Prosperare in questi tempi mutevoli

Con tutto questo cambiamento imprevedibile, è più importante che mai gestire e conservare la tua energia perché alimenti tutta la tua vita con essa. Hai quattro fonti di energia: fisica, mentale, emotiva e spirituale. Quando veniamo attivati emotivamente, perdiamo molta energia.” – Alice Inoue, autrice premiata a livello nazionale ed esperta di vita

Queste sono le parole del mio tirocinio di ieri mattina all'Hawaii Convention Center. Alice Inoue è stato uno dei nostri oratori pubblici nella nostra presentazione.

Ero stato un giudice temporaneo appena assunto nel settore delle richieste di disoccupazione del Dipartimento del Lavoro per lo Stato delle Hawaii. Quel giorno, mi stavo allenando nell'arte di comunicare con i clienti, specialmente quando sono emotivamente intensificati. Non sapevo che questa formazione sarebbe coincisa con la vita degli adulti adottati e con il pubblico in questo periodo, poiché ho dovuto affrontare i trigger emotivi per tutta la vita.

Ora sembra che i trigger emotivi siano qualcosa con cui tutti abbiamo a che fare su una scala più ampia. Spanning e mescolandosi con la demografia più ampia della società.

Trigger emotivi dei disoccupati

Il Covid-19 sta influenzando tutte le nostre vite in modi visibili e invisibili. La disoccupazione fino ad oggi persiste con oltre 100.000 problemi nello stato delle Hawaii. Sono stato assunto per aiutare ad alleviare alcuni di questi problemi. È un lavoro a tempo pieno.

Un giorno non basta nemmeno per intaccare questa situazione.

Parlo con i clienti al lavoro che stanno lottando in tempi difficili. Può essere difficile poiché come lavoratori governativi stiamo vivendo anche in questi tempi di Covid. È una sfida lavorare con persone emotivamente innescate che sono cadute disoccupate.

Soprattutto essere vulnerabile ai fattori scatenanti come persona che vive anche in questi tempi mutevoli e incerti. Dagli impiegati statali al pubblico, tutti hanno più stress, pressione e ansia che mai. Inoltre, da adulto adottato, mi ritrovo a lavorare con i miei inneschi emotivi insieme a quelli di tutti gli altri.

Quindi, mi sono seduto con il mio amichevole team di giudici che sono stati assunti a giugno e ho ascoltato.

Quello che ho capito per la prima volta era una nozione preconcetta: che i trigger emotivi sono per lo più riservati alle persone con PTSD. Quello che ho imparato dalla presentazione è che i fattori scatenanti si sviluppano anche con le persone con ferite nella loro infanzia.

Trigger emotivi

"Crescendo, abbiamo avuto un dolore che non sapevamo come affrontare", affermava la diapositiva, con la foto di un bambino che piangeva sullo schermo. "Da adulti, veniamo stimolati da esperienze che ricordano quei vecchi sentimenti dolorosi".

Ascoltai e trangugiai il mio caffè.

Nell'ora, ho imparato come i fattori scatenanti non sono solo nella terra degli adulti adottati post-trauma, ma si intrecciano anche ampiamente nell'ambito del terreno sociale del mondo.

Un'altra diapositiva affermava: "(I trigger sono) i luoghi super-reattivi dentro di te che vengono attivati dai comportamenti o dai commenti di qualcun altro".

Il miglior consiglio per affrontare i fattori scatenanti emotivi

"Qualunque cosa ti senta in dovere di fare, non farlo", ha detto Alice Inoue, mentre spiegava la regola d'oro per tutte le situazioni emotivamente scatenanti. “Metti la tua attenzione sui piedi e sulle dita dei piedi. Senti il terreno sotto di te. Togliti dall'esperienza viscerale della minaccia in modo da rispondere piuttosto che reagire consapevolmente".

Più suggerimenti:

  • Crea un "controfatto" o riformula uno scenario di una situazione attuale che potrebbe essere peggiore, così puoi sentirti subito meglio.
  • Controlla ciò su cui hai il controllo: la tua prospettiva, le decisioni e le azioni. Calmati con una tecnica di respirazione “4-7-8”.
  • Applica la logica alle paure irrazionali quando succede qualcosa. E ricorda i 3 Come: Accetta, Adatta e Consenti.

Prosperare con un set di competenze post-adozione

Il mondo sta cambiando ogni giorno a causa del Covid. In questo periodo ho trovato una base non tradizionale nel mondo a causa delle esperienze della mia vita.

In quanto adulto adottato, sono armato di tutta la terapia e del trattamento che ho fatto nel mio passato, fino a dove sono stato educato. Inoltre, posso estendere le mie pratiche a una professione in cui lavoro con un pubblico emotivamente attivato in questo periodo di Covid-19.

È stata come un'epifania, allenarsi su come crescere professionalmente e personalmente come uno. Le mie soluzioni per adottati coincidevano con il servire insieme il pubblico. Così, in questo periodo, ho visto come ciascuno dei nostri fiumi possa un giorno incontrare l'oceano. Durante l'apprendimento, come le sfide della vita possono diventare anche i nostri più grandi strumenti di trasformazione.

“Da ogni crisi e sfida emergono benedizioni”, ha detto Alice Inoue, alla fine della presentazione. "Hai molte benedizioni in arrivo per te."

lascia un commento cancella risposta

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%