Annullare la mia adozione

di Netra Sommer nato in India, adottato in Danimarca; ufficialmente non più "adottato".
La storia di Netra è andata in onda in Danimarca il tv e in la stampa, novembre 2020.

Fin da quando potevo ricordare, da bambino non ero felice. Questo non era il mio posto. Questi non erano i miei genitori. Non potevo assomigliare a loro. Ero sempre diverso.

Non hanno mai parlato dell'India, non si sono mai interessati alle mie origini mentre io ero sempre molto curiosa della mia identità. Avevo così tante domande. Perché ero qui? Non sono danese. Non potrei mai essere quello che loro volevano che fossi.

Crescendo, ho capito che c'era una cosa che non andava nella mia vita: era la mia adozione. Tutto ciò a cui riuscivo a pensare era questa adozione e quanto fossi infelice. Sono cresciuto con molta violenza. Mi è sempre stato detto che non ero abbastanza bianco; Dovevo essere questo o quello per essere danese. Il messaggio che ricevevo sempre era che dovevo essere qualcos'altro che non ero io. La mia personalità era così diversa dalla loro: amavo i colori, amavo la musica. Non volevano niente di tutto questo per me. Tante cose mi hanno ricordato che sono sempre stata così diversa e non la figlia dei miei genitori.

Mi sono trasferito da casa in età molto giovane. Quando ero un giovane adulto all'età di 18 anni, ho scoperto che potevo annullare la mia adozione – tranne che in Danimarca, il problema era che avevo bisogno della firma dei miei genitori adottivi e loro non volevano darla. Ho detto loro che era l'unica cosa che volevo e poi non avrei mai chiesto nient'altro. Dissero: "No, abbiamo fatto così tanto per averti, vogliamo essere una famiglia. Pensiamo che tu sia malato di testa, quindi no. " Ogni anno chiedevo. Ho spinto e spinto. Hanno sempre detto di no. “Io e mamma siamo stanchi di te. Non possiamo più vivere così. Non possiamo occuparci di questo. Sei uno psicopatico che non ha pensato a noi e che impatto ha su di noi che tu annulli questa adozione”. Tutto questo è stato comunicato tramite sms ed e-mail poiché mi sono rifiutato di vederli.

Due anni fa ho conosciuto un giornalista. Era molto interessata alla mia vita. Sapeva che avevo parlato nella mia comunità di adozione. Le ho detto che volevo annullare l'adozione per essere di nuovo il figlio di mia madre. Questi danesi non erano i miei genitori – non c'è amore o comprensione, niente a cui aggrapparmi. Quando ha saputo di più sulla mia esperienza, ha capito che era un problema difficile senza il consenso dei miei genitori e si chiedeva come potesse essere risolto.

Ho provato e scritto di nuovo ai miei genitori. Questa volta mi hanno detto cosa volevano in cambio. Dovevo portare tutte le cose della mia infanzia da casa, il che significava che dovevo andarci. Avevano anche un elenco di domande a cui volevano che rispondessi. Ho risposto che no, non torno. Ho offerto a un mio amico di ritirare le mie scatole di effetti personali dell'infanzia. Hanno provato a coinvolgerla ma lei ha rifiutato. Hanno inviato una lettera piena di domande a cui volevano che rispondessi. Volevano una spiegazione per cose come come penso che questo abbia un impatto su mia sorella, perché non le stavo considerando, se le cose nella mia infanzia erano state così brutte, ecc. Non sentivo di dover giustificare ciò che volevo. Non li ho sentiti per molto tempo: erano arrabbiati perché non rispondevo alle loro domande, quindi si rifiutavano di collaborare con la mia richiesta.

Il giornalista voleva aiutarmi con la mia storia. Con l'aiuto della sua società di produzione, è stata filmata la storia della mia vita e di come volevo annullare la mia adozione. Non potevamo prevedere cosa sarebbe successo dopo. I miei genitori adottivi hanno creato un sacco di drammi e in molti punti ci siamo chiesti se le cose sarebbero mai accadute.

Improvvisamente hanno inviato un messaggio. “Abbiamo visto che non vuoi rispondere alle nostre domande, ma vogliamo annullare. Inviaci i documenti con la tua firma e la tua data”. Così sono andato a prendere i documenti, li ho firmati, li ho filmati e li ho spediti. Successivamente sono stato contattato da un avvocato tramite posta che mi ha detto che non avevo firmato i documenti. Tutti gli altri sapevano che li avevo firmati. Ero così esausto per combattere questo. Ogni volta c'era qualcosa di nuovo che facevano per giocare il loro gioco. Ero così stanco di loro. Ho scoperto che mi avrebbero comunicato solo tramite l'avvocato, quindi ho scoperto cosa voleva, ho fatto esattamente come aveva detto, ho firmato e inviato di nuovo i documenti. Stavano facendo un gioco di potere per mostrarmi chi aveva il controllo.

