a disagio. Il cambiamento e la crescita avvengono dal disagio. La comunità ha bisogno di appoggiarsi rapidamente a queste conversazioni perché gli adottati stanno morendo. Il disagio che provano i membri della comunità è nulla in confronto al dolore immenso, alla solitudine, alla tristezza che provano le persone che contemplano il suicidio, tentano il suicidio e muoiono per suicidio. Anche le persone che hanno perso una persona cara a causa del suicidio provano molto dolore.

Le nostre conversazioni sul suicidio degli adottati devono essere inquadrate per i membri della comunità sul fatto che essere separati dalle nostre madri è un trauma che può predisporci a problemi di salute mentale come PTSD, depressione, suicidio e anche dipendenza, disturbi alimentari, autolesionismo e tossici. relazioni. Una volta che le persone saranno in grado di cogliere il trauma della separazione, penso che saranno in grado di capire come predispone gli adottati alle lotte per la salute mentale. C'è un conflitto tra ciò che le persone sentono sull'adozione e credono che sia vero e la realtà dell'adozione. Una volta che le persone apprendono la realtà dell'adozione, penso che sarà più facile per loro comprendere la crisi di salute mentale che stanno vivendo gli adottati.

Per supportare gli adottati, abbiamo bisogno di membri della comunità che comprendano gli adottati. I membri della comunità devono capire che i sintomi che vedono negli adottati che sono legati alla salute mentale sono molto spesso il risultato del nostro trauma. Se le persone possono capire questo, penso che l'empatia e la comprensione nei confronti del suicidio degli adottati saranno molto maggiori. Anche gli adottati devono essere compresi in ogni sistema e istituzione in modo che possano essere visti e aiutati. Ad esempio, se un adottato va in un ospedale psichiatrico o in un pronto soccorso perché ha tentato il suicidio o ha un piano di suicidio e i fornitori non capiscono il trauma dell'adozione, allora non c'è modo che possano aiutare l'adottato con il loro trauma. Molto probabilmente il fornitore diagnosticherà e prescriverà farmaci all'adottato. Questo non farà nulla per aiutare l'adottato ad affrontare il trauma e iniziare a guarire.

Sarebbe utile se ci fossero gruppi di supporto per adottati che fossero prontamente disponibili e pubblicizzati. Molti di noi fanno parte di questi gruppi, ma generalmente funzionano attraverso il passaparola. Sarebbe fantastico se i professionisti del settore della salute mentale facessero più ricerche sugli adottati. Abbiamo bisogno che la Fondazione americana per la prevenzione del suicidio faccia ricerche specifiche sugli adottati. La ricerca sarebbe quindi in grado di informare la consapevolezza, l'educazione, la prevenzione e il supporto intorno al suicidio degli adottati. È importante che vengano valutate le barriere per gli adottati che cercano aiuto medico, mentale, terapeutico o psichiatrico e quindi si trovino soluzioni per rendere le cose più affermative, inclusive e sicure per gli adottati. Se gli adottati non cercano aiuto, non saranno in grado di ricevere aiuto e vogliamo assicurarci che cerchino aiuto quando necessario e che sia facilmente accessibile. Ad esempio, è molto stimolante e spaventoso andare dal medico senza una storia medica ed è un enorme innesco che viene chiesto ogni volta: "Hai aggiornamenti sulla tua storia medica familiare?" o "Qual è la tua storia familiare?". È anche stimolante ascoltare i commenti dei fornitori sull'adozione quando diciamo ai fornitori che siamo stati adottati. Ho parlato con molti adottati che mi hanno detto che evitano il medico per questi motivi. Anch'io ho evitato gli appuntamenti perché può essere molto stimolante e faticoso spiegarmi continuamente ed essere al posto di dover sentire come se dovessi educare il fornitore. A volte i fornitori sono ricettivi e altre volte sono molto condiscendenti, il che aggiunge molto a una situazione già scatenante. Questo tipo di interazione negativa può essere un deterrente per qualsiasi adottato che cerchi ulteriori cure.

