Anniversario della morte di mio padre

di Il mio Huong Le adottato dal Viet Nam in Australia (che vive in Viet Nam); Co-fondatore di Ricerca per famiglie in Vietnam; direttore di Nhà Xã Hôi Long Hài.

Il padre di mio Huong, Elbert

Ho iniziato la ricerca della verità della mia vita quando ero un adolescente. Nonostante mi fosse stato detto che mia madre era morta, ho inviato una lettera a un indirizzo in Vietnam quando avevo 16 anni e, sorprendentemente, ho ricevuto una risposta. Mi ha raccontato della mia infanzia e mi ha dato informazioni su chi fosse mio padre.

Nel 1989, ho cercato quest'uomo che era stato un soldato australiano in Vietnam, ma purtroppo era già morto. Ho fatto un test del DNA con potenziali fratelli, ma non è stato decisivo perché il test del DNA 30 anni fa non aveva la precisione che ha oggi. Tuttavia, li ho accettati come una famiglia e negli anni ho avuto modo di conoscerli bene e di amarli teneramente.

Nel 2004 sono tornato in Vietnam. Avendo da tempo perso il contatto scritto, ho cercato mia madre e mi sono riunito con lei. 14 anni dopo, ho ricevuto un messaggio di testo con i dettagli di un'altra donna che sarebbe stata la mia madre naturale. Questo era per svelare tutto ciò in cui avevo creduto e mi ha mandato su un ottovolante emotivo.

Quel giorno dopo, fu la prima volta in 47 anni che abbracciai la mia vera madre. Mi ha accarezzato i capelli e attraverso le lacrime agli occhi mi ha detto che tutto ciò che voleva era vedermi prima di morire.

La madre di mio Huong in onore di Elbert

Quello stesso giorno, quando ho mostrato a mia madre una foto di chi pensavo fosse mio padre, lei ha detto che non lo era. Si scopre che mentre mia madre giaceva priva di sensi dopo aver avuto una grave emorragia dopo il parto, due amici della città sono venuti a trovarmi. Uno di loro ha detto a mia nonna che mi avrebbe portato a Can Tho e si sarebbe presa cura di me mentre mia madre era malata. Mia nonna aveva a casa i miei due fratellastri, due dei suoi figli e con mia madre gravemente malata, ha acconsentito. Sei settimane dopo che mia madre si è ripresa, è andata a Can Tho a trovare la sua amica per riportarmi a casa, ma questa signora era scomparsa. Mia madre ha passato anni invano a cercarmi.

La finta donna mi ha rapito, dicendo al suo ragazzo che era lui il padre, per convincerlo a restare con lei. Mi fece portare nella sua città natale per essere curata dai suoi genitori, con tutti che credevano che mi avesse dato alla luce in città. Nessuno era il più saggio. Come qualcuno possa essere così crudele e ingannevole, tramando uno schema così malvagio è incomprensibile.

Mia Huong e sua madre festeggiano l'anniversario della morte di suo padre

Avendo nuove informazioni da mia madre, ho deciso di cercare mio padre naturale. Nell'ottobre 2019, attraverso il test del DNA degli antenati, ho avuto diverse corrispondenze con i parenti e ho appreso che mio padre era già morto. Dato che aveva 20 anni più di mia madre non ero sorpreso. La cosa tragica è che sono morti anche 6 fratelli. La mia sorella maggiore è morta quattro mesi prima che trovassi la famiglia e il resto è morto troppo giovane. Sono fortunato che una sorella, Joy, sia ancora viva.

Sono molto fortunato ad essere ora in contatto con cugini, nipoti, nipoti e i loro figli. Una settimana fa ho parlato con mia zia Gloria. Quello che ha detto mi ha toccato profondamente e dopo mi sono riempita di molta emozione e ho pianto lacrime di gioia e dolore.

Potrei chiedermi perché, perché, perché per sempre, ma a cosa servirebbe. La falsa rete di bugie delle donne ha causato profonde ferite. Tutto quello che voleva era un guadagno finanziario. L'ho sempre perdonata e sostenuta, credendo che fosse mia madre, ma non è altro che una bugiarda, ingannatrice e manipolatrice e non ha rimorsi o riguardo per nessuno. Come risultato delle sue azioni, sono stato derubato di così tanto tempo che avrei potuto trascorrere con la mia vera madre e avrei potuto trovare prima il lato paterno della famiglia.

So però che ora devo concentrarmi sul presente e sono ogni giorno grato a Dio. Ha spostato le montagne della mia vita, ha rivelato la verità, e soprattutto la mia dolce mamma vive con me. Sono circondato da una grande famiglia amorevole in Vietnam e sto costruendo rapporti con la famiglia negli Stati Uniti che mi ha sempre accettato. Spero che l'anno prossimo sarà possibile recarsi lì per incontrarli di persona.

Comunque, mia zia Gloria ha 89 anni ed è l'unica sorella rimasta di mio padre. Attraverso tutti i miei nuovi parenti sto imparando di quelli che non ho mai incontrato, mio padre, fratelli, nonni, zie e zii. Mi sono state regalate molte foto e articoli che sono doni inestimabili.

Elbert, in basso a destra con suo fratello gemello Albert accanto a lui e due fratelli dietro di loro.

Mio padre proviene da una famiglia eccezionale di 11 figli. 9 ragazzi e 2 ragazze. Mia nonna nel 1947 è stata eletta "Madre dell'anno" dalla Naval Air Station poiché tutti i suoi 9 figli hanno prestato servizio militare ad un certo punto. Mio padre si arruolò in marina nel 1941 e si trovava a Pearl Harbor quando fu bombardata. Ha servito 5 anni in marina poi arruolato nell'esercito. Mio padre ha servito in WW 11, Giappone, Corea e Vietnam.

Secondo mia madre, mio padre era un uomo molto gentile e di bell'aspetto. Più di ogni altra cosa, le ha fatto il dono più grande, quello di una figlia. Oggi su insistenza di mia madre e secondo la cultura vietnamita abbiamo celebrato l'anniversario della sua morte. In vietnamita questo è noto come đám giỗ.

Ho sempre cercato di vivere una vita che sia gradita a Dio e che onori i miei genitori.

Oggi onoro mio padre nel suo trentesimo anniversario della morte. Ho anche detto una preghiera speciale per i miei fratelli.

Leggi gli altri blog di My Huong all'ICAV:
Mia madre
Evacuazione dal Vietnam il 20 aprile

lascia un commento cancella risposta

Italiano
%%piè di pagina%%