Giustizia o responsabilità accadono nelle adozioni illecite?

di Jessica Davis, mamma adottiva americana che ha restituito il figlio ugandese alla madre biologica in Uganda. Jessica ha scritto questo post in risposta alla recente dichiarazione "colpevole" del personale che lavora presso l'agenzia di adozioni European Adoption Consultants (Ohio) che ha facilitato l'adozione illecita di adottati ugandesi dalla famiglia Davis. Articolo sui media qui.

Sono passati molti anni da quando abbiamo scoperto l'orribile verità che la bambina che abbiamo adottato dall'Uganda era stata illegalmente separata dalla sua famiglia. Da quando ha riunito Namata con sua madre, ho aspettato una parvenza di giustizia e responsabilità, specialmente quando si trattava di questo particolare individuo.

Oggi, Debra Parris, uno dei criminali coinvolti nel traffico di Namata, ha cambiato la sua dichiarazione di colpevolezza su ogni atto d'accusa federale di cui è stata accusata. Debra ha partecipato volentieri alla tratta di bambini dall'Uganda attraverso l'adozione internazionale. Ha causato danni irreparabili a Namata, sua madre ugandese e ha reso le nostre vite infelici per anni mentre cercavamo di smascherare lei e i suoi co-cospiratori. Ha inflitto enormi quantità di danni a MOLTI bambini vulnerabili dell'Uganda e alle loro famiglie (e ne sono certo in molti altri paesi).

Il solo sentire la sua voce oggi è stato travolgente, figuriamoci sentirla finalmente ammettere la colpa. Dal momento che mi sono reso conto di ciò che è accaduto all'interno della nostra adozione non è stato un caso unico, ho preso l'impegno di non perdere mai l'opportunità di lavorare per cambiare la narrativa quando si tratta di adozione internazionale. Questo momento non sarà diverso.

A coloro che scelgono di credere che quello che è successo a Namata ea sua madre sia il risultato di una sola “mela marcia”, vi prego di smetterla. Lavoro con le famiglie ugandesi da oltre 5 anni e posso dirvi che quello che è successo a Namata e alla sua famiglia non è l'eccezione, piuttosto è la regola nell'adozione internazionale. Ogni famiglia ugandese che ho incontrato, anche le famiglie che hanno utilizzato altre agenzie di adozione, hanno avuto esperienze simili da condividere. Nessuna delle famiglie di origine ha capito veramente l'adozione, tutte stavano attraversando un momento difficile e avevano solo bisogno di sostegno. Quasi tutti pensavano di avere accesso all'istruzione o alle cure mediche per la persona amata. Non sto dicendo che non ci siano eccezioni, ma devo ancora incontrare una famiglia ugandese che abbia veramente capito l'adozione.

Come genitore adottivo, scegliere di guardare dall'altra parte o rimanere in silenzio quando si tratta di queste ingiustizie ti rende parte del problema. Quando ho capito cosa stava succedendo con la nostra agenzia di adozioni, ho subito iniziato a parlare con altri genitori adottivi che li avevano usati anche loro. Mi è stato detto più e più volte che stavo reagendo in modo eccessivo, che questo non poteva essere vero, o che almeno non poteva essere così "cattivo" come sostenevo. Ho la sensazione che anche con questa ammissione di colpa, molte famiglie adottive continueranno a dire che non è vero nella loro situazione (che potrebbe benissimo essere vera) e andranno avanti con le loro vite, come se niente fosse.

Questa agenzia di adozione ha facilitato le adozioni di oltre 30 bambini ugandesi. Oggi Debra Parris ha ammesso di aver corrotto agenti di custodia, cancellieri e giudici in Uganda. Ha ammesso di aver presentato consapevolmente informazioni fraudolente al Dipartimento di Stato degli Stati Uniti nel tentativo di facilitare le adozioni illecite. Assumere che ciò non stesse accadendo in altre adozioni non è solo ingenuo, ma è un grave errore giudiziario.

Quante famiglie naturali e adottati adulti hanno condiviso esperienze simili? Quando inizieremo ad ascoltare? Quando saranno state divise inutilmente abbastanza famiglie finché non saremo disposti a fare qualcosa? Quando saranno importanti per noi la vita e il benessere di questi "orfani" al di là della loro adozione?

Mentre oggi mi sono rallegrato di questo piccolo passo verso la responsabilità per i torti perpetrati contro molti dei bambini e delle famiglie più vulnerabili nel nostro mondo, non ho potuto fare a meno di pensare a tutte le famiglie ugandesi (e famiglie in tutto il mondo) che questo ha successo a. Famiglie che probabilmente non vedranno mai giustizia o riparazioni, per non parlare della persona amata da cui sono state separate. Non ho potuto fare a meno di pensare a tutti gli adottati che sono stati scambiati tra famiglie come carte collezionabili. Adottivi che vengono messi a tacere e ignorati quando parlano delle loro esperienze con l'adozione. Non posso fare a meno di pensare a tutto il danno che è stato inutilmente inflitto agli adottati e alle famiglie naturali perché questo sistema sembra troppo facile da sfruttare e corrompere.

Quando è abbastanza, abbastanza?

