Le mie realtà di essere adottato dalla Cina

di Xue Hua adottato dalla Cina negli Stati Uniti.

Ciao a tutti! Mi chiamo Xue Hua e sono stato adottato all'età di 1 anno da Hunan, in Cina. Vivo a Indianapolis negli Stati Uniti, dove sono cresciuto. I miei genitori (bianchi americani) hanno avuto 3 figli biologici e poi mi hanno adottato quando il più giovane aveva 7 anni. Circa un anno dopo avermi adottato, abbiamo adottato un'altra ragazza dalla Cina, e poi un'altra circa 3 anni dopo. Quindi siamo una famiglia con un totale di 6 ragazze – 3 biologicamente imparentate e bianche, e 3 adottate e cinesi.

Anche se è stato sicuramente bello avere fratelli che sono anche POC e adottati (che so che molti non hanno), è stato anche abbastanza difficile avere fratelli bianchi. Negli ultimi 2 anni, ci sono state delle gravi ricadute familiari, e da parte mia, molto a causa del modo in cui abbiamo comunicato/non comunicato sulla razza e l'adozione. È difficile perché avevo davvero ammirato le mie sorelle maggiori, e si sono vantate di essere molto "sveglie" e orientate alla giustizia sociale, ma tuttavia si sono ampiamente rifiutate di riconoscere come hanno contribuito alle mie esperienze con il trauma razziale in la nostra famiglia, e questo è stato un grande punto di rottura recente nelle nostre relazioni. Fortunatamente, sebbene mia madre sia abbastanza conservatrice, è stata molto più comprensiva e disposta a guardarsi onestamente.

Un altro tema importante nelle storie di molti adottati è il problema dell'abbandono, a cui non sono estraneo. Oltre ad essere ovviamente dato in adozione e vivere in un orfanotrofio da bambino, mio padre adottivo, a cui ero molto legato, è morto quando avevo 8 anni. Sebbene io e mia madre siamo sempre stati vicini, aveva la tendenza a chiudersi quando il conflitto e lo stress aumentavano, quindi ho trascorso gran parte della mia infanzia (soprattutto dopo la morte di mio padre) sentendomi anche emotivamente abbandonato. Vedo molti altri compagni adottati nei nostri gruppi sui social media che condividono lotte simili!

Una cosa che mi ha aiutato molto durante il mio percorso di adozione è stata diventare amica di altre donne asiatiche. Mentre ci sono momenti in cui mi sento "più/troppo bianco", il più delle volte mi sono sentito molto incluso e accolto. È stato anche un ottimo sfogo per discutere di razza e razzismo con altri adottati che capiscono veramente di cosa sto parlando / vivendo.

Un'altra cosa che è stata utile è scrivere. Di recente ho scritto un pezzo di saggistica creativa personale sull'essere un adottato transrazziale e ha vinto il "migliore" della categoria saggistica nella rivista letteraria e d'arte del mio college! È stato così catartico raccontare la mia storia agli altri ed essere così generosamente riconosciuto per averlo fatto. Consiglio vivamente a tutti gli altri scrittori adottati di condividere la tua storia, sia per uso personale che pubblico!

Rottura in adozione

Di Huang Feng Ying, cinese adottato all'estero cresciuto in America.

Sono nato 黄凤英 (Huang Feng Ying) il 29 maggio 1995 e mi sono trovato a Wuhan, in Cina. Fui "trovato" il 30 maggio 1995 in BaoFeng Street, distretto di Qiaokou, Wuhan. Qualsiasi altra parte della mia storia è sconosciuta, inclusa la mia data di nascita (che è una stima datami dal mio "cercatore" o dal governo). Sono stato adottato e portato in America nell'ottobre del 1995.

