Comprendere l'adozione e il paese di nascita

Verità Conoscenza Credenza.png

di Anonimo, un adottato internazionale che vive in Svezia, adottato dalla Colombia.

Per molto tempo sono stata una di quelle persone che pensavano che l'adozione fosse il risultato di una tragedia sociale; una situazione in cui la vittima (cioè la persona adottata) non ha voce in capitolo, ma ci si aspetta (ovviamente) che ci sentiamo molto grati anche se abbiamo perso le nostre radici e la nostra identità, siamo d'accordo che abbiamo ottenuto qualcosa "più fine / migliore" in cambio.

Il fatto che sapessi molto poco di adozione (internazionale/internazionale) e della mia storia, si è manifestato nel mio presupposto: che tutte le adozioni vengano eseguite "correttamente ed eticamente" e che l'adozione sia automaticamente la soluzione migliore per tutti noi "fortunati selezionati" “orfani.

Nella mia ignoranza, dico cose come:

“Se avessi vissuto in Colombia, probabilmente sarei stato un bambino di strada, avrei passato un brutto momento, sarei stato povero e senza opportunità”. Direi questo nonostante il fatto che sapessi molto poco della mia adozione e della mia situazione di fondo. Non mi è mai venuto in mente che forse avevo parenti che non volevano altro che prendersi cura di me? Ora so qual è la verità, ma non lo sapevo quando ero più giovane.

La mia incomprensione che una vita felice in Colombia fosse impossibile per un orfano e che l'adozione sia l'unica soluzione corretta a una situazione difficile, mi ha fatto diffondere e rafforzare false percezioni della Colombia come un paese cattivo, dove tutti sono poveri, sofferenti e infelici. Ho rafforzato l'opinione che la cosa ovvia era provare felicità e gratitudine per non essere cresciuta con la mia famiglia colombiana e che la perdita delle mie radici non aveva alcun valore.

Ora sono abbastanza grande da scoprire di più sull'adozione, come funziona e cosa significa realmente per me. Ora capisco che l'adozione è un affare da un milione di dollari in tutto il mondo e la base per un'adozione può essere bizzarra quanto l'illusione che sia per impostazione predefinita, automaticamente il modo migliore per andare avanti per tutti gli orfani.

In Colombia, ho aiutato un'amica adottata a trovare le sue radici ed è stato rivelato che parti dei suoi documenti erano state inventate (fabbricate) e che la sua adozione era il risultato di una faida familiare con i bambini bloccati nel mezzo. Forse i bambini hanno avuto una vita più felice qui in Scandinavia che in Colombia, ma forse no. In ogni caso, era chiaro che i parenti che ho trovato non erano poveri. Al contrario, erano ricchi, facoltosi e avevano una casa grande con un'auto costosa, e metà della famiglia non ha mai approvato l'adozione, ma è successo comunque.

Quello che sto cercando di dire è che se sappiamo molto poco della nostra adozione e non possiamo dire con certezza al 100% quale fosse la situazione, forse dovremmo considerare la possibilità che l'adozione possa essere basata su azioni sbagliate, come il rapimento, o gelosia da parte di un individuo con una ricerca di vendetta/distruzione sugli altri in famiglia. Con il senno di poi, mi rendo conto che forse la mia gratitudine è stata concepita dall'ignoranza e dalle aspettative tradizionali e che parlare negativamente del mio paese di nascita e delle persone, è derivato dal non sapere molto del mio paese e del perché/come sono diventato disponibile per l'adozione.

Dal mio percorso di crescita, incoraggio i compagni adottati a fare domande, a cercare le verità quando sei pronto e a non credere ciecamente a ciò che assorbi della tua adozione.

Italiano
%%piè di pagina%%