Per saperne di più su Jessica e suo marito Adam, guarda la loro intervista con 1MillionHome Amore audace

Per saperne di più su Jessica, leggi i suoi blog:
Adozione: ordinata e ordinata? Non così tanto!
La bugia che amiamo
Non è un'attrazione turistica
Non c'è una crisi orfana, è una crisi di separazione familiare

Desiderio (Someday) di Luke McQueen

di Luke McQueen adottato dalla Corea del Sud negli Stati Uniti. di Luca desiderio (un giorno) è uno dei 6 brani musicali creati da un adottato internazionale per essere presenti in ICAVs Risorsa video per professionisti.

A proposito di me

Alcune persone si chiedono perché ho una risposta così vaga a "Qual è il tuo segno?" Ecco perché. Sono nato da qualche parte in Corea del Sud, probabilmente vicino a Jecheon intorno al 1972. Sono stato in un orfanotrofio a Jecheon per circa 1 anno e sono stato adottato nel 1977 da una famiglia amorevole a Longmont, in Colorado, negli Stati Uniti. Come molti orfani e adottati, non ho idea di quando sia il mio compleanno, quindi qualsiasi segno zodiacale andrà bene. Ma per quanto riguarda l'anno dello zodiaco cinese, o sono un topo, un maiale o un bue.

Il mio viaggio musicale

I miei primi ricordi musicali, amorevolmente catturati dalla mia famiglia su cassetta (i ragazzi vanno avanti e DuckDuckGo), includono un registrazione di canzoni Ho imparato all'orfanotrofio. Intorno ai 6 o 7 anni cantavo regolarmente nella mia chiesa dove mio padre era il pastore e l'ho fatto fino al liceo. Ho imparato un po' di pianoforte classico (più o meno l'estensione della mia formazione formale) intorno agli 8 anni e ho iniziato a comporre dei semplici lavori originali intorno ai 10 o 11 anni. Verso i 12 o 13 anni, mi è stato regalato un sintetizzatore da un amico di famiglia e nel giro di un paio d'anni sono stato in grado di passare a un vero synth (l'Ensoniq SQ80) con i soldi del mio lavoro cartaceo. Ho cercato di impressionare le ragazze ma con scarso successo (in realtà, non tanto però perché non riuscivo a superare le mie insicurezze e l'acne piuttosto grave). In quei giorni ho prodotto alcune creazioni amatoriali di synthpop degli anni '80 (meglio conosciuti come "musica" durante gli anni '80). A proposito, devo riportare alcune di quelle canzoni uno di questi giorni!

Un momento cruciale nella mia vita musicale è arrivato a metà degli anni '80 quando ho partecipato a un concorso per talenti e ho vinto sulla base di una composizione abbastanza semplice. Ho battuto un musicista di grande talento che suonava il "L'intrattenitore.” Questo ha fatto emergere l'intuizione che la musica nuova e creata è molto diversa da alcune delle più complesse musiche suonate/coperte. È stato dopo questo che mi sono impegnato a fare la mia musica, ma ci sarebbero voluti molti anni prima che avessi la maturità per ascoltare gli altri, giudicarmi correttamente e avere una mentalità di apprendimento per essere in grado di modellare una canzone adeguata.

Mi sono unito al coro jazz al liceo e ho finito per scrivere la canzone del diploma di maturità. Era chiamato "I cambiamenti” ed era quasi banale come sembra, ma continua a leggere e vedrai perché! Comunque, per il mio appuntamento del ballo di fine anno, è uscito il mio fidato SQ80 con candele e torta di pantaloni fantasia, e ho cantato a squarciagola. Il mio appuntamento è rifiutato quando le ho chiesto di uscire di nuovo, quindi ti lascio decidere come è andata o cosa significava :).

Quando mi sono diplomato al liceo sono andato in un piccolo Christian College a Lincoln, nell'Illinois, dove mi sono unito a un gruppo musicale e ho anche formato una band cristiana chiamata "Andando 2 Rock U.” E proprio così, il formaggio aumenta! Ci sono stati alcuni momenti di orgoglio per la creazione di canzoni, ma nessuna produzione finita o rifinita di nulla per il pubblico. Ricordo che avevo una canzone che aveva testi cristiani con un'atmosfera Babyface. Onestamente, non sapevo come creare canzoni decenti, ma pensavo di essere molto migliore di quello che ero, quindi non ho preso bene nessuna guida o critica, per quanto ben intenzionata.

Tuttavia, nel 1996, come studente di CU-Boulder, ho fatto un provino per "" di Dave Grusin.Una storia del Westside” con la jazz band CU dove ho avuto un assaggio di artisti di livello mondiale e ho visto possibilità nella musica. [stridio di record] Tuttavia, ho prontamente scelto la sicurezza di una carriera di consulente tecnologico e ho rimandato questo sogno musicale per altri 17 anni. Nel 2013, mi sono trasferito in Corea per cercare la mia famiglia d'origine e ho anche deciso di provare la musica. Da studente, ho seguito un paio di corsi Berklee Online in orchestrazione e improvvisazione jazz per affinare le mie abilità e poi ho iniziato a esibirmi a Seoul in varie band, ho formato la mia band e alla fine sono diventato un artista solista. Per tutto il tempo, ho imparato a suonare dal vivo e a scrivere un sacco di canzoni, alcune delle quali saranno nel mio disco questo novembre. Per sbarcare il lunario, ho svolto vari lavori in una compagnia musicale e mi sono state date altre opportunità di eseguire la mia musica. Una grande opportunità è arrivata nel 2020, quando sono diventato un artista in una compagnia di intrattenimento indipendente a Seoul. È vero quando dicono "non puoi farcela da solo". Quindi faccio umilmente dei passi in avanti, con molto aiuto da amici, musicisti, fan e professionisti del settore, per costruire una carriera duratura come artista solista.