Il mio nome adottivo è Allyson, vengo da Wheaton, Illinois. Ho la mia laurea in Psicologia presso l'Università dell'Illinois e sto lavorando al mio Master of Arts in Clinical Mental Health Counseling presso il Wheaton College, il mio obiettivo è essere un terapeuta per coloro che hanno esperienze traumatiche interculturali, inclusi missionari, adottati, genitori adottivi, genitori naturali, operatori interculturali, operatori umanitari, studenti internazionali, ecc. 

Sono stato adottato in una bellissima famiglia multiculturale in America! Mia madre (Grace) è arrivata in America dalla Polonia quando aveva 9 anni, mentre mio padre (Gerald) è di etnia polacca ma è cresciuto a Chicago, nell'Illinois. Ho anche una sorella adottiva più giovane che i miei genitori sono andati ad adottare in un'altra parte della Cina. Il suo nome cinese è 岑 福 梅 (Cen Fumei) e il nome americano è Natalie. Sono profondamente grato per le opportunità e le esperienze che la mia famiglia adottiva mi ha dato: lezioni private di violino e pianoforte, campo estivo, viaggi a Disney World, istruzione universitaria e anche le piccole cose come non restare mai senza cibo. Ho anche avuto la fortuna di essere in una famiglia che ha profonde radici culturali in Polonia. Mia nonna, mia mamma e la mia famiglia parlano fluentemente polacco. Questa identità culturale mi ha dato un senso di appartenenza ma anche un senso di estraneo nella mia stessa terra. Domande persistenti sulla mia identità, da dove vengo, e un profondo dolore e perdita sono i dolori fondamentali di ogni adottato. Sebbene esistano queste domande persistenti, ho trovato conforto nella mia fede in Cristo. Mi ha dato una nuova identità come sua figlia ed è stato un consolatore durante il mio dolore e le fasi iniziali della mia attuale ricerca della famiglia di nascita. 

Il mio dipinto si chiama ,爸爸, e . 

In cinese significa Mamma, Baba e figlia.  Mostra la fragilità dell'adozione e come, come figlia, sono stata tagliata fuori dalla mia famiglia biologica, ma nel mio mondo ho avuto molte opportunità. Ho incluso i simboli della mia Alma Mater, la musica e altre cose. Riflette l'opportunità che ho guadagnato, ma anche le perdite che addoloro. Questo è ciò che spesso mi sembra l'adozione. Dall'esterno, guardando dentro, può sembrare che sia stato mandato al più glorioso campo estivo. Vivo in un mondo di cibo senza fine, istruzione, opportunità, risorse, ecc. Ma dall'interno guardando fuori, sono come un bambino al campo estivo a cui non è mai permesso di tornare a casa - sempre grato per ciò che ho ma sempre in lutto per ciò che Ho perso. La complessità di essere un adottato è provare emozioni contrastanti. Questo va bene. Le mie emozioni non sono perfettamente legate in un arco, sono complicate e disordinate. Sono pieni di gioia e dolore. Ho imparato ad appoggiarmi, sentire il dolore, permettere alla gioia di traboccare e stare bene con entrambi. 

Puoi contattarmi huangfengying.allyson@gmail.com in qualsiasi momento.

Foto di famiglia da sinistra a destra: Gerald (padre), Natalie (sorella minore 岑 福 梅), Allyson (io: 黄凤英), Grace (madre)

Ricerca sull'adozione internazionale della Cina

È meraviglioso vedere più adulti adottati all'estero che esplorano le proprie origini e si aggiungono alla ricchezza della ricerca sull'adozione internazionale.

Vorrei presentarvi André-Anne Côté, un'adozione internazionale cinese cresciuta in Quebec, Canada. Ha studiato Relazioni Internazionali all'Università di Pechino. Ultimamente ha prodotto 3 articoli di ricerca molto interessanti che è disposta a condividere all'ICAV.

Il primo è un Un confronto tra le politiche di adozione tra Cina e Corea del Sud. In tutto il mondo, questi costituiscono i due maggiori paesi di invio (nascita) per i bambini tramite adozione internazionale.

