I bambini rubati della Cambogia

di Elizabeth Jacobs, nato in Cambogia e adottato negli USA.

Elisabetta da bambina

Vorrei condividere con voi il mio progetto in cui creerò un documentario che seguirà il mio primo viaggio di ritorno in Cambogia dalla mia adozione avvenuta nel 2000. Ora ho ventun anni e sto scoprendo chi sono sono davvero come persona e cosa voglio fare di me stesso. Prima di continuare a crescere ulteriormente nell'adulto che desidero essere, sento il bisogno di fare i conti con il mio passato. Dopo aver rivisitato alcuni documenti e foto della mia adozione, ho scoperto alcune incongruenze che sollevano interrogativi sul mio passato. Spero che tornando in Cambogia potrei cercare la mia identità originale per capire meglio la mia vita prima che fosse americanizzata.

All'inizio, il mio piano per il documentario era mostrare il processo per trovare la mia famiglia cambogiana circa ventuno anni dopo. Il mio intento era quello di concentrarmi su una possibile riunione con qualsiasi membro biologico della mia famiglia e di ripercorrere i passaggi della mia adozione, come visitare l'orfanotrofio da cui sono stato abbandonato e possibilmente visitare la mia madre adottiva e la tata. Tuttavia, durante le indagini sulla mia adozione, ho scoperto molto di più di quanto si sapeva in precedenza.

Mi sento emotivamente pronto e curioso di conoscere la mia adozione, ma così facendo, ho setacciato tutti i documenti e ho trovato alcune nuove informazioni che mi fanno dubitare se sono stato rubato o meno dai miei genitori biologici, forse non legalmente rinunciato come pensavo prima.

Non avendo alcuna informazione sulla mia famiglia biologica, mi chiedo se sono o meno una vittima di Lauren Galindo, la famigerata trafficante di bambini in Cambogia, e della sua rete di reclutatori. Lo schema di Galindo era il seguente: un reclutatore avrebbe fatto amicizia e si sarebbe guadagnato la fiducia dei genitori impoveriti dando loro piccole somme di denaro e promettendo loro che avrebbero portato i loro figli in un orfanotrofio dove sarebbero stati ben curati mentre la famiglia sarebbe tornata i loro piedi. Inoltre avrebbero assicurato ai genitori che i loro figli, una volta cresciuti, li avrebbero sostenuti dall'America. È così che si è svolto il processo nei confronti di molti neonati e bambini piccoli i cui genitori erano troppo poveri per prendersi cura di loro. Invece di restituire questi bambini ai loro genitori, il collegamento ha offerto questi bambini in adozione principalmente a genitori americani in cambio di "tasse di adozione fasulle" per un importo di migliaia di dollari. Le tasse sono state interamente costituite da Galindo in quanto il governