Un'immagine trasmette mille emozioni

di Sara Jones/Yoon Hyun Kyung, adottato dalla Corea del Sud negli Stati Uniti.

Non ho foto di me stesso prima dei 3 anni. Ho alcune foto dopo quell'età scattate all'orfanotrofio. I membri dello staff hanno scattato foto dei bambini da inviare a sponsor o potenziali genitori adottivi. In una delle foto indosso un hanbok coreano ma non sorrido in nessuna delle foto dell'orfanotrofio.

Una delle foto del mio orfanotrofio

Qualche mese fa mi sono imbattuta in una foto (non mia) che mi ha fatto letteralmente sentire come se fossi tornato indietro nel tempo. La foto è stata scattata nel 1954 in un pozzo. Il pozzo ha pareti alte in cemento e un sistema di carrucole. Fusti di metallo arrugginito si trovano nelle vicinanze. Due ragazzini stanno attingendo acqua mentre una bambina è in piedi vicino a loro. La foto del 1954 mi ha aiutato a visualizzare come sarebbe stata la mia vita a Jeonju, in Corea del Sud. 

Ecco cosa vedo quando ho guardato quella foto del 1954: vedo un fratello maggiore, di circa 8 anni, un fratello minore di quasi 6 anni, e la loro sorellina di 2 anni. Sono poveri, ma in realtà non sanno niente di diverso. Vivono con la nonna e il padre in un villaggio rurale della Corea del Sud. Il loro padre è il maggiore di molti figli e alcune delle loro zie e zii sono ancora piuttosto giovani. Stanno tutti lottando per la crisi economica che si è verificata nel loro paese. Il loro padre ha lavorato nel lavoro manuale ed è stato ferito. Così i ragazzi aiutano il padre e vegliano sulla sorellina. La sorellina è abituata a stare vicino ai suoi fratelli. A volte i bambini vanno all'asilo ei ragazzi rubano alla sorellina degli snack extra di mais. I suoi fratelli sono i suoi protettori.

I bambini non sanno che il padre sta prendendo una decisione straziante. Il padre non può più provvedere a loro e pensa che la sua unica scelta sia mandarli al centro di assistenza per i bambini. La bambina non ha idea che sarà separata da suo padre e nemmeno dai suoi fratelli. I bambini inoltre non sanno che presto il padre li porterà a un pozzo e farà loro un tatuaggio sul braccio, usando ago, inchiostro e filo. È preoccupato che non vedrà mai più i suoi figli. Nella foto del 1954, i bambini sono solo fratelli, inviati al pozzo per l'acqua del giorno.

I bambini potrebbero essersi chiesti perché il padre li stesse portando al pozzo il giorno in cui ha fatto loro i tatuaggi. Il figlio maggiore piange mentre suo padre gli fa il tatuaggio. Mentre il padre fa il tatuaggio al figlio maggiore, gli dice: "Tornerò per te". Prima che il padre dia alla sua piccola figlia il suo tatuaggio, l'abbracciò.

Sono passati 3 lunghi anni da quando ho incontrato la mia famiglia natale coreana. La distanza dagli Stati Uniti alla Corea del Sud sembra più lunga e più difficile con la pandemia. La barriera linguistica mi pesa costantemente. Come potrò mai comunicare con loro?  

Alcune cose non hanno bisogno di parole. Come questo momento 3 anni fa della mia famiglia coreana e io al pozzo di Jeonju, dove mio padre ci ha fatto i nostri tatuaggi. Guarda il video qui.

Per ascoltare di più sulla condivisione di Sara, guarda il suo discorso su Ted qui che ha oltre 2 milioni di visualizzazioni
Leggi l'altro post ICAV di Sara La favola dell'adozione

lascia un commento

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%