Cosa ha ispirato desiderio (un giorno)?

Anche se ho fatto musica da quando ero alle medie, non ho avuto nessuna canzone che fossi pronta a dire con orgoglio "questa è la mia canzone". Ma finalmente nel 2013, dopo aver visitato la Corea per la prima volta, ho deciso di scrivere una canzone sul desiderio di trovare la mia famiglia naturale, in particolare la mia madre biologica. Non ho ricordi della Corea da bambino, quindi ho immaginato di vagare per le strade da bambino e di provare la sensazione perduta di voler tornare a casa. Ho attinto alla mia crisi di mezza età in cui sentivo che la mia vita era paralizzata e cadeva a pezzi in così tanti modi, nelle mie relazioni e nel lavoro, e quindi la sensazione di fuggire da quella e il desiderio per l'ignoto hanno aiutato a creare i testi. Ho provato variazioni di "oohs" melodici, decidendo il ritornello attuale e la canzone è nata.

Una Sesh Terapia Veloce

Come adottato, sono stato una combinazione di camaleonte, incantatore, artista della fuga e un assassino sotto il tappeto. Da bambino, ero bravo a cercare di far ridere le persone e spesso a cercare di essere divertente, il che credo fosse cercare di nascondere o deviare dalla mia insicurezza e dal disperato bisogno di accettazione. Qualsiasi sentimento negativo è stato evitato, non affrontato e rimasto dormiente per molti anni fino a quando improvvisamente, durante la mezza età, la mia protezione/schermo dal mio passato sconosciuto e dai sentimenti non elaborati è tornata, e non c'era più modo di nascondermi da loro. Ho anche visto come, non affrontando questi problemi, il mio autosabotaggio e la mia natura critica stessero consumando ogni opportunità e possibilità di avere successo nella musica. Sono stato certamente un disastro che ha influenzato molte decisioni, essendo in relazioni sbagliate e prendendo molte decisioni sbagliate per la mia vita. Inoltre, ho avuto una cecità perpetua nei confronti della mia natura egoista, segno dell'immaturità del mio carattere. Fortunatamente, tuttavia, con i veri amici, la mia famiglia amorevole e per la grazia di Dio, sono uscito da tutto questo ambiente un essere umano più forte e più fiducioso. E con la realizzazione della mia natura egoista, sono in grado di trovare meglio la via della compassione, della gentilezza e della pace dalla mia vera natura amorevole. Sebbene sarà continuamente un viaggio di apprendimento, credo di essere più resiliente che mai e ora sono pronto a vivere di nuovo, anche durante questi tempi difficili di virus, paura e blocchi.

La mia prospettiva della canzone è cambiata da quando l'ho scritta?

Dalla scrittura originale della canzone nel 2013, la cosa principale che è cambiata è la mia prospettiva sulla sostanza del desiderio. Prima pensavo che desideravo solo la mia famiglia naturale, ma ora mi rendo conto che quello che provavo era un desiderio ancora più profondo. E nel 2019, questo desiderio di connettersi è stato veramente soddisfatto solo quando mi sono ricollegato con il genitore biologico definitivo, Dio, quando sono diventato di nuovo un seguace di Gesù.

Feedback che ho ricevuto per desiderio (un giorno)

In generale, ho avuto solo feedback positivi, ma proprio come la variegata esperienza degli adottati, è probabilmente più complessa... per molti che non hanno cercato la loro famiglia d'origine, la canzone può suscitare emozioni che hanno rinchiuso per molti anni. Per coloro che hanno trovato famiglie naturali, il desiderio può ancora esistere, poiché le aspettative non realistiche non vengono soddisfatte o peggio. In generale, ho avuto solo feedback positivi, tuttavia capirei completamente un'avversione per desiderio (un giorno) per alcuni adottati che evitano completamente gli argomenti relativi all'adozione. Ho sentito da coloro al di fuori dell'esperienza dell'adozione che questa canzone ricorda loro i propri cari che sono morti o da cui potrebbero essere alienati. Sono fortunato di essere stato in grado di produrre la canzone e di averla ascoltata da molti tra il tuo pubblico. Spero che i testi e la musica tocchino i loro cuori tanto quanto toccano il mio.

