I soldi non compensano mai quello che ho perso come canadese delle Prime Nazioni

di Jen Etherington, nato come canadese delle Prime Nazioni e adottato da una famiglia australiana.

Sembra il pagamenti finali per lo scoop anni Sessanta ha iniziato a uscire. Ho sentimenti contrastanti su questo e sul processo.

Sento un senso di perdita di cultura, famiglia e paese. Non sto dicendo che non sono grato per i miei genitori adottivi e per tutto ciò che la vita mi ha dato qui in Australia, ma non significa nemmeno che non provo il senso di perdita per tutto il resto.

I miei genitori bio sono morti quando avevo 9 anni e quella speranza di incontrarli era svanita per sempre. Il mio partner ed io stiamo attualmente ascoltando Harry Potter e io piango perché posso relazionarmi con la perdita dei suoi genitori e come si sente, oltre al desiderio di conoscerli. Le persone da casa in Canada mi raccontano storie su di loro e sono così felice e così triste allo stesso tempo.

Vedo post di cugini bio su diversi eventi e tradizioni culturali e sono triste di non conoscere la mia cultura. Le persone qui in Australia si eccitano quando dico loro che sono canadese delle Prime Nazioni e chiedo della mia cultura e non ho niente per loro.

I miei genitori bio non avevano più figli perché non volevano che venissero portati via (o almeno così credo). Ho sempre sperato di avere un fratello perduto da tempo là fuori.

Sento un grande senso di perdita per il mio ultimo aborto spontaneo perché quella è stata la mia ultima possibilità di sperimentare una connessione biologica.

Ad ogni modo, il pagamento è stato di $25.000 e so che ci sono persone là fuori in cui questa somma di denaro aiuterà e farà la differenza, ma mi sento anche come se fosse una specie di denaro nascosto. Non credo sia molto per quello che è successo a così tanti di noi.

Ulteriori letture

$25.000 transazione per i sopravvissuti Scoop degli anni Sessanta, uno “Schiaffo in faccia”

lascia un commento cancella risposta

Italiano
%%piè di pagina%%