Implicazioni dell'espansione della politica del figlio unico in Cina

di Hannah, adottato dalla Cina al Canada.

Provincia di Guizhou: "Gli esseri umani hanno una sola terra, dobbiamo controllare la crescita della popolazione!" (Adam Secolo)

Nato in Cina

Sono nato in Cina. Questo è tutto, fine della storia delle origini. Questo è tutto quello che so. Probabilmente sono nato nella provincia di Jiangsu, ma anche questo non è certo. La prima testimonianza nota della mia esistenza è una visita medica quando si stima che avessi 20 giorni. Molti dei miei amici sanno dove sono nati, in quale ospedale, in che giorno, alcuni sanno anche il tempo fino al secondo e quanto tempo ci è voluto. Non so niente di tutto questo. Sanno chi era presente al momento della loro nascita, quali membri della famiglia hanno incontrato per primi. Non so niente di tutto questo. La mia data di nascita legale è stimata da quando sono stato trovato, non ho un registro di nascita originale. Il mio nome mi è stato dato dai funzionari dell'orfanotrofio. Non so come mi chiamassi o se i miei genitori biologici si fossero presi la briga di darmi un nome. Il record di dove sono stato trovato e quando sono stato perso o dimenticato. Mia madre (adottiva) ha scritto in un album di ritagli in quale contea è stato detto che sono stato trovato. Non ci sono registrazioni, non ho un certificato di abbandono come fanno alcuni adottati cinesi e non ho un annuncio di ritrovamento registrato. Per molti intenti e scopi, la mia vita è iniziata quando sono stato adottato da una coppia canadese bianca quando avevo meno di un anno. Sono uno delle migliaia di bambini cinesi adottati da stranieri dopo che la Cina ha aperto le sue porte all'adozione internazionale nel 1991.

Come la maggior parte degli adottati cinesi, sono stato adottato all'ombra della politica del figlio unico, introdotta per la prima volta nel 1979. La politica del figlio unico (il nome non ufficiale per la politica di restrizione alle nascite) dettava che alle coppie fosse permesso avere un solo figlio. Ci sono state eccezioni per le famiglie rurali e le minoranze etniche, ma la politica è stata attuata e applicata in modo diseguale in tutto il paese, con diversi livelli di violenza. La preferenza culturale per i figli maschi è ben pubblicizzata e si ritiene che sia la ragione per cui la maggior parte delle adozioni cinesi nell'ambito della politica del figlio unico erano femmine. È ampiamente noto e accettato tra la comunità degli adottati cinesi, la maggior parte di noi nati femmine, che siamo stati abbandonati (o rubati) a causa del nostro sesso alla nascita.

Le modifiche alle restrizioni sulle nascite in Cina

Il 31 maggio 2021, ho controllato le notizie e ho visto un articolo CBC che ha detto che la Cina aveva allentato le sue restrizioni alla nascita e ora avrebbe permesso alle coppie di avere fino a tre figli, invece dei due precedenti, che sono stati implementati nel 2016. Ricordo di aver letto un articolo di notizie simile nel 2015 quando è stato annunciato che la Cina stava rilassando il La politica del figlio unico per la prima volta da decenni per consentire due figli per coppia. All'epoca, non ci pensavo molto, ero felice che le restrizioni fossero state allentate e triste che stessero ancora controllando i diritti riproduttivi. Eppure, questa mattina, quando ho visto la notizia, mi sono sentito molto più forte. Forse è perché durante la pandemia, ho fatto uno sforzo per connettermi alla comunità degli adottati, unendomi ai gruppi Facebook online, gestiti da adottati per adottati. Ho iniziato a provare a (ri)imparare il mandarino, che avevo dimenticato da tempo, nonostante avessi preso lezioni di mandarino quando ero piccola. Forse è a causa dei riflettori puntati sul razzismo anti-nero e anti-asiatico a causa delle molteplici uccisioni di polizia di alto profilo di persone di colore, l'aumento dei crimini di odio asiatici a causa della retorica razzista sull'origine della pandemia, che mi ha costretto per esaminare più da vicino la mia identità razziale e culturale come adottato canadese, transrazziale, cinese, internazionale. Ma forse più di tutto, è perché ho due sorelle, anch'esse adottate dalla Cina, cosa che fino ad ora non era consentita in Cina per la maggior parte delle famiglie.  