Qualche nuova musica relativa alla mia esperienza di adozione?

desiderio (un giorno) è l'unica canzone veramente legata agli adottati che ho scritto. Ho un duetto che ho scritto insieme a un altro adottato che è un poeta meraviglioso e si chiama "The Other Side". Potrei pubblicarlo come singolo in futuro, ma non è ancora pronto per la produzione. Ho anche inserito della musica in un documentario inedito chiamato "la mia umma” ma non sono sicuro che pubblicherò la musica per questo. Tuttavia, ho una canzone che sarà nel mio album di debutto a novembre chiamata "scomparendo” che ho scritto dal punto di vista di una famiglia naturale sperando che il loro figlio adottivo torni a casa, ma con il passare del tempo la prospettiva reale di una riunione diminuisce. Ora che scrivo questo, questo suona certamente deprimente. Hmm, forse è per questo che ho così tante canzoni divertenti e allegre per compensare e bilanciare queste canzoni!

Al momento ho pubblicato un EP di 5 canzoni e pubblicherò il mio album di debutto di 12 canzoni il 23 novembre 2021. Se sei interessato, dai un'occhiata alla mia musica, che è un mix di melodie divertenti, groovy e soul insieme con ballate come desiderio (un giorno).

Quindi forse non ho un "segno" specifico che posso darti, ma invece ti darò una "canzone". spero ti piaccia desiderio (un giorno).

Come trovare Luke McQueen?

Le mie realtà di essere adottato dalla Cina

di Xue Hua adottato dalla Cina negli Stati Uniti.

Ciao a tutti! Mi chiamo Xue Hua e sono stato adottato all'età di 1 anno da Hunan, in Cina. Vivo a Indianapolis negli Stati Uniti, dove sono cresciuto. I miei genitori (bianchi americani) hanno avuto 3 figli biologici e poi mi hanno adottato quando il più giovane aveva 7 anni. Circa un anno dopo avermi adottato, abbiamo adottato un'altra ragazza dalla Cina, e poi un'altra circa 3 anni dopo. Quindi siamo una famiglia con un totale di 6 ragazze – 3 biologicamente imparentate e bianche, e 3 adottate e cinesi.

Anche se è stato sicuramente bello avere fratelli che sono anche POC e adottati (che so che molti non hanno), è stato anche abbastanza difficile avere fratelli bianchi. Negli ultimi 2 anni, ci sono state delle gravi ricadute familiari, e da parte mia, molto a causa del modo in cui abbiamo comunicato/non comunicato sulla razza e l'adozione. È difficile perché avevo davvero ammirato le mie sorelle maggiori, e si sono vantate di essere molto "sveglie" e orientate alla giustizia sociale, ma tuttavia si sono ampiamente rifiutate di riconoscere come hanno contribuito alle mie esperienze con il trauma razziale in la nostra famiglia, e questo è stato un grande punto di rottura recente nelle nostre relazioni. Fortunatamente, sebbene mia madre sia abbastanza conservatrice, è stata molto più comprensiva e disposta a guardarsi onestamente.

Un altro tema importante nelle storie di molti adottati è il problema dell'abbandono, a cui non sono estraneo. Oltre ad essere ovviamente dato in adozione e vivere in un orfanotrofio da bambino, mio padre adottivo, a cui ero molto legato, è morto quando avevo 8 anni. Sebbene io e mia madre siamo sempre stati vicini, aveva la tendenza a chiudersi quando il conflitto e lo stress aumentavano, quindi ho trascorso gran parte della mia infanzia (soprattutto dopo la morte di mio padre) sentendomi anche emotivamente abbandonato. Vedo molti altri compagni adottati nei nostri gruppi sui social media che condividono lotte simili!

Una cosa che mi ha aiutato molto durante il mio percorso di adozione è stata diventare amica di altre donne asiatiche. Mentre ci sono momenti in cui mi sento "più/troppo bianco", il più delle volte mi sono sentito molto incluso e accolto. È stato anche un ottimo sfogo per discutere di razza e razzismo con altri adottati che capiscono veramente di cosa sto parlando / vivendo.

Un'altra cosa che è stata utile è scrivere. Di recente ho scritto un pezzo di saggistica creativa personale sull'essere un adottato transrazziale e ha vinto il "migliore" della categoria saggistica nella rivista letteraria e d'arte del mio college! È stato così catartico raccontare la mia storia agli altri ed essere così generosamente riconosciuto per averlo fatto. Consiglio vivamente a tutti gli altri scrittori adottati di condividere la tua storia, sia per uso personale che pubblico!

La dualità di essere disabili e adottati

di Erin E. Andy (지현정), adottato dalla Corea del Sud negli Stati Uniti.

Marzo è il mese della consapevolezza della paralisi cerebrale.

Come qualcuno che ha vissuto con questa condizione per tutta la vita, posso dire che è una lotta. Come qualcuno che è un adottato internazionale transrazziale per di più, mi sono sentito in conflitto sulla mia identità.

Ci sono volte in cui le mie membra fanno l'opposto di quello che voglio che facciano. Ci sono state volte in cui ho avuto difficoltà ad alzarmi dal letto quando il mio corpo era troppo affaticato dagli spasmi. Ci sono state volte in cui ho dovuto prendere dosi extra di farmaci per calmarmi in modo da poter funzionare nella mia vita quotidiana. Ci sono più volte di quante vorrei ammettere di essere fissata per il modo in cui il mio corpo si comporta. Sono pienamente consapevole degli sguardi di giudizio che ricevo, il che rende il mio corpo involontariamente ancora più teso. Non posso mai nascondere la mia eccitazione o il mio nervosismo poiché la mia Paralisi Cerebrale tradisce le mie emozioni.