Il secondo guarda Identità cinese e nazionalismo attraverso l'adozione cinese e l'immigrazione in Canada.

Il terzo indaga Cause di adozione internazionale dalla Cina.

È opportuno che leggiamo documenti di ricerca come questo da adulti adottati cinesi all'estero perché in tutto il mondo gli adottati cinesi stanno crescendo e iniziano a formarsi le proprie idee e pensieri sulle loro adozioni dalla Cina.

Come tutte le comunità di adottati internazionali per paese di nascita, cresciamo tutti fino a chiederci perché e come le nostre adozioni siano avvenute come una fase naturale nel viaggio di esplorazione delle nostre identità miste e dei nostri inizi.

Non vediamo l'ora di condividere altri documenti di André-Anne Côté in futuro. Rimani sintonizzato!

All'ICAV abbiamo compilato un elenco di ricerche condotte da accademici adulti adottati all'estero e pubblicato presso il nostro Ricerca pagina.

La genitorialità mi ha reso migliore

Uno dei momenti più memorabili, impresso per sempre nella mia memoria, è la nascita di mio figlio. Ricordo i mesi ansiosi in attesa del mio bellissimo figlio, che si sviluppava nel grembo di sua madre, sentendo il suo piccolo corpo scalciare e aspettare di nascere. Ricordo di aver guardato le immagini dell'ecografia e mi sono chiesto a chi sarebbe stato assomigliato. Mi somiglierebbe? Sua madre?

Ricordo di aver portato di corsa mia moglie in ospedale e il miracolo della nascita mentre metteva al mondo. Mi sentivo spaventato ed eccitato allo stesso tempo mentre stavo in sala parto, guardando l'infermiera che lo puliva e gli tagliava il cordone ombelicale. Ero in soggezione, meraviglia e stupore mentre succhiava il seno di sua madre. Ho assistito a un miracolo della vita e sono entrato nel regno della paternità. Volevo dare a mio figlio una vita che non ho mai avuto: dargli ricordi felici, una solida educazione e le cose migliori che potevo permettermi. Ma non mi rendevo conto che mio figlio mi avrebbe dato qualcosa in cambio, molto più di qualsiasi cosa io potessi fare per lui.

Solo anni dopo mi sono seduto con altri adottati e ho condiviso i ricordi della nascita di mio figlio e anche loro hanno condiviso come sono stati sopraffatti da un'ondata di amore profondo ed emozioni estreme alla nascita dei loro figli. Per molti di noi adottati, con i nostri continui problemi di abbandono e perdita, mi chiedo se la nascita di nostro figlio sia molto più significativa e prepotente rispetto alla persona non adottata. Credo che ci siano diversi motivi per cui penso che la nascita di nostro figlio sia più opprimente per noi:

Prima Famiglia

Per molti adottati all'estero, le possibilità di trovare una famiglia biologica sono letteralmente una su un milione. I nostri documenti di nascita sono spesso falsificati, smarriti o incompleti. La nascita di nostro figlio potrebbe essere la prima persona che incontriamo che è biologicamente imparentata con noi.

Genetica condivisa

Cresciamo sentendo estranei e familiari parlare di avere gli occhi, il naso o altre caratteristiche del corpo di un parente. Sono stata curiosa delle mie caratteristiche fisiche e da chi ho ereditato le mie. Non sono più geloso delle altre persone perché ora vedo i miei tratti trasmessi a un altro essere umano e posso sperimentare cosa significa condividere caratteristiche genetiche, gesti e tratti.

Un nuovo rispetto per mia madre naturale

Ho visto mia moglie soffrire di nausee mattutine, frequenti viaggi in bagno e stanchezza. La maternità cambia il corpo e gli ormoni: i calci del feto, il bisogno di mangiare cibi insoliti, le mille altre cose bizzarre che accadono a una donna durante la gravidanza. Non ho potuto fare a meno di immaginare quello che mia madre ha vissuto con me durante la sua gravidanza e rendermi conto che è un evento che cambia la vita che non si può dimenticare o ignorare.