Emozioni confuse

Per molte ragioni, leggere l'articolo sulla nuova politica rilassata della Cina, mi ha dato molti altri sentimenti contrastanti. Ancora una volta, la felicità per una politica rilassata e la tristezza e la delusione per il continuo controllo dei corpi delle donne e dei diritti riproduttivi. Ma questa volta è arrivato con un altro sentimento: rabbia. Sono arrabbiato. Sembra uno schiaffo in faccia per tutti gli adottati cinesi e le loro famiglie biologiche che sono state (forzatamente) separate in base alla politica del figlio unico. Sembra che non sia stato per niente, anche più di prima. Qual è stato il motivo per cui i miei genitori biologici mi hanno abbandonato (se è quello che è successo) se avessero solo cambiato la politica in seguito? Che senso ha creare la politica quando il tasso di natalità era già in calo, come avviene quando le donne hanno un maggiore accesso all'istruzione, alla carriera e ai contraccettivi, e ora vogliono aumentare di nuovo il tasso di natalità? Qual è stato lo scopo di spogliarmi del mio nome, del mio compleanno, della mia cultura, quando la forza trainante del mio abbandono è stata (semi-)invertita? Se ora alle coppie cinesi è permesso avere tre figli (lo stesso numero di me e delle mie sorelle), allora qual era il senso della politica che ha spinto migliaia di bambini, per lo più ragazze, ad essere abbandonati, abortiti e trafficati?

Emozioni miste di KwangHo Shin

Ora la politica è stata cambiata e allora? Sono ancora un cinese adottato, vivo a migliaia di chilometri dal mio paese di nascita, senza un modo semplice per collegarmi a parenti di sangue viventi, a meno che non voglia tentare una ricerca. Sono ancora un cinese adottato che non conosce il mio nome di nascita, compleanno o luogo di nascita. Gli adottati sudcoreani hanno combattuto e hanno fatto pressioni con successo sul governo sudcoreano per il riconoscimento e le riparazioni (limitate). Gli è stato dato un modo per recuperare la cittadinanza sudcoreana e ora possono richiedere il visto F-4 (patrimonio coreano). Durante la pandemia, il governo sudcoreano ha inviato mascherine gratuite agli adottati coreani. La Cina non riconosce la doppia cittadinanza, né fornisce agli adottati un visto speciale che consentirebbe loro un modo più semplice per tornare nel loro paese di nascita. La Cina non riconosce gli adottati internazionali o come le migliaia di bambini adottati a livello internazionale siano state conseguenze dirette della politica del figlio unico. La politica è stata allentata e ora le coppie cinesi possono avere fino a tre figli, come la mia famiglia in Canada. La politica che probabilmente ha guidato la mia adozione è stata allentata, eppure nulla è cambiato per me, e il governo cinese va avanti.

Cosa succede se?

Non mi piace pensare a cosa-se e cosa-potrebbe essere. Non mi piace immaginare come sarebbe potuta essere la mia vita se non fossi mai stata abbandonata (o rubata), se non fossi mai stata adottata, se invece fossi stata adottata da una coppia cinese ecc. Ma questo recente annuncio mi ha costretto a pensare al cosa-se. Nello specifico, "E se la mia famiglia naturale fosse stata in grado di tenermi perché non era limitata dalla politica del figlio unico?" Sono felice e soddisfatto della mia vita attuale. Nonostante i singhiozzi occasionali, le micro aggressioni razziste e le lotte per l'identità, non cambierei nulla. Ciò non significa che non posso e non piangerò la vita che mi è stata tolta a causa della politica del figlio unico. Mi dispiace di non sapere come mi hanno chiamato i miei genitori biologici (se lo hanno fatto). Mi dispiace di non conoscere la data, l'ora e il luogo in cui sono nato. Mi dispiace di non sapere, e forse non lo saprò mai, se assomiglio a qualcuno dei miei parenti biologici. Mi dispiace che probabilmente non conoscerò mai la storia completa dietro la mia adozione. Mi dispiace che come canadese, non mi sentirò mai completamente a mio agio in Cina e che come cinese adottato, non sarò mai visto come completamente canadese. E sono arrabbiato perché il governo cinese può cambiare la politica del figlio unico e andare avanti, mentre io e migliaia di altri ne sopporteremo le conseguenze per il resto delle nostre vite.

Una risposta a "Implications of China’s One Child Policy Expansion"

  1. Purtroppo, il governo cinese non ammette mai errori, quindi non si farà mai menzione delle conseguenze di cui parli. La Cina ha tratto profitto dal business delle adozioni e ha diffuso la sua gente in tutto il mondo alle famiglie benestanti e semplicemente non sono dispiaciute per averlo fatto. Sebbene i bambini colpiti siano generalmente saliti nella scala sociale, hanno perso qualcosa di molto più fondamentale e me ne dispiace. Stammi bene.

lascia un commento cancella risposta

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%