Il colore della differenza Lancio del libro

codgp2
Collaboratori di Il colore della differenza

Discorso per il lancio del libro di apertura

Ciao. Per quelli di voi che non mi conoscono, mi chiamo Lynelle Beveridge. Sono un adottato internazionale dal Vietnam e sono stato adottato in Australia all'età di 5 mesi. La mia storia è dentro Il colore della differenza e dopo aver completato la consegna delle storie per il libro, ho fondato la Rete di supporto per gli adottanti inter-paese (ICASN) per costruire sulle nuove amicizie e senso di comunità che avevamo creato.

Quando ho ricevuto per la prima volta le mie copie di Il colore della differenza nella posta ho provato una serie di emozioni:

In primo luogo, eccitazione – perché dopo 2 anni di attesa.. il risultato finale era finalmente arrivato!

Poi ho sentito Impaurito – perché mi sono reso conto che la mia storia, insieme agli altri 26 adottati, era ora molto pubblica ed esposta e ho affrontato la paura di "e se le persone rifiutassero i miei sentimenti e negassero la realtà della mia esperienza"?

Mi sono sentito anche io Orgoglioso – orgogliosi di aver finalmente trovato la nostra voce per parlare e condividere con gli altri l'esperienza dell'adozione in un'ottica finora abbastanza silenziosa; e che, nonostante l'innata paura del rifiuto e la paura di esporsi nel nostro intimo, abbiamo trovato il coraggio e la forza di alzarci in piedi e parlare.

Un'altra emozione contrastante era Tristezza – che per tutti gli anni precedenti … gli adottati hanno dovuto vivere il loro viaggio in isolamento quando per tutto il tempo quell'isolamento non era necessario.

La mia emozione finale è stata Gioia – sapere che abbiamo fatto qualcosa di positivo e di concreto affinché l'isolamento non debba più essere il caso dei futuri adottati.

I motivi per cui ho scritto la mia storia ..

Ridurre i sentimenti di isolamento per me stesso e per gli altri adottati.

Condividere a un livello molto reale e aperto/onesto quali sono i problemi così come li ho vissuti.

Per tendere e aiutare a formare una comunità.. un luogo di appartenenza per me e per altri come me.

Per dare speranza a tutti coloro che sono coinvolti nell'adozione che possiamo imparare dal passato per migliorare l'adozione per tutti coloro che sono coinvolti in futuro.

Per dimostrare che c'è la luce in fondo al tunnel... che il dolore della perdita, la confusione dell'identità, i sentimenti di essere in mezzo a due mondi, la crudele ingiustizia del razzismo, le emozioni contrastanti attorno ai concetti di gratitudine, il non sapere e il tentativo di andare avanti, la tristezza e la rabbia – tutte queste emozioni e altro non pungeranno sempre così acutamente – ci sono modi per diventare integri e in pace... non esiste una ricetta infallibile garantita – ma possiamo iniziare fare la differenza fornendo supporto, comprensione e accettazione genuini... che a sua volta si traducono in azioni e risultati positivi.

Come risultato del libro, ho messo i miei sforzi nella creazione di ICASN ... una rete per adottati internazionali da adottati internazionali ...

Personalmente, l'ICASN mi ha fornito un mezzo concreto e attivo con cui posso dimostrare il sostegno, la comprensione e l'accettazione che offro a coloro che sono coinvolti nell'adozione.

I miei obiettivi per ICASN ..

Creare un luogo sicuro in cui gli adottati possano esprimere ed esplorare i loro problemi e ottenere incoraggiamento e sostegno per il loro viaggio.

Raggiungere e mantenere i contatti con le persone direttamente interessate dall'adozione (ad es. genitori adottivi, genitori naturali, fratelli) per creare una migliore comprensione dell'altro.

Creare consapevolezza nella comunità più ampia sui temi dell'adozione internazionale e dissipare l'ignoranza che ha attribuito agli aspetti meno positivi dell'adozione internazionale.

