La solitudine della perdita della madre

di Mila Konomos, adottato dalla Corea del Sud negli Stati Uniti. Poeta, artista, attivista.

Mila con il suo bambino, abbracciando tutto ciò che era perduto per lei da piccola, separata dalla madre.

Sto elaborando molto la solitudine di #MotherLoss ultimamente.

Intellettualmente, so cosa coltivare il dialogo interiore. So di non essere solo. So di avere persone nella mia vita che si prendono cura di me e mi apprezzano.

Ma questa solitudine è più profonda di quella.

Questa solitudine è la solitudine della Madre Perdita.

Mi sento così solo così spesso perché non ho una Madre.

Ho perso la mia prima madre a 5 giorni.

Ho perso mia madre adottiva a 6 mesi.

Sono cresciuto con una madre che non riusciva a vedere il mio trauma. Quindi, non sapeva come amarmi o confortarmi attraverso la perdita, il dolore e il dolore della mia adozione.

Mi sento solo perché sono sempre stato solo nel mio dolore e nel mio dolore.

Mi sento solo perché ho passato la maggior parte della mia vita a piangere da solo.

Mi sento solo perché raramente ho saputo cosa significa non essere soli, non solo fisicamente ma anche emotivamente.

Mi sento così solo così spesso, perché Mother Loss è una perdita che rimane per tutta la vita.

Non c'è modo di sostituire una Madre Perduta.

Nessun altro al mondo può compensare una Madre Perduta.

Una sola Madre mi ha portato nel suo stesso corpo. Il battito del cuore, il respiro e la voce di Only One Mother sono stati ciò che ho sentito per 9 mesi. Il suo profumo, il suo viso erano come il mio.

Di recente ho visto un documentario durante il quale il narratore ha detto: "I bambini pensano di essere parte di chiunque siano dentro".

Questo è profondo nel contesto degli Adopti separati dalle nostre madri quando erano bambini. Dobbiamo aver sperimentato la separazione dalle nostre madri quasi come se fossimo strappati in due, strappati a noi stessi. Divisi violentemente.

Devo permettere a me stesso di soffrire per questa perdita della madre. È eterno. Anche 12 anni dopo la riunione, Mother Loss rimane. Non potrò mai riavere la Madre che ho perso. Non riesco a recuperare gli oltre tre decenni della mia vita in cui sono stato perso, aggravato dalla perdita della lingua, della cultura e della geografia.

C'è un dolore e una solitudine difficili da descrivere quando trovi quello che stavi cercando da tutta la vita eppure ti sfugge ancora tra le dita.

Questo dolore di essere così vicino eppure ancora così lontano.

Come se guardassi da una finestra ma non riuscissi mai a entrare.

Mila con suo figlio e un libro speciale per bambini coreano intitolato "Waiting for Mama".

Per saperne di più su Mila, seguila sul suo sito web, L'imperatrice Han. Il suo ultimo album di poesie Santuario uscirà a maggio 2021.

#adoption #transracialadoptee #adoptionreunion #adoptee #adoptionstrauma #adoptionloss #adopteevoices

Ricordi riflessivi: trovare mia madre vietnamita

di Denise Sandquist adottato dal Vietnam alla Svezia.

In questo periodo dell'anno, è tempo di riflessione! Voglio condividere la mia storia di come ho trovato mia madre e perché questo periodo dell'anno è così speciale.

Quasi esattamente 4 anni fa, ho trovato mia madre biologica in Vietnam!

Sono stata adottata dal Vietnam da piccola e quando ho compiuto 22 anni, la stessa età di mia madre vietnamita quando mi ha dato alla luce, ho iniziato a riflettere di più sui miei geni e da dove ho preso certe cose. Ero molto felice con la mia famiglia in Svezia, ma nel profondo, ho sempre voluto connettermi di più con le mie radici.

Questo mi ha portato a viaggiare per la prima volta in Vietnam nel 2013, per visitare il mio paese natale e l'ospedale di Hà Nội dove sono nato. Ma trovare una persona in Vietnam quando hai informazioni molto limitate (nome, età, studi, città natale) è difficile, e se sei uno straniero che non parla una parola di vietnamita, è ancora più difficile. È stato l'inizio di un viaggio di 3 anni in cui avrei passato del tempo a cercarla.

