Costruzione della comunità negli spazi per l'adozione e l'adozione

Il modo per sollevare il tuo attivismo

Di Melissa Ramos / Brita Melissa Botnen Søreng adottato da dal Guatemala alla Norvegia.

La manifestante studentesca, poetessa e sostenitrice americana, Eva Maria Lewis, definisce i due termini intercambiabili di influenza sociale e politica come advocacy e attivismo in questo modo, "Essere un attivista è parlare. Essere un avvocato è ascoltaren."

Riferendosi alla forma più attiva rispetto alla forma istituzionale di influenza, l'attivismo sta protestando e si oppone a una causa sociale oa una riforma politica, mentre un avvocato è favorevole o suggestivo. Entrambi con l'intento di educare e sensibilizzare su un particolare argomento ma a volumi e portata diversi. Laddove l'avvocato opera più istituzionalmente all'interno di un sistema, raccogliendo gli attori rilevanti attorno al tavolo decisionale, l'altro utilizza gli spazi pubblici per essere visto e ascoltato con un focus più basato sulla persona. L'approccio dell'attivista individuale è più allineato con la costruzione della comunità poiché gli sforzi basati sull'azione che circondano le questioni di ingiustizia e disuguaglianza sono percepiti come più aggressivi per creare il cambiamento.

Questo articolo è solo una parte della mia prospettiva sulle comunità di adottati e di adozione da una prospettiva locale della Norvegia, ma anche i miei pensieri a livello globale. Avendo contribuito a diversi progetti, piccoli e grandi, nelle comunità guidate da adozioni e adottati in Norvegia e all'estero, ho gradualmente preso coscienza della necessità di una maggiore collettività quando si tratta di advocacy e attivismo sul tema dell'adozione internazionale. A mio avviso, altrettanto importante quanto promuovere casi legali, condividere pubblicamente un retroscena personale ed educare gli ignoranti: concentrarsi sulla comunità stessa come una in una prospettiva a lungo termine può rafforzare ogni compito e ruolo specifico, separatamente e collettivamente. Questa è la mia interpretazione della costruzione della comunità dal punto di vista del lavoro degli adottati internazionali sulla base delle esperienze.

Che cos'è la costruzione di comunità?

Oltre a costruire una presenza comunitaria sui social media e in gruppi chiusi, che costituiscono la maggior parte delle comunità e delle organizzazioni adottate online, la costruzione di comunità nella pratica (e offline) si riferisce ad attività, pratiche e politiche che supportano e promuovono connessioni positive tra gli individui , gruppi, organizzazioni e comunità geografiche e funzionali per definizione (Weil, 1996). Una comunità è fondata su un'identità condivisa ed è lo spazio in cui si incontrano pratiche e politiche per conto di un gruppo di popolazione come i gruppi emarginati come adottati all'estero.

Illustrare, Voci Internazionali Adoptee (ICAV) sembra essere un'entità basata sulla comunità online che si rivolge a organizzazioni ombrello più piccole nonostante non abbia in pratica una funzione operativa fisica definita. Come altre organizzazioni, istituzioni e attori in una società, anche ogni organizzazione guidata da adottati appartiene a un certo livello sociale in base alle dimensioni, alla portata e agli obiettivi dell'organizzazione. Collocare un'organizzazione e un gruppo e comprendere meglio come si relaziona con gli altri, creerà una consapevolezza della disposizione del terreno e della portata del lavoro effettivo.

L'azione comunitaria organizza coloro che sono interessati da decisioni o non decisioni pubbliche o private il cui obiettivo è sfidare le strutture ei processi politici, sociali ed economici esistenti. Per fare ciò, è necessario prima esplorare e spiegare come le realtà di potere influenzino la vita dell'adottato e sviluppare una prospettiva critica dello status quo e delle basi alternative di potere e azione (Bryant, 1972).

Una tendenza in crescita: poiché sempre più persone chiedono che la loro voce sia ascoltata, sostenere una causa è diventata gradualmente la norma. Nell'immagine, una citazione di Amanda Gorman e una foto di Ewa Maria Lewis.

Sulla base delle definizioni di cui sopra sulla costruzione della comunità e sull'azione della comunità, forse dovremmo fare riferimento agli adottati attivi e presenti come attivisti della comunità per creare insieme e portare avanti l'attivismo e la difesa individuale. Non per spostare almeno l'attenzione dall'individualismo e dalla competizione all'impegno politico, alla familiarizzazione sistemica e alla comprensione legale. Forse allora vedremo un impatto reale e risultati tangibili più velocemente sotto uno, non solo costruendo e facendo crescere una comunità, ma una comunità di attivismo e advocacy, vale a dire azione collettiva.