Come Genitore, capire cosa significa Sacrificarsi

Per un numero schiacciante di adozioni, un gran numero di madri era single o la famiglia si trovava in una posizione finanziariamente precaria e costretta a rinunciare al figlio. Nonostante le difficoltà, la madre porta ancora il figlio a termine. Come padre, questa è stata la prima volta che ho dovuto mettere sistematicamente i bisogni di qualcun altro al di sopra dei miei. Ora capisco cosa significa sacrificarsi come genitore, anche se significa che la persona più piccola della famiglia ottiene l'ultimo biscotto.

La mia vita è diventata più piena

Avere un figlio ha cambiato radicalmente la mia vita sociale. Ho finito per portare piccole persone a lezioni, lezioni e club. Ho guadagnato un apprezzamento per il silenzio. Ho provato cose nuove che non avrei mai immaginato di fare. I bambini hanno messo alla prova la mia pazienza e hanno ampliato la mia capacità di accettare cose che prima non potevo tollerare. È grazie a queste esperienze che la mia vita è diventata più ricca e piena.

La prima volta che ho capito”Amore di lunga data

I greci credono che ci siano sei tipi di amore. Molti di loro li ho sentiti durante le mie prime relazioni. avevo sperimentato Eros, la passione sessuale. Anche, Philia, la profonda amicizia con coloro a cui siamo davvero legati. Ma la prima volta che mi sono sentito pragma, l'amore di lunga data, è stato quando ho avuto dei figli. pragma è dove sono disposto a dare amore piuttosto che semplicemente riceverlo. Se avessi chiesto a me stessa più giovane se mi piacerebbe sedermi sul divano a guardare Dora con mia figlia, divertirmi a giocare a tè o spendere centinaia di dollari per trovare una versione asiatica della bambola "American Girl" con abiti coordinati per lei - quella me più giovane sarebbe incredulo!

Chiusura e Pace

Una volta mi sentivo come se fossi un vaso vuoto. Relazioni, encomi e successi non potevano riempire questo vuoto. Ho lavorato sodo. Ho viaggiato in dozzine di paesi stranieri per riempire la mia mente di immagini e suoni. Ho passato migliaia di ore a cercare la mia famiglia biologica e ho cercato cose che potessero darmi una conclusione con la mia esperienza di adozione. Niente sembrava aiutarmi finché non ho avuto dei figli miei. Mi hanno dato l'amore e la soddisfazione per essere me stesso e ottenere la chiusura di cui avevo bisogno, per andare avanti con la mia vita.

Ho incontrato persone che si sono affrettate ad avere un figlio, pensando erroneamente che avrebbe risolto i problemi di relazione. Non lo consiglio affatto. Penso che sia un motivo sbagliato per avere un figlio e potrebbe effettivamente portare a ripetere quello che è successo alle nostre madri naturali che hanno perso il loro bambino in adozione. Questo è successo a mio fratello biologico che è cresciuto con me nella nostra famiglia adottiva. Purtroppo ha perso la custodia dei suoi figli. L'ho vista cadere nella disperazione e nel profondo abisso della depressione e della negazione.

Per me avere un figlio mi ha cambiato per sempre e mi ha aiutato a riconnettermi con il mondo e dare un senso alla mia vita. Potrei dire che mio figlio è stato il catalizzatore che mi ha aiutato a iniziare a vivere una vita migliore. Diventare genitore mi ha costretto a cambiare in meglio. È stato il catalizzatore per me nell'accettare il mio viaggio di adozione e mi ha aiutato a trovare la chiusura con i problemi che una volta mi davano fastidio.

Condivisione: Hai vissuto cose simili da adottato quando sei diventato genitore? Consiglieresti alle single adottate di rimanere incinte se decidono di rimanere single per sempre e vogliono un figlio? In che modo avere un figlio ti ha cambiato la vita?

Italiano
%%piè di pagina%%