Le complessità dell'adozione

di 백현숙 (Baek Hyun Sook) adottato dalla Corea del Sud al Belgio.

Io e i miei fratelli

11 gennaio 1984

Eravamo lì, 38 anni fa! 3 piccoli coreani con uno zaino – dove è stata lanciata la prima pietra, senza ancora rendersi conto che lo zaino sarebbe stato pieno di molte domande, insicurezze e un pasticcio di sentimenti!

Ogni anno di nuovo, intorno al periodo dell'11 gennaio, sono sopraffatta da molte emozioni.

Sto cercando di sentire cosa provavano le mie sorelle allora, come si sentivano gli altri compagni di lutto. A 1 anno non ricordo nulla di tutto questo. Ma posso immaginare quanto questo debba essere stato terrificante e traumatico per gli altri adottati che erano più grandi.

Ma troppo spesso l'adozione è considerata una cosa bella, una felicità, nuove opportunità. E troppo spesso si dimentica cosa questo significhi per gli stessi adottati. Per me, questa è diventata una lunga e difficile ricerca del perché? Chi sono? E ha gravemente danneggiato la mia autostima e fiducia. Posso dire che questo ha avuto un impatto su tutta la mia vita.

Trovare i miei genitori coreani 5 anni fa non ha cambiato nulla. Imparare che i miei genitori non sapevano nulla della nostra adozione e dell'impatto che ha su di loro per il resto della loro vita, mi dà una sensazione ancora più irrequieta. Non solo in termini di storia dell'adozione, ma anche in termini di molti miei coetanei che stanno ancora cercando. La consapevolezza che molti dei miei compagni adottati avevano una storia simile. Rendendoci conto che spesso abbiamo un inizio non così kosher verso l'adozione. Tuttavia, sono anche felice e grata di aver avuto l'opportunità di crescere con le mie 2 sorelle che sono il mio sostegno!

lascia un commento cancella risposta

Italiano
%%piè di pagina%%