Sulla strada del recupero

Sono un filippino americano adottato di 36 anni e la mia strada per riprendermi dall'essere rimasta orfana da bambina non è mai stata facile. Non avevo le risorse per tornare nelle Filippine per restaurare la mia eredità. Non ho mai avuto le risorse per riparare i problemi che ho avuto con il mio collocamento in adozione internazionale. Quindi, ho dovuto trovare soluzioni creative per riprendermi da tutto questo.

Non posso promettere consigli per salvare nessuno dalle complicazioni dell'essere adottati o adottati. Quello che posso fare è dare alcune soluzioni personali che ho trovato nella mia vita da adottato che mi hanno aiutato nel mio percorso di recupero dal mio viaggio di adozione internazionale.

5 cose che ho fatto per reclamare la mia vita da adottato

  1. Creare. Ho studiato prima scrittura e poi biblioteconomia e scienze dell'informazione. I miei interessi mi hanno portato a creare arte e prodotti informativi misti che mi hanno aiutato a dare voce alle perdite della mia vita transrazziale e a ristrutturare un nuovo senso di identità in modi innovativi. Potrei trasformare il mio dolore con l'arte e l'istruzione. Ad esempio, ho creato un archivio digitale che mostra il mio processo di adozione e l'identità biologica che ho perso quando sono nato orfano nelle Filippine nel 1985. Puoi visualizzare il mio archivio qui e il mio Instagram qui.
  2. Ritirarsi serenamente. Tra l'incudine e il martello, dovevo scegliere ciò che era meglio per me psicologicamente ed emotivamente. Ho iniziato a ritirarmi dalla norma nei miei primi vent'anni. Mi sono separato dalla mia famiglia adottiva attraverso il distanziamento geografico e sociale. Mi sono ritirato da tutte le relazioni passate che mi hanno fallito in passato e dalle cattive relazioni che ho avuto. Mi sono trasferito alle Hawaii a trent'anni, un luogo in cui ero stato misteriosamente chiamato per anni. Ecco, ho lasciato andare. Ma nonostante abbia lasciato andare, non ho mai rinunciato a me stesso, all'amore che ho per la vita, ai miei ideali o al mondo che mi circonda. E per mantenermi bene alle Hawaii, ho continuato le mie pratiche di meditazione e terapie olistiche.
  3. Concentrandosi sul lavoro. Ci sono percorsi nel buddismo in cui si può praticare la meditazione in modo ottimale e raggiungere la liberazione attraverso un lavoro e una fatica intensi. Il lavoro è stata la migliore pratica per me. Il lavoro si rivolge alla mia personalità studiosa. È il miglior sfogo fisico, emotivo e psicologico. Riesco a ricostruire un senso di identità anche nel lavoro.
  4. Essere coinvolti nelle comunità. Sono stato coinvolto con comunità di supporto e gruppi di supporto. Gravito verso persone che praticano la meditazione, persone dedite all'arte o all'apprendimento o attività senza scopo di lucro. Mi piace far parte di reti di supporto con le persone. faccio domande. mi offro volontario. Mi piace credere di ristrutturare i legami spezzati della mia storia facendomi coinvolgere oggi. Far parte di comunità mi aiuta a coltivare un senso di appartenenza. Costruisco una base positiva intorno a me e sostengo le strutture.
  5. Prendersi cura delle mie relazioni oggi. Le relazioni mi tengono regolato nella mia vita quotidiana. I miei rapporti includono quelli non convenzionali come prendersi cura delle mie piante, del mio gatto, dei rapporti di lavoro e con me stesso. Ho iniziato a consigliare gli adottati su base regolare per coltivare un rapporto migliore che ho con me stesso e il mio mondo di adottati. Sto anche tornando dalla mia famiglia adottiva questo Natale per visitare e aiutare a guarire i miei rapporti con loro. Le mie relazioni mi aiutano a stare bene nella vita oggi.

Sì, sento ancora gli echi dei miei legami spezzati che influenzano la mia vita oggi. Soffro ancora di essere nato nella povertà indigente nelle Filippine tanto tempo fa. Sogno ancora il fratello americano filippino più grande che ho perso in questa esperienza di adozione internazionale. Porto ancora il vuoto in cui le voci della mia famiglia biologica sono scomparse per sempre. Non c'è una risposta facile per riprendersi da questi paradossi.

Nonostante tutto, so che sto trovando la mia strada giorno dopo giorno. Sono uscito dalla nebbia, ed è stata una buona cosa.

Leggi di più da Stefania:
Ricostruire identità e patrimonio
L'appello di un filippino adottato per non essere cancellato

lascia un commento

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%