Quando le persone scherzano su "forse dovrei usare una sedia a rotelle invece di camminare", sembra insensibile. Eppure quegli scherzi persistono. A volte può essere difficile vedere le persone deridere quelli di noi che non possono controllare i nostri corpi.

Crescendo con la paralisi cerebrale, è stato abbastanza difficile inserirsi, perché la mia sedia a rotelle e le sue restrizioni mi ricordavano costantemente che ero diversa. Tuttavia, oltre a venire a patti con la mia disabilità, ho dovuto affrontare un altro aspetto della mia identità: essere un'adottato transrazziale internazionale.

All'interno della mia famiglia adottiva, mi sono sentito in qualche modo confortato dal sapere che ero cresciuto con altri fratelli adottati coreani e che avevo un padre di origine giapponese. Tuttavia, uscire con mia madre è stato un duro promemoria che sono stato adottato. Non le assomiglio per niente, e vedere degli estranei che ci guardavano con curiosità ha chiarito che era diverso; che ero diverso. Solo quando la nostra famiglia ha frequentato i campeggi con altre famiglie con bambini adottati mi sono sentito a mio agio. Non ero l'unico ad essere disabile e adottato. Mi sono sentito accettato. Hanno normalizzato la mia esistenza.

Detto questo, è stato difficile, crescendo, accettare che la mia famiglia biologica mi avesse abbandonato. Mi sono chiesto spesso perché. Mi è stato detto che stavano cercando di darmi una vita migliore, ma il dolore e il rifiuto dell'abbandono sono difficili da conciliare con le loro buone intenzioni.

Non ho mai chiesto di essere disabilitato. Ero arrabbiato perché mi hanno abbandonato così facilmente. Non ne ho mai capito il motivo, almeno non per un bel po' di tempo. Sono stata abbandonata all'età di cinque anni, quindi conoscevo la mia famiglia biologica, ma anche così hanno deciso di cedermi all'Holt Adoption Services. Rimasi in una casa famiglia per un po' finché l'agenzia per le adozioni non trovò una famiglia che mi adottasse.

Dopo essere tornato in Corea nel 2014 per una riunione con mia madre biologica e aver visto di nuovo la mia terra natale, sono arrivato a una realizzazione spiacevole: non ho visto quasi nessuno su una sedia a rotelle per le strade di Seoul. Non ho visto nessun altro come me al di fuori del mio gruppo di tour che aveva una disabilità fisica come Cerebral Palsy. Solo quando siamo andati in un orfanotrofio a Ilsan ho visto alcune persone con disabilità fisiche. Ero confuso e alla fine deluso. Dopo essere tornato dalla Corea, negli anni ho visto video e articoli su come vedevano i disabili.

Sarei stato qui negli Stati Uniti se fossi nato prima di tutto e avessi ricevuto l'ossigeno di cui avevo bisogno per evitare questa disabilità? Come sarebbe stata la mia vita se fossi rimasto in Corea? Sarei stato messo in un orfanotrofio mentre crescevo, o sarei stato mandato in un istituto per vivere il resto dei miei giorni nascosto dal mondo esterno? Ancora oggi, rifletto su quale sarebbe stato il mio destino se non fossi stato adottato.

La mia adozione è avvenuta a causa della mia Paralisi Cerebrale, ma la lotta di ciascuno non scoraggia l'altro. Mentre piango ancora la vita che avrebbe potuto essere se non fossi mai stato disabile, so che questa vita è degna di essere vissuta, qui negli Stati Uniti.

Ho un marito amorevole, molti amici provenienti da vari luoghi, famiglie che si prendono cura del mio benessere e forse la cosa più grande, la capacità di prosperare.

Non ho mai chiesto di avere la Paralisi Cerebrale o di essere data in adozione...

Ma, anche così, io sono qui. Io esisto. La mia condizione non è chi sono né dovrebbe definirmi.

Siamo più che Numeri!

di Brenna Kyeong McHugh adottato dalla Corea del Sud negli USA

Di seguito sono riportati i dati e le informazioni documentati dal Ministero della salute e del benessere in Corea.

È impreciso e incompleto in quanto afferma che solo 156.242 neonati, bambini e adolescenti sono stati adottati dal 1953 al 2004. Il numero totale effettivo di adottati dalla Corea dagli anni '50 è stimato in 220.000 o più.

Si stima che nel solo Minnesota ci siano circa 15.000 adottati coreani, me compreso. I numeri sono spaventosi. Nel 1986 sono stati adottati 8.680 bambini, me compreso. Leggi di nuovo quel numero: OTTOMILA SEI CENTOOTTANTA. Questo è solo il numero documentato; è molto probabilmente molto più alto. 8.680 bambini hanno perso le loro famiglie, nomi, identità, lingua e cultura. 8.680 famiglie furono per sempre alterate e distrutte. 8.680 di noi hanno sopportato un trauma irreversibile che continuiamo a elaborare ed elaborare da adulti, garantito, quelli di noi che non hanno perso la vita per suicidio, abuso, dipendenza e altre circostanze.