Quello che trovo gratificante del lavoro che svolgo per ICASN è il privilegio di vedere ed essere parte dei cambiamenti nelle vite degli adottati mentre affrontano i loro problemi. Per leggere commenti come "Mi sono seduto qui e sono scoppiato in lacrime di felicità solo per sapere che ci sono altre persone come me!!"

Molti degli adottati in ICASN sono una parte importante della mia ispirazione per continuare con la mia visione. Ho visto il modo straordinario in cui si sono sviluppati questi adottati. I cambiamenti nell'autostima e nella fiducia in se stessi, il coraggio di provare nuovi modi per relazionarsi con i genitori adottivi, la volontà di affrontare i problemi più dolorosi e spaventosi e la capacità di abbracciare coraggiosamente la vulnerabilità di raggiungere gli altri.

Eravamo una minoranza nascosta.. e abbiamo trovato la nostra voce.

Siamo la prima generazione in massa di adottati internazionali a crescere e parlare di com'è l'adozione in Australia.

Stiamo aprendo la strada a generazioni di futuri adottati in Australia.

Siamo qui per comunicare con coloro che sono coinvolti nell'adozione, siano essi genitori, assistenti sociali, responsabili politici, consulenti, amici o familiari.

Non siamo qui per incolpare o puntare il dito, ma per ispirare un entusiasmo attivo per abbracciare le voci ritrovate della nostra generazione e per consentire loro di sentirsi ascoltati.

Affrontiamo un problema impegnativo con un atteggiamento positivo.

Stiamo imparando a diventare più aperti, umani, comprensivi e capaci di dare e ricevere in modo più completo.

Stiamo diventando tutto ciò che dovevamo essere nonostante gli ostacoli che la vita ci ha gettato.

Sono orgoglioso oggi di essere qui oggi e di far parte di quello che credo sia stato un prezioso contributo all'adozione in Australia.

Voglio ringraziare personalmente:

PARC e la Benevolent Society per aver ospitato oggi e aver finanziato e organizzato questo progetto;

Sarah e Petrina per il tuo continuo entusiasmo, il tuo impegno senza fine, la straordinaria comprensione e comprensione dei problemi, per aver organizzato così tante cose come i nostri incontri e cucinare i pasti per darci da mangiare, per averci organizzato e dato l'opportunità di interviste ai media e talkback radiofonici, e per l'incredibile valore che la tua introduzione attribuisce al libro;

Natascha e Martha per aver dedicato il tuo tempo per intervistare, modificare e raccogliere le nostre storie con tale sensibilità e comprensione;

Adottivi che hanno contribuito al libro – senza la vostra coraggiosa onestà non saremmo qui oggi;

Vorrei inoltre ringraziare quanto segue:

Gli adottati che da allora sono diventati parte dell'ICASN – siete come una famiglia per me;

Gli adottati che hanno assunto ruoli di leadership all'interno dell'ICASN: Kym Stephens, Kim Oxenbridge, Indigo Williams, Cameron Sinclair, Jennifer Szetho, Dario Falzon, Bev Reweti: il tuo entusiasmo e la tua iniziativa rendono l'ICASN quello che è oggi;

Mary Griffin e Craig Moore di DoCS: i tuoi sforzi per ascoltare le nostre voci e lavorare con noi per cambiare la politica per migliorare l'adozione oggi sono fonte di ispirazione;

I gruppi di genitori adottivi e genitori adottivi, ad esempio Ricky Brisson, i Robertson, i Whittington e molti altri che mi hanno scritto – i miei ringraziamenti per il vostro incoraggiamento e supporto e non vedo l'ora di lavorare insieme di più in futuro;

E infine ai miei amici e alla mia famiglia (soprattutto Michael e Ingrid) per aver partecipato oggi e che sono stati un prezioso supporto per me nel mio viaggio.

Grazie.

Una risposta a "The Colour Of Difference Book Launch"

lascia un commento cancella risposta

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%