Foto: Consiglio del Queensland

 Sarebbe fantastico se ci fosse una linea di crisi per gli adottati. Una linea di crisi sarebbe molto valida perché l'adottato non avrebbe bisogno di spiegare se stesso o l'adozione. Gli adottanti hanno bisogno di risorse e supporto che siano sicuri, inclusivi e affermativi. A volte le persone si sentono più a loro agio a inviare SMS o a prendere il telefono piuttosto che andare di persona o partecipare a una chiamata virtuale con zoom. Sarebbe anche molto utile se quando vengono registrati i decessi per suicidio, che lo stato di adozione della persona sia incluso nei dati. Le informazioni potrebbero essere ulteriormente suddivise per includere la razza, l'adozione domestica o internazionale transrazziale o l'esperienza di affidamento. Questo ci darebbe un'idea di come meglio modellare la consapevolezza, l'educazione, il sostegno e la prevenzione. Ci darà anche statistiche più accurate sul suicidio degli adottati.

Uno dei modi in cui la comunità può supportare gli adottati che vivono con una perdita per suicidio sarebbe quello di comprendere prima l'adozione e il trauma e come i tentativi di suicidio e le morti siano alti nella comunità. Sarebbe un enorme passo avanti per gli adottati per sentirsi visti e ascoltati. È così doloroso passare attraverso una perdita suicida e sarebbe estremamente valido essere compreso. Sperimentare la perdita per suicidio come adottato può far emergere molti argomenti simili con cui si può lottare intorno all'adozione come l'abbandono, l'indegnità o il non essere abbastanza bravi, il dolore, il trauma, la perdita, il sentirsi soli e molte altre cose.

Per le famiglie che hanno perso un adottato a causa del suicidio, sarebbe anche utile per la comunità comprendere l'adozione, il trauma e i tassi allarmanti di suicidio. Le famiglie dovrebbero anche avere a disposizione servizi di supporto che dovrebbero includere fornitori di servizi di salute mentale e gruppi di supporto competenti per l'adozione e informati sul trauma. Abbiamo tutti bisogno e meritiamo supporto per affrontare la perdita dei suicidi.

Sarebbe bello avere membri della comunità in grado di supportare gli adottati e i familiari che stanno vivendo un suicidio, ascoltandoli senza giudizio. La perdita per suicidio per un adottato è super complicata perché abbiamo già sperimentato così tante perdite e questo è un altro trauma che può essere molto scatenante. Come sopravvissuto a un suicidio, apprezzo davvero chiunque sappia ascoltare senza giudizio. È essenziale non fare domande come, perché sono morti, come sono morti, sapevi che erano depressi, se hanno lasciato un biglietto d'addio. Ancora una volta, ascoltare è davvero la cosa più valida e importante che le persone possono fare l'una per l'altra. Se non capiamo il suicidio, allora dovremmo fare la nostra parte per educarci leggendo, ascoltando blog e partecipando agli eventi. Non dovremmo chiedere a qualcuno che ha appena perso qualcuno per suicidio di fare il lavoro emotivo di educarci. Sono in lutto e hanno bisogno del nostro sostegno.

Dobbiamo iniziare a parlare del suicidio degli adottati adesso. Non sta andando via e i numeri sono allarmanti. Se creiamo consapevolezza ed educazione nella nostra comunità, porterà a un mondo più inclusivo, affermativo e sicuro per gli adottati. Troppi di noi stanno morendo o sono morti. Se ci sentiamo al sicuro e a nostro agio, incoraggio le persone ad avere queste conversazioni con gli altri quando arriva il momento. Ogni conversazione può essere utile ed è un'opportunità per piantare semi, creare cambiamento, educare, creare consapevolezza, parlare di prevenzione e iniziare ad affrontare il tema del suicidio degli adottati che porterà a salvare vite umane. Mi piacerebbe vivere in un mondo in cui le statistiche sui suicidi per gli adottati sono notevolmente ridotte e idealmente inesistenti. 

Leggi la prima parte della serie suicida di Lina: Affrontare la perdita del suicidio dell'adozione

Altre risorse sul suicidio degli adottati

Affrontare il suicidio dell'adottato
Pagina commemorativa dell'ICAV
Giornata della memoria degli adottati
È una settimana nera per gli adottati in Europa

2 Risponde a “We Need To Talk About Adoptee Suicide, Now”

lascia un commento cancella risposta

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%