Secondo i dati della seconda tabella, il motivo principale documentato per le adozioni è stato indicato come Abbandono. Il secondo motivo documentato era Madri non sposate. Hanno elencato solo il numero di bambini maschi che sono stati adottati, ma non il numero di bambine, che tutti possiamo supporre sia molto, molto maggiore.

Questi numeri per ogni anno dall'inizio dell'adozione internazionale dalla Corea sono astronomici. I dati stessi indicano i problemi sistemici che alimentano l'industria delle adozioni, rendendola la bestia che è oggi, tra cui razzismo, supremazia bianca, salvatore, capitalismo, abilismo, povertà, questioni socioeconomiche, politica, ecc.

Durante il mio viaggio come persona adottata, mi sono state raccontate diverse storie sulla prima parte della mia vita. Mi è stato detto per la prima volta che il mio nome Lee Okkyeong (pronunciato Yi Oak Young), mi è stato dato dalla mia famiglia. Più tardi, mi è stato detto che mi era stato dato quando ero in trattamento presso la Eastern Social Welfare Society, l'agenzia per le adozioni. Mi è stato anche detto che la mia data di nascita era una stima. Inizialmente mi è stato detto che mia madre era single e nubile e che mio padre era praticamente un fannullone che ha lasciato mia madre prima di sapere che era incinta di me e che non poteva mantenere un lavoro. Quando avevo 24 anni, l'agenzia per le adozioni mi disse che mia madre e mio padre erano effettivamente sposati.

L'inizio della mia vita è pieno di contraddizioni. Non conosco ancora le mie verità e continuerò a presumere che non lo saprò mai. Essere adottato e cercare di mettere insieme i pezzi del mio passato mi ha dimostrato più e più volte che le persone al potere e il sistema non sono affatto affidabili, e non sono progettate o create per noi - gli emarginati, i poveri e quelli che cercano il cambiamento e la verità.

L'industria delle adozioni mentirà, fabbricherà, utilizzerà, sfrutterà e distruggerà le famiglie per trarne profitto. L'industria delle adozioni non si preoccupa dei bambini; si preoccupa solo del denaro e del controllo e del potere. Mi rendo conto di quanto fossi inconsapevole delle disuguaglianze e delle disuguaglianze nell'adozione quando ero piccola e di come mi abbiano influenzato anche se non riuscivo a comprenderle appieno o a nominarle.

Gli adottati coreani sono più di questi numeri. Siamo più di questi dati e di queste statistiche documentate. Siamo esseri umani. Abbiamo storie e famiglie. Siamo più delle nostre perdite, dolore e trauma. Meritiamo le nostre verità. Più noi adottati condividiamo le nostre storie e torniamo in Corea per cercare e combattere per le nostre verità e famiglie, più il governo e le agenzie di adozione non avranno altra scelta che riconoscere noi e ciò che hanno fatto a noi, ai loro figli.

Dualità Adottate

di Abby Hilty, nato in Colombia adottato negli USA, attualmente residente in Canada.
Ha scritto e condiviso questo su di lei Facebook muro per Mese nazionale di sensibilizzazione sull'adozione.

Gli adottati sono costantemente alle prese con una vita piena di complesse dualità.

Sono figlia unica, ma ho almeno 4 fratelli.

Ho un certificato di nascita di 2 paesi diversi.

Ho dovuto perdere la mia famiglia per poterne creare un'altra.

Sono cresciuto in una famiglia della classe media, ma ho perso la mia famiglia originale perché sono nato in povertà.

Sono molto legato al nome Abby, ma so di aver preso il nome dall'antenato di qualcun altro.

A volte mi viene detto che assomiglio a mia madre, ma non condividiamo la stessa genetica, gruppo razziale o etnia.

Amo la mia famiglia adottiva, ma avevo bisogno di cercare la mia famiglia originale.

Mi ricongiungo con mi mamá, ma non siamo più legalmente imparentati.

Sono la figlia di mia madre, ma sono anche la figlia di mi mamá.

Ho amato e perso mio padre, ma non so chi sia mio padre.

Sono basso nel mio paese di destinazione, ma sono alto nel mio paese di origine.

Sono marrone, ma sono cresciuto con un candore interiorizzato.

Sono un immigrato nel mio paese di accoglienza, ma sono un gringa nella mia patria.

Vivo nell'emisfero nord da quando avevo 3 mesi, ma il mio corpo lotta ancora al freddo.

Parlo fluentemente l'inglese, ma il mio corpo risponde allo spagnolo in modo viscerale.

Ho sempre festeggiato il mio compleanno, la festa della mamma e la festa del papà, ma non sono mai stati giorni facili per me.

So quanto sia importante per gli adottati (transrazziali, internazionali) condividere le loro esperienze vissute, ma il costo emotivo è alto per ogni post NAAM, ogni panel, ogni intervista podcast, e soprattutto per ogni discussione in cui i miei compagni adottati o io personalmente ottenere respingimenti da persone non adottate che vogliono sfidare le nostre esperienze vissute.

