Le ferite della fede

La vita per me da adottata ha avuto molte ferite come rifiuto, perdita di identità, razzismo, divorzio dei miei genitori adottivi, abusi e così via. Quindi, come meccanismo di protezione, ho costruito questo muro immaginario intorno a me. L'ho fatto per proteggermi da più ferite, mattone dopo mattone. Nel corso degli anni l'ho costruito e da allora mi ha "protetto". Sfortunatamente, fare questo non ha permesso al vero me di trasparire (qualunque sia il vero me). Come mai?? È perché ho paura di permettere di vedere il vero me nel caso mi facessi male di nuovo. Se solo tutte queste ferite non fossero accadute in primo luogo (ah! non è probabile quando sarò asiatico e adottato).

Ho cercato di spiegare la mia situazione ad altre persone ma non mi capiscono né come mi sento. Non importa quanto mi sforzi, il muro non verrà giù. Non credo che i non adottati capiscano davvero il trauma e il dolore che attraversano le persone adottate (ho ragione nel dire questo?)

Fino al giorno in cui il mio "muro" cadrà, continuerà a salire e a salire.

ISOLAMENTO PERFETTO DIETRO IL MIO MURO

Citazione del cantante Roger Waters dei Pink Floyd.

Credi che io parli per molti adottati qui?

lascia un commento cancella risposta

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%