Improvvisamente un caldo giorno d'estate, mio zio chiamò. Disse: "C'è una lettera per te". Avevo incaricato loro di inviargli i documenti firmati. Adesso dovevo aspettare perché era via in vacanza ma tornava presto.

Il giorno del suo ritorno, mi sono seduto e ho aspettato sotto il sole cocente. La troupe televisiva era con me per filmare cosa sarebbe successo. Ci siamo seduti tutti in attesa. Mio zio ha aperto la lettera. Ero così silenzioso e la troupe del film mi ha chiesto come mi sentivo, posso spiegare? Ma non potrei. non avevo parole. Poi mio zio tirò fuori i 2 fogli e disse: "Ora sei libero!" Finalmente, dopo più di 10 anni di domande! Tutto quello a cui riuscivo a pensare era tornare a casa mia, la mia barca. Non conosco le parole per descrivere come mi sentivo.

Il giorno dopo ho inviato i documenti al governo che mi ha detto di aspettare un altro mese prima che la cancellazione fosse ufficiale. Ho organizzato una grande festa per festeggiare. Il giorno prima della mia grande festa, una signora mi ha chiamato. Era l'avvocato del governo. Ha detto: "Voglio solo essere sicuro che tu voglia annullare la tua adozione". Dopo che ho risposto, ha premuto il pulsante sul suo computer e ha detto: "Ora è cancellato".

La cancellazione ufficiale mi è arrivata come e-mail. Ho mostrato alla troupe televisiva. Ero così felice! Ho detto loro: “Non sono più adottato! Ho riavuto il mio nome indiano!” Poi abbiamo avuto modo di festeggiare. Penso che sia stato allora che ho capito per la prima volta che ero finalmente libero. Ma mi sono anche reso conto che ora non ho nessuno che sia mio parente. Se muoio, nessuno verrà avvisato. Secondo i miei documenti indiani, non ho parenti, genitori, sorelle. Era la prima volta che mi sentivo un po' spaventata se mi fosse successo qualcosa; e se volessi che qualcuno prendesse il controllo della mia barca? Avrei bisogno di organizzare un testamento e assicurarmi che le mie cose siano curate.

Secondo i miei documenti indiani, sono stato trovato da un poliziotto per le strade di Bombay, quindi non ho informazioni di identificazione vere. È stato stimato su due diversi documenti che avevo 1 anno o 3 mesi quando sono stato trovato. La mia adozione è stata fatta tramite un'agenzia di adozione danese che non esiste più. Ci sono così tante cose che voglio scoprire. Non sono tornato in India, ma voglio farlo il prima possibile. Ho bisogno di sapere cosa è successo, qual è la verità sulle mie origini. Voglio fare un altro documentario sul mio ritorno in India quando sarà passato il COVID.

Le uniche parole di esperienza che posso offrire agli altri adottati sono che se vuoi annullare la tua adozione, assicurati che questo sia ciò che vuoi veramente. Non c'è ritorno. Ci sono molti ostacoli per realizzarlo. La maggior parte dei genitori non vorrà essere d'accordo perché per loro è la perdita di un figlio. Ma credo davvero che sia importante che gli adottati abbiano la possibilità di scegliere. Mi auguro che in Danimarca o in qualsiasi altro paese, gli adottati possano annullare le adozioni senza bisogno del permesso dei genitori adottivi. Ci hanno acquistato da bambini: perché dovrebbero sempre decidere il nostro destino?

Molte persone giudicano e pensano che io non sia grato di essere in Danimarca. Mi dà fastidio che così tanti continuino a partecipare e a comprare un bambino. Penso che la maggior parte delle madri voglia il proprio figlio se avesse altre opzioni. Il risultato finale dell'annullamento della mia adozione è essere lasciato senza parenti, senza eredità, essere molto solo e, naturalmente, avere una famiglia adottiva molto triste e arrabbiata. Mi hanno maltrattato, ma la legge in Danimarca era difficile e non ha sostenuto i miei desideri a causa della prescrizione che ha significato per casi storici di abuso, non sono stato in grado di sporgere denuncia. Ho fatto tutto il possibile per essere libero. Per fortuna non mi è costato finanziariamente far annullare la mia adozione: non avevo bisogno di un avvocato e la società di media è stata un supporto straordinario, insieme ai miei amici e alla mia "famiglia" che sono lì per me.

un successivo intervista e articolo è stato condiviso sulla storia di Netra Sommer.