E, credetemi, questo accade OGNI GIORNO in vari gruppi di adozione. Quindi, se una persona adottata che conosci e ami è lenta a rispondere ai tuoi messaggi o e-mail o se a volte sembra perdersi in un sogno ad occhi aperti o non presta attenzione, potrebbe essere solo perché molte delle nostre decisioni quotidiane devono essere attraversato da molteplici – e spesso in competizione – pensieri e persino sistemi familiari.

Priorità distorte

Non avere la cittadinanza in quanto adottato è come avere un Falso positivo.

È giunto alla mia attenzione che i membri del Senato e del Congresso degli Stati Uniti hanno recentemente inviato lettere per promuovere la loro agenda in materia di adozione internazionale. Il primo che allego qui al vicesegretario Carl Risch chiedendo attenzione a impegnarsi nuovamente in uno degli scopi dell'Intercountry Adoption Act, “migliorare la capacità del governo federale di assistere” le famiglie che cercano di adottare bambini provenienti da altri paesi.

Il secondo che allego qui al Segretario di Stato Michael Pompeo chiedendo risorse e focus per rivolgersi alle famiglie in attesa che vogliono portare a casa i propri figli con restrizioni COVID.

Mentre apprezzo i sentimenti dei membri del Senato e del Congresso di essere coinvolti ed evidenziare l'importanza di questi problemi, mi frustra che da un lato queste lettere siano scritte, usando tutto il potere tra di loro come collettivo, eppure non ho visto tali una lettera per spingere per il Legge sulla cittadinanza degli adottati 2019 (ACA). Negli ultimi 5 anni, conosco i nostri leader dedicati agli adottati internazionali: Joy Alessi di Campagna per i diritti degli adottati e Kristopher Larsen a Adottivi per la giustizia e le loro squadre hanno lavorato instancabilmente, cercando di convincere senatori e membri del Congresso a sostenere il tanto necessario e in ritardo Adotta la legge sulla cittadinanza 2019 (ACA). Abbiamo bisogno di un numero sufficiente di senatori e membri del Congresso per sostenere l'Adoptee Citizenship Act 2019 perché ci sono lacune rimaste dal Legge sulla cittadinanza dei bambini del 2000 che ha portato gli adottati internazionali prima del 1983 a essere lasciati senza cittadinanza automatica.

Devo fare la domanda ovvia qui: perché i politici americani non sostengono l'Adoptee Citizenship Act (ACA) ma useranno la loro forza politica per spingere per più adozioni? È lo stesso Legge sull'adozione internazionale del 2000 che viene citato da loro per ottenere il sostegno del governo federale per aiutare le nuove famiglie adottive desiderose di costruire le loro famiglie, ma ancora – per le famiglie storiche che una volta cercavano di adottare bambini, che si ritrovano decenni dopo, senza cittadinanza per i loro figli (ora adulti ) – non c'è permanenza e nessuna leadership politica per affrontare il problema. Non è piuttosto distorto che i poteri forti si concentreranno maggiormente sull'inserimento di nuovi bambini senza essersi assicurati che quelli già presenti abbiano stabilità, permanenza e cittadinanza? Che cos'è l'adozione se non per garantire la permanenza, che nell'adozione internazionale riguarda fondamentalmente la cittadinanza? Non dimentichiamo inoltre che ogni beneficiario dell'Atto sulla cittadinanza adoptee (ACA) è stato già controllato all'ingresso e ha promesso la cittadinanza. L'Adoptee Citizenship Act (ACA) mira a coprire gli adottati che sono entrati con visti di adozione (IR4) altrimenti noti come residenti permanenti legali.

Mi sento per i miei colleghi adottati che lavorano instancabilmente, spingendo quella che sembra una battaglia in salita per ottenere il supporto necessario per affrontare questo problema atteso da tempo. Perché lettere come questa non vengono scritte? GHIACCIO o USCIS e a tutti i funzionari di governo di alto livello, compreso il Presidente, che hanno i collegamenti per influenzare queste importanti decisioni?

Non ho le risposte alle mie domande, le chiedo semplicemente perché spero che lo siano anche gli altri. Abbiamo bisogno che senatori e membri del Congresso assumano una leadership sulla questione della cittadinanza automatica per le migliaia di adottati internazionali, ora adulti, che vivono in animazione sospesa. Questi adottati hanno chiesto ai leader americani di rappresentare la loro causa e aiutarli a superare quella che sembra una barriera insormontabile: essere considerati cittadini legittimi del loro paese adottivo. Questo diritto sembra essere ottenibile in ogni altro paese di adozione, ad eccezione degli Stati Uniti d'America!

quando sarò vecchio, cuando sea viejo

quando sarò vecchio
mi siederò sotto le palme con mio fratello
e berremo san miguels
alla fine della giornata

parleremo
senza pensare al domani
o dei suoi oneri
no, ci saranno cose migliori
e tante persone da salutare

passeranno per la loro passeggiata
offrici uva e olive
e auguraci ogni bene questa sera
e molti altri

la noia sarà piacevole
le tapas ci sosterranno
suonerò la mia chitarra
e mio fratello
ballerà con le sue gambe magre
e dire bugie

Dio ci manderà delle donne
rideremo come marmocchi mentre passano
ammirando il loro ritiro
irromperemo nelle canzoni dei pirati

e ce ne saranno più di quanti possiamo ricordare
di canzoni
di amici
di donne
di racconti
di serate come questa
quando sarò vecchio

quando sarò vecchio, cuandao sea viejo
mi boreal interior collection
j.alonso
obeilar, espana

Poesie di j.alonso non può essere riprodotto, copiato o distribuito senza il consenso scritto dell'autore.