Costruzione della comunità e patrocinio legale

La costruzione della comunità di adozione globale per apportare cambiamenti strutturali è per molti versi ancora molto in via di sviluppo. Con pochi casi legali di adottati (di prima generazione), c'è ancora molto lavoro da fare a livello di comunità e in tutti i paesi. C'è una chiara relazione tra la pratica della comunità e le indicazioni politiche come menzionato, il che significa che la chiave per portare avanti petizioni, archiviare casi legali, fare campagne politiche o cambiare la narrativa o la narrazione esistente sta nel rafforzare, esplorare ed espandere anche le pratiche della comunità, non solo il tattica specifica.

Collettivamente, un attivista della comunità si sforza di raccogliere forze a livello locale affinché le comunità modifichino lo status quo. Intraprende azioni strategiche, individualmente o con altri, come membro e per conto di una comunità. L'apprendimento e lo sviluppo della comunità riguardano la capacità di un gruppo di persone di partecipare e di essere coinvolti in un caso o evento di interesse comune. Lottando per un caso particolare come l'argomento dell'adozione internazionale indipendentemente dall'approccio, ti rendi presto conto che arriva con molte voci forti e una forte presenza scegliendo di impegnarti. Può essere facile perdere di vista i movimenti principali e venire a patti con ciò che rappresenti in un campo e in un ambiente (ancora non familiari) con così tante opinioni, conoscenze e approcci diversi.

Dal punto di vista del rispetto e della scelta di non assumere un ruolo più prominente di quello che ho nelle comunità di cui ho fatto parte, la volontà di abbinare e riunire le persone giuste, portando così gli strumenti necessari ai giusti stakeholder cresciuto naturalmente. Inconsciamente, facendo crescere la comunità e l'ambiente, facevo parte di me stesso. Molto probabilmente hai rappresentanti delle risorse umane, un coach o una figura di mentore responsabile del monitoraggio del tuo sviluppo personale e professionale complessivo nel tuo lavoro quotidiano. Quello che ho trovato mancante quando sono entrato nello spazio per l'adozione e l'adozione è stato qualcuno che ha fatto questo consiglio oltre a consigliare sul tema dell'adozione stessa. In altre parole, contestualizzare le esperienze vissute, le nostre esperienze.

Ricorda che le opinioni e le percezioni generali delle comunità e dell'argomento stesso (da un punto di vista legale, sociale o politico) dal mondo esterno hanno molto valore. Le voci del pubblico dovrebbero essere sfruttate per mappare la conformazione del terreno invece di essere viste come un ostacolo alla comprensione. È quando mappiamo la narrativa pubblica dell'adozione; scopriamo quali sono le sfide reali e cosa comportano queste sfide quando si tratta di diffusione della conoscenza in particolare. Ed è molto necessario, specialmente in uno spazio in cui storie importanti e voci audaci sono facilmente fuorviate, inquadrate erroneamente o addirittura sfruttate.

In Norvegia, importanti adottati hanno iniziato a sfruttare gli spazi pubblici e le scene culturali per far sentire il nostro messaggio, oltre a navigare nel sistema politico e influenzare le politiche. Tutto questo si è basato sul dialogo e sul coinvolgimento con attori rilevanti come ministeri, direzioni, servizi statali per il benessere dell'infanzia e della famiglia, organizzazioni per le adozioni, gruppi di paesi, rappresentanti pubblici e altri interessati al tema dell'adozione internazionale, ecc. Ora, il clima si sta spostando verso gli uffici del difensore civico e le organizzazioni per i temi dell'uguaglianza, dell'immigrazione e del razzismo ugualmente rilevanti per gli adottati e le comunità di adozione nei paesi occidentali. Ecco come rendiamo rilevante l'adozione internazionale e come affrontiamo al meglio temi complessi.

Aree guidate dagli adottati: in Norvegia, gli adottati nazionali e internazionali hanno trovato varie forme di raccolta delle forze per sostenere la responsabilità e per educare il pubblico sull'adozione.