7 Risponde a “Cancelling My Adoption”

  1. Grazie per il tuo grande coraggio di esprimere e rischiare di dire la tua verità. Perché coraggio? Perché quello che hai detto non è voluto essere ascoltato da così tanti. Possa la pace trovare un cuscino permanente nel tuo cuore. benedizioni.

  2. Sei così coraggioso. Congratulazioni per aver ottenuto l'annullamento della tua adozione. Sogno di ottenere lo stesso. Vivo in Irlanda ed entrambi i genitori adottivi sono deceduti ma desidero ancora essere libero dalle catene dell'adozione

  3. Incredibile, sei davvero un trail blazer. Sperando davvero che tu riesca a trovare la tua famiglia in India o che loro riescano a trovarti. Ogni benedizione per te nel tuo viaggio.

  4. Ho annullato la mia adozione semplicemente;

    1. Ho lasciato il domicilio del mio adottante all'età di 18 anni, prima che raggiungesse la maggiore età e non sono più tornato.
    2. Ho recuperato il mio OBC nonostante la negazione dello stato e l'insistenza sul fatto che non l'avrei mai avuto. La determinazione a far vincere la propria verità, la conoscenza di tutte le leggi e la perseveranza sull'ingiustizia. E di non essere nato in stato di adozione.
    3. Ho recuperato anche gli OBC dei miei fratelli e quelli dei nostri genitori.
    4. Ho recuperato il mio decreto definitivo di adozione
    5. Non ho cambiato nome utilizzando né il nome dell'adottante né quello datomi alla nascita.
    6. Sono in cinque banche dati del DNA e ho recentemente trovato la figlia di mia sorella (mia nipote, che è anche un'adottato), e l'inconseguenza sono a un tiro di schioppo dal ricongiungimento con mia sorella (che è anche lei un'adottato)

    Sono figlia e nipote materna di immigrati, nata in una famiglia magiara non anglofona, con cultura e norme ungheresi. A 18 mesi maggiorenne, sono stata rapita dai miei nonni, perdendo così tutta la mia identità, lingua, religione, cultura, identità e relazioni ancestrali + familiari e storia. Dall'aplogruppo mtDNA am Berber, dalla moderna traccia cartacea ancestrale I am Magyar & Hun, e dal DNA Neanderthal. 99% della mia famiglia, materna e paterna, hanno gli occhi scuri, i capelli scuri e la carnagione olivastra, in breve i geni dominanti della maggior parte degli umani su questa terra. Ho tutte le gens recessive quindi ho occhi e capelli molto chiari... con la pelle olivastra.

    A proposito: la scienza della genetica ha smentito il mito della razza e dell'etnia, entrambi costrutti sociali artificiali usati per dividere in "superiore e inferiore". Come i confini geopolitici, non esistono. Ma il DNA è per sempre e non può essere separato da noi e dai nostri cM condivisi. #DNA_R_Us. Siamo tutti 99.9999% uguali.

  5. Mi dispiace tanto che tu abbia dovuto sperimentare tutto questo dolore e sofferenza durante la tua infanzia e fino all'età adulta. Spero che d'ora in poi la tua vita sarà solo tua da vivere e godere e che sarai in grado di riconnetterti alle tue radici.
    Abbiamo adottato ("comprato") la nostra seconda figlia (ragazza) dall'India quando aveva 5 anni. Parliamo dell'India e parliamo dell'orfanotrofio in cui vive. Non vogliamo che dimentichi chi è; da dove è venuta. Siamo fortunati a vivere nella Bay Area della California e che lei possa vedersi rappresentata nella popolazione intorno a noi e persino nella sua scuola.
    Siamo fortunati ad averla perché è un raggio di sole costante nelle nostre vite. Tuttavia, se decidesse di annullare la sua adozione quando sarà più grande, la scelta sarebbe sua.
    Grazie mille per il tuo punto di vista su questo aspetto dell'adozione.
    Ti auguro tutto il meglio d'ora in poi.
    Prendersi cura di se stessi.
    Una madre amorevole di Diya adottata

lascia un commento cancella risposta

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%