Chi sono?

CBEE744C-E5B1-46B4-B559-3C535F07D382.jpeg

Per molti di noi l'adozione è una croce che dobbiamo portare da soli. Le fitte profonde della solitudine, del vuoto e del dolore persistono, anche sullo sfondo perfetto di una vita piena di successo e ricchezza. Anche in mezzo alla folla, posso ancora essere solo.

Chi sono non è una domanda ma piuttosto un incubo ricorrente che mi perseguita quotidianamente. Non importa dove corro. Non importa come mi nascondo. Non importa cosa faccio. Rimane ancora. Non importa come io cambi... ha un modo per trovarmi. Mi ricorda che non mi adatto. Proietta ombre di insicurezza. Mi riempie anche di vergogna.

Sono quello strano puzzle che è stato messo nella scatola sbagliata. Sono fuori luogo. deforme. Non appartengo al mondo in cui sono stato costretto e straniero al mondo che cerco di trovare. La gente la chiama la mia terra natale, ma non mi sembra casa. Gli estranei mi guardano in modo strano come il posto dove sono cresciuto. Assomiglio a loro, ma l'aspetto non è tutto.

Sanno che sono diverso. Lingua diversa. Manierismi diversi. Odori diversi. Sanno che sono... diverso da loro. Mentre passo attraverso il loro spazio, è come se indossassi una lettera scarlatta. Durante la mia infanzia quella lettera ha la forma dei miei occhi a mandorla, carnagione gialla e capelli neri lucenti. Mi viene in mente la vergogna di chi sono ogni volta che fisso il mio riflesso. Un peccato essere diversi. Come ho detto. Chi sono? Chi sono? CHI SONO!

lascia un commento cancella risposta

Italiano
%%piè di pagina%%