Il problema del discorso sull'adozione occidentale

di Hilbrand Westra, adottato dalla Corea del Sud ai Paesi Bassi; fondatore di Adoptee Foster Coaching (AFC); assegnato il Ordine di Orange-Nassau per i suoi contributi alla comunità degli adottati dei Paesi Bassi. Il testo originale in olandese qui.

#AL'adozione non è un diritto universale, ma è un diritto occidentale.

Se l'adozione è veramente ed essenzialmente buona, allora dobbiamo consentire le adozioni in e da tutti i paesi. I principi per l'adozione dei bambini (sociali, economici, medici, ideologici, psicologici, (post)cristiani, scientifici e politici, ecc.) devono poi essere applicabili e giuridicamente validi per tutti. L'adozione deve quindi diventare parte di un diritto universale ovunque e per chiunque nel mondo.

Quindi tutti i futuri genitori adottivi possono ricevere sostegno finanziario e fiscale da tutti i governi dei loro paesi. Come per anni i costi di adozione erano fiscalmente deducibili nei Paesi Bassi e negli USA dove esistono i cosiddetti prestiti per l'adozione. Alcuni nei Paesi Bassi hanno ottenuto un prestito privato dalle banche o sono stati sponsorizzati finanziariamente dai membri della famiglia per poter adottare bambini da madri in difficoltà finanziarie.

Torna alla consulenza internazionale. Possiamo classificare al meglio le adozioni come parte delle relazioni estere. Possiamo quindi finalmente vedere l'adozione come una forma esclusiva di cooperazione allo sviluppo e come una forma esclusiva di migrazione, ovviamente senza i genitori dei bambini. Quindi potrà finalmente essere trasferito ai ministeri degli affari esteri, ma ci arriverò tra un momento.

Forse un fatto divertente, l'adozione in Corea del Sud era gestita dal Ministero del Commercio. Sì, sì sapevano già di cosa si trattava allora.

CONFINI APERTI

Se c'è accordo sul fatto che si tratta di un diritto universale, allora i Paesi Bassi devono anche spalancare le porte alle adozioni ad altri paesi da e per i bambini meno fortunati nei Paesi Bassi, ad esempio i bambini che non trovano un affidamento, vivono al di sotto della soglia di povertà, figli di genitori single, figli privi di assicurazione sanitaria, figli di rifugiati, figli espulsi dall'autorità genitoriale o figli di genitori in conflitto, figli che ricevono un'istruzione migliore altrove o opportunità che altrimenti non avrebbero Paesi Bassi.

Ciò significa che dobbiamo accettare agenzie di adozione da Stati Uniti, Canada, Australia e altri paesi europei, nonché da Cina, Arabia Saudita, India e Russia e tutti gli altri paesi in cui l'economia sta riprendendo. Dovrebbero Tutti avere diritto alla fornitura di bambini nei Paesi Bassi.

ACCORDI COMMERCIALI INTERNAZIONALI

Perché non un accordo commerciale transatlantico di adozione su questo argomento. È già stato classificato come Child Industrial Complex nelle scienze sociali (Cheney et al). In realtà, non stiamo giocando in modo completamente corretto ora. Abbiamo accesso, in particolare ai paesi non occidentali, ma non viceversa.

Se davvero crediamo che le attuali argomentazioni a favore dell'adozione siano universalmente legittime, allora dovremmo essere in grado di applicarle anche a uno scambio reciproco di bambini con altri Paesi. Quella che chiamiamo la situazione di dentro e fuori nel gergo delle adozioni come negli Stati Uniti.

La conseguenza è che la Convenzione dell'Aia sull'adozione deve essere abbandonata, non che i Paesi Bassi se ne preoccupino affatto, anche se la sede permanente è nei Paesi Bassi, ignora già il principio di sussidiarietà (prendetevi cura dei vostri figli prima di poter adottare dentro e fuori) . Occorre quindi creare una cosiddetta parità di condizioni. Gioco libero e libera scelta dei bambini per tutti.