Io e le persone intorno a me, non ci siamo arresi. Con l'aiuto di un amico, abbiamo deciso di aprire una pagina Facebook dove abbiamo spiegato la mia situazione e che stavo cercando mia madre naturale.

È diventato virale! Migliaia di persone hanno condiviso il mio post, ero anche sui giornali e nelle notizie in Vietnam.

Solo 18 giorni dopo, il 22 dicembre 2016, ho ricevuto una telefonata. Sebbene il mio vietnamita fosse limitato a quel punto, sapevo esattamente cosa diceva e voleva dire! Ha detto solo 2 parole, "Mẹ đây" e non ho potuto trattenermi dallo scoppiare in lacrime. È stato surreale quando mi ha chiamato. Nessuno mi aveva chiamato prima e mi aveva detto che erano mia madre!

Il 23 dicembre 2016 è volata a Ho Chi Minh City da Hà Nội e i giorni successivi abbiamo trascorso il Natale insieme. Inutile dire che è stato il miglior regalo di Natale che potessi chiedere.

Questa esperienza ha cambiato completamente la mia vita e la persona che sono oggi. Sarò per sempre grato a tutte le persone che mi hanno aiutato durante questo fantastico viaggio. A tutti i miei compagni adottati che si trovano in una situazione simile alla mia, voglio solo dire: non mollate! Migliaia di persone saranno sicuramente lì per te e i miracoli accadono!

Ora mi sono trasferito in Vietnam poiché volevo contribuire ancora di più al mio paese natale. Ora ho viaggiato quasi ovunque qui, dal momento che il Vietnam è un paese così bello. Mi piacerebbe completare più cose in futuro per il Vietnam, come enti di beneficenza o persino avviare un'attività in proprio, e sarei molto onorato di ricevere il tuo sostegno in questo.

Vi auguro un Buon Natale e Felice Anno Nuovo a tutti!

Giáng sinh an lành nhé mọi người!

Per saperne di più su Denise, dai un'occhiata Canale Youtube.

Ricerca e riunione di adottanti internazionali

Recentemente sono stato contattato da un ricercatore che voleva sapere se potevamo condividere le nostre esperienze su come la ricerca e il ricongiungimento influiscano su di noi. Ho deciso che era una buona ragione per mettere insieme un documento di prospettiva atteso da tempo.

Non mi ero reso conto che questo articolo sarebbe finito per essere un libro in quanto include oltre 40 adottati internazionali, contribuendo con 100 pagine!

Le domande poste per stimolare il tipo di risposte che stavo cercando erano:

  • Da che paese di origine vieni? In quale paese di origine sei stato adottato e a che età?
  • Cosa pensi che ti abbia spinto a cercare? Era qualcosa che avresti sempre voluto fare o sei arrivato a un punto della tua vita che ha suscitato il desiderio? Quali erano le tue aspettative?
  • Come hai fatto a condurre la tua ricerca? Quali risorse hai utilizzato? Quali ostacoli hai incontrato?
  • Che esito hai avuto? Che impatto ha avuto su di te? In che modo questo ha influito sul tuo rapporto con la tua famiglia adottiva?
  • Com'è stata l'esperienza di mantenere una relazione con la tua famiglia biologica? Quali ostacoli hai incontrato? Cosa è stato utile nel navigare in questa parte della tua vita?
  • Come hai integrato la tua ricerca e/o riunione nel senso di chi sei? Ha cambiato qualcosa? In quali modi?
  • Cosa potrebbero fare i professionisti, i governi e le agenzie per aiutare nella ricerca e nelle riunioni di adottati internazionali come te?

Queste domande erano solo linee guida e gli adottati sono stati incoraggiati a fornire ulteriori approfondimenti sull'argomento.

Sono stati inclusi tutti i tipi di risultati, indipendentemente dal fatto che le ricerche abbiano avuto successo o meno.

Questa risorsa fornirà agli adottati un'ampia gamma di prospettive da considerare quando si considerano i problemi coinvolti nella ricerca della famiglia originale. Il documento fornirà inoltre al pubblico più ampio e a coloro che sono coinvolti nell'adozione internazionale una comprensione più profonda di come un adottato vive la ricerca. I governi, le agenzie e le organizzazioni di ricerca professionale hanno un feedback diretto su cosa possono fare per migliorare il processo per gli adottati internazionali.

Ricerca e riunione: documento di prospettiva su impatti e risultati

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%