Come mai?

Sono un cane, un gatto o un pesce che puoi restituire in un negozio di animali? 
Le tue azioni riflettono che sono meno di un animale
Dai colpi di affetto e commenti positivi ai tuoi animali domestici 
Poiché ricevo un castigo costante per le infrazioni che ho commesso
Sei sinceramente preoccupato quando il tuo animale domestico è malato o smarrito
Non sai niente di me e rimani all'oscuro dei problemi che affronto da solo
sono insignificante
non sono nessuno
Perché mi hai adottato?

Altre famiglie hanno l'abitudine di chiamarsi regolarmente
Ma non siamo come le altre famiglie, non ricevo chiamate da voi
La maggior parte delle famiglie si fa visita durante le vacanze
A meno che non vengo da te, non ricevo visite
La maggior parte delle famiglie conosce capitoli l'una dell'altra mentre interagiscono
Conosci a malapena un paragrafo della mia vita
Sono invisibile per te
non m'importa
Perché mi hai adottato?

Rimani vile, orgoglioso e restio ad aggrapparti ai rami d'ulivo che ho allungato
Con questo atteggiamento, come potrei sottomettervi i miei figli?
Sostieni che le mie verità sono semplici esagerazioni, bugie o storie inventate
Come possiamo parlare quando tutte le mie parole sono offensive per te?
Ho riflettuto su questa domanda così tante volte
Hai detto che mi sono meritato le cose orribili che mi hai fatto
sono una delusione
non sono degno
Perché mi hai adottato?

Non c'è risposta a questa domanda
Non sei abbastanza onesto da dirmi perché
Quando esamini la risposta, non ti piaci ancora di più
Quando ti trovi di fronte ai fatti, stringi la presa sulla negazione
Preferiresti portare con te le ragioni nella tomba
Che essere onesti con tuo figlio
non mi merito
io sono sotto di te
Perché mi hai adottato?

Di Jayme Hansen

Impatti della politica del figlio unico

La seguente opera d'arte è fornita dall'adottato ospite del liceo, FUYI. FUYI è nata in Cina nel 2002 e adottata in America all'età di 11 mesi. Ha completato questo portfolio di opere d'arte come parte dei suoi requisiti per un corso di collocamento avanzato al liceo. FUYI fornisce una piccola descrizione dopo ogni pezzo per descrivere di cosa tratta l'opera d'arte.

Sfortuna

Questo pezzo parla semplicemente della morte, della perdita e di tutte le "sconosciute" della mia vita. La mano di una madre che cerca sempre la mano del suo bambino. La figura sdraiata rappresenta quei sacrifici per la raccolta umana. Simboli cinesi della sfortuna notati in questo pezzo, l'orologio, il numero 4, le bacchette nel cibo non finito... I simboli della sfortuna per la Cina non sono sfortunati in altre parti del mondo. Rimuovere con la forza i bambini dai loro antenati uccide il futuro della cultura. È tutto molto simbolico.

Emozioni crude

“Un filo rosso invisibile collega coloro che sono destinati a incontrarsi, indipendentemente dal tempo, dal luogo o dalle circostanze. Il filo può allungarsi o aggrovigliarsi, ma non si spezza mai”.

Un collage di mappe mentali delle mie emozioni e pensieri che sono in mostra affinché tutti possano vederlo. Viene incollata una piccola raccolta di biscotti della fortuna che si riferiscono ai miei sentimenti. Le stampe rosse e blu sono la sagoma del mio padre biologico. L'uomo biologico della mia vita si strappa il cuore per la sua perdita. Di nuovo, mio sconosciutoS.

Notti di dicembre

Questo pezzo è stato il mio primo schizzo in assoluto per il mio requisito di posizionamento avanzato per la revisione da parte del College Board, la prima volta che ho disegnato i miei sentimenti di adozione. Sono rappresentato nel mezzo. Dietro di me ci sono le sagome dei miei genitori biologici e la strada su cui sono stato abbandonato. I quadrati sono pieni di identificatori: impronte di dita, piedi e mani e parole cinesi che mi rappresentano come un bambino abbandonato. Qui si accenna alla mia genetica e alla possibilità di prelievo di organi.

L'ecografia

La figura rappresenta sia me che mia madre biologica. Sto fluttuando e un po' perso. Le nostre dita avvolte dal filo rosso che unisce noi e il bambino di “3 mesi” nell'ecografia. Sulla destra, mostra un feto e il suo cuore che non batte più. Avrei potuto essere io, se mia madre biologica non mi avesse protetto dai funzionari del governo. (Ispirato da Peng Wang).

Questa opera d'arte rimane di proprietà di FUYI (c) 2019 e non può essere riprodotta o stampata da nessuna parte senza chiedere il permesso.

Italiano
%%piè di pagina%%