POTENZIALI GENITORI CINESI NEI PAESI BASSI

Me lo immagino già, orde di coppie e single cinesi senza figli che si recano nei quartieri svantaggiati di Amsterdam, Rotterdam, Utrecht e L'Aia per selezionare i bambini. Oppure i più furbi vanno in provincia, alla ricerca di giovani madri nubili senza sostegno familiare. Questi vengono poi inseriti in un database in modo che anche altri futuri genitori adottivi in Cina possano scegliere dal catalogo online l'analisi di età, sesso, colore, salute, background, valore del DNA e costi-benefici (a partire da € 25.000). Qualcosa che ora è permesso nei paesi non occidentali.

ISCRIZIONI ARGENTO E ORO

E ci sarà un elenco di fornitori preferiti per i paesi che pagano di più e hanno più interessi politici. Possono scegliere prima! O che dire dei paesi islamici che usano i soldi del petrolio per comprare bambini per conquistare anime nelle regioni della cintura biblica. Almeno lo stesso numero di bambini che hanno adottato in queste regioni dovrebbe quindi essere disponibile dal lato olandese per le regioni musulmane. Sono diverse migliaia. Sembra una grande idea per una solida base negoziale per la pace e il commercio con le superpotenze islamiche. Le prove di tali compromessi ci sono già.

POLITICA E BUSINESS COME AL SOLITO

Che dire dell'adozione di bambini per servizi politici/imprenditoriali come l'ex cancelliere federale Schröder (allora 60 anni) che più o meno ha ricevuto un bambino da Putin nel 2004. In segno di ringraziamento, una delegazione di affari è venuta a conoscere la Russia. Tutta questa vicenda dell'adozione è stata minimizzata e nascosta dal governo tedesco, ma nel frattempo ai servizi segreti tedeschi e russi è stato ordinato di mantenere la "trasmissione del n. 4" nella giusta direzione.

A COSA NON SERVE LA DIFESA?

E che dire dei parlamentari belgi che hanno usato aerei militari belgi per tenere adozioni private dietro le quinte o per cooperare a "evacuazioni" su larga scala dei cosiddetti bambini indifesi dal Congo. Come lo sappiamo di nuovo? Oh, le operazioni Babylift in Vietnam da parte dell'aviazione USA.

In altre parole, ci sono buoni affari da fare con e per i bambini, certamente a livello internazionale.

Una condizione è che non ci possa essere una prima scelta segreta per la classe media benestante dei Paesi Bassi da adottare a livello nazionale. Dopotutto, il gruppo olandese per bambini entrerà improvvisamente a far parte del mercato internazionale dei bambini (M. Riben).

PARI AUGURI PARI OPPORTUNITÀ

Cosa ne pensate della proposta di cui sopra?

Ai futuri genitori adottivi dei Paesi Bassi viene data carta bianca e possono scegliere ciò che vogliono (sono proprio come gli animali che i bambini, come descrive la madre adottiva Karen Gregory nelle sue parole sul giornale Trouw) ma anche altri aspiranti genitori adottivi non occidentali possono scegliere e consegnare nello stesso modo in cui si fa nei Paesi Bassi. Sembra un ottimo piano considerando che offrirà pari opportunità a tutti.

O si. Forse un'opportunità per aziende come Thuisbezorgd e Deliveroo di attingere a un mercato nuovo e internazionale? Il margine di guadagno è enorme. Nelle ore di punta, una media di $ 2,5 miliardi all'anno sono stati spesi in adozioni internazionali.

Se questo mercato aperto esiste, è solo questione di tempo che una star del cinema o una celebrità americana presenti una causa contro i Paesi Bassi per non aver ottenuto ciò che ha ordinato...

E c'è una buona probabilità che i multimilionari stranieri escogitino determinati sussidi sui progetti in modo che possano acquistare e riscattare la fornitura preferita per anni. Tutto sembra un buon piano ora che l'economia olandese può sfruttare una spinta in questo periodo di COVID.

VALORE DI MERCATO IN CALO

Sfortunatamente, il piano di cui sopra in realtà non ha alcun impatto a lungo termine. Viene rilevato da un nuovo mercato. Vale a dire quello della maternità surrogata commerciale e dei bambini firmati che puoi mettere insieme con il materiale del DNA come desideri. Chi vuole allora un figlio di seconda mano?