Una comunità globale a lungo termine

Spesso penso tra me e me quanti altri adottati o genitori adottivi/biologici si farebbero avanti se avessero gli strumenti giusti per farlo. Forse basta una spinta nella giusta direzione o un incontro/dialogo con una persona che ha fatto lo stesso. Per gli adottati di prima generazione che non hanno mai avuto modelli di ruolo o qualcuno da rispecchiare; questo non può essere sottovalutato in quanto le adozioni internazionali sono ancora agevolate da e verso molti paesi come Cina, Colombia e India (41% di tutti i paesi di invio essendo asiatici), così come paesi europei come Ucraina e Bulgaria che figurano tra i primi dieci paesi di invio. Il punto è che c'è molto da guadagnare gli uni dagli altri e oltre i confini, come avviene attraverso i forum online. Se non trovi il tuo posto nella comunità in cui vivi, cerca altrove. Cerca adottati dal tuo stesso paese di origine ma in diverse parti del mondo e interagisci con adottati che la pensano allo stesso modo in tutti i paesi di origine. Soprattutto, pensa a ciò che sai sull'argomento e a ciò che puoi portare agli altri, che si tratti della tua esperienza, dell'argomento stesso o della conoscenza del tuo paese di origine. Pensa alla rete che hai costruito e chi potrebbe trarne vantaggio? Qual è il messaggio e chi è il destinatario corretto. È così che cresciamo e creiamo progresso, gente, anche oltre confine!

In uno spazio, abbiamo molto controllo di noi stessi senza cornici o linee guida; questo approccio è della massima importanza per riunire gli attori rilevanti e ottenere risultati. Quello che ti viene chiesto è di mettere da parte il tuo orgoglio. In un terreno sconosciuto, che gran parte delle comunità è per la maggior parte degli adottati (più giovani), i confronti, la gelosia e le insicurezze possono tirare fuori il peggio di una persona poiché questo è l'unico spazio in cui ci si incontra e si entra in contatto con quegli elementi personali che di solito sono intatte nelle interazioni quotidiane. Risultati tangibili al servizio di un intero gruppo si ottengono solo quando si mettono da parte le differenze e si riconosce ogni singola competenza rispetto alla voce della maggioranza che apre la strada.

Cosa c'è di peggio dell'esclusione, dello sfruttamento o di metodi di lavoro non etici direttamente all'interno e dalle comunità guidate dagli adottati? Quando il mondo esterno è quello che è in termini di familiarità con gli adottati internazionali come gruppo, mantenere le comunità il più sicure e pure possibile dovrebbe essere un dato di fatto. Non tutti possono essere completamente aggiornati sul loro paese di origine, sul tema dell'adozione e sui movimenti legali nelle comunità, che non sono previsti. Tuttavia, gli adottati impegnati e attivi di solito si concentrano e si preoccupano in una certa misura di argomenti relativi all'adozione per tutta la vita oltre alle preoccupazioni quotidiane della persona media. E con diverse esperienze e competenze dell'esperienza dell'adottato, l'utopia in senso comunitario sarebbe un'organizzazione più ampia in cui attivisti e sostenitori esperti di gruppi di paesi diversi si concentrano su ciò che sanno fare meglio, che si tratti di questioni legali o politiche. Il punto è che il livello di coinvolgimento e coinvolgimento di ciascun adottato deve essere rispettato, specialmente tra i coetanei, e può essere utilizzato meglio in qualche forma o forma per far crescere una presenza comunitaria a lungo termine.

L'approccio collettivo

È un fatto noto che ovunque in ogni società, le persone sbagliate, non appassionate e inadatte occupano posizioni sbagliate, eppure hanno il potere di decidere le questioni riguardanti la tua e la mia vita e mezzi di sussistenza. Coloro che hanno il potere di controllare le politiche e attuare misure di cui i beneficiari, le vittime o le persone colpite sono spesso più consapevoli, come gli adottati. C'è un motivo per cui ci sono ambasciate e programmi di mentore in settori e industrie specifici o come parte della divulgazione e della profilazione di un'organizzazione. Con questo approccio, sto cercando di dimostrare la necessità di una maggiore collettività nelle comunità di adozione e di adozione, tra e tra tutte le parti interessate come legislatori, burocrati, organizzazioni adottive, famiglie adottive e biologiche, operatori sociali e sanitari, ecc. questa mentalità, tu, come difensore o attivista degli adottati, puoi ancora influenzare i processi decisionali. Per dirla semplicemente: influenzi influenzando gli altri!

Con questo, spero di ispirare gli altri a usare la loro rete a beneficio degli altri e a connettersi con i loro coetanei, che si tratti di un genitore adottivo intraprendente, un attivista adottato o un professionista che lavora per un'entità legata all'adozione. Molti capi circondano il caso dell'adozione internazionale in un modo o nell'altro, e abbiamo bisogno di tutti loro; dobbiamo solo sistematizzarlo. Per aumentare la conoscenza critica e gli atteggiamenti sull'unico caso a cui tutti teniamo.

Per saperne di più su come penso che tu possa far crescere la tua comunità o la tua difesa individuale, contatta melissabrita@gmail.com