NUOVI TRATTATI CON LE STESSE SCAPOLE

Ma come sembra ora, quel mercato ha scoperto le scappatoie dell'adozione internazionale e vuole un trattato simile alla Convenzione dell'Aia per l'adozione. Ne abbiamo già discusso a livello internazionale nel 2016. I più intelligenti tra gli avvocati, molte giovani donne bianche che dicono di prendersi cura di altre donne nel mondo (o ciò che conta per loro, il controllo delle madri surrogate per un periodo di gestazione sano) hanno visto la loro possibilità . La solidarietà con le altre donne cessa improvvisamente quando si tratta di bambini. Quindi vengono rilasciati gli "istinti animali", per usare ancora le parole di Gregory.

In fondo sulla carta sembra tutto regolato eticamente, ma tutto subdolo è possibile perché appena c'è un trattato nessuno può e non ha più bisogno di controllarsi a vicenda, e tutto è possibile. Lunga vita alle leggi sui trattati internazionali.

CONSUMATORI DI SCHIZOFRENE

Nel frattempo, sono state raccolte più di 9.000 firme per revocare lo stop temporaneo alle adozioni internazionali nei Paesi Bassi. Tuttavia, questo gruppo di petizioni non vuole approfondire i retroscena dell'argomento in cui sono impegnati in quanto consumatori. Forse Benjamin Barber ha ragione nel suo libro, The Infantile Consumer.

Introduce quello che chiama "l'ethos infantilista": l'ideologia capitalista che riduce i cittadini responsabili a consumatori docili e sostituisce il bene pubblico con la proprietà privata. Barber mostra come i consumatori adulti si infantilizzano in un'economia globale che genera una massiccia sovrapproduzione di beni e si concentra principalmente sul bambino come consumatore. Analizza acutamente le conseguenze di questo sviluppo per i nostri figli, la nostra libertà, cittadinanza e democrazia.con

EDONISMO 2021

Molto tempo fa, quando ho letto il libro di Aldous Huxley, "A Brave New World", ho avuto i brividi che questo potesse essere vero. Ed ecco, è già qui. Se questo è corretto, allora è vero anche il teorema di Hannah Arendt. Peggio ancora, la storia lo ha già dimostrato. Il mostro umano risulta avere un volto ordinario di 'uomo o donna normale' che non è servito da un No. Cerca l'immediata soddisfazione dei bisogni individuali e del divertimento. Possibilmente a spese di altri. Questo si chiama edonismo.

FINE DEL FEMMINISMO 3.0

Anche il femminismo sembra fermarsi ai confini del mondo occidentale, e le donne di colore sembrano rimanere ansiosamente silenziose su questo argomento. Dopotutto, vogliono tutto ciò che hanno anche le donne bianche dominanti: libertà, bellezza, potere, prestigio e anche figli di un altro, se conviene. Anche se costa una perdita esistenziale per i diretti interessati; genitori e figli.

LA SAGA DI HOLLYWOOD

Nel frattempo, Hollywood e Walt Disney prendono in dono il tema dell'orfano e dell'adozione e non mettono più in discussione la sofferenza di Dombo, Bambi, Superman e tanti altri esempi. Dopotutto, la gente ricorda principalmente il lieto fine di Annie (The Musical), per esempio, ma non quello che l'ha preceduto. Dopotutto, il consumatore vuole il prodotto finale ma non la responsabilità del processo in anticipo.

PORNO DI ADOZIONE

Da allora, sembra esistere qualcosa come #adoptionporn. Orde di olandesi siedono ogni settimana davanti alla TV con i fazzoletti pronti a farsi bene con il programma 'come Spoorloos ed. indirettamente permette in questo modo. Il prezzo? Esposizione nazionale della sofferenza.

FINALMENTE

Ma chi paga davvero per quella sofferenza? Di solito non i consumatori. Sono solo utenti finali.

Termino con una citazione del Dr. Jordan Peterson.

"I tuoi diritti, diventano la mia responsabilità."

In altre parole, il tuo diritto diventa una mia responsabilità. Ciò che rivendichi come diritto deve quindi essere fornito e protetto da altri. La domanda è e rimane, a che prezzo?

lascia un commento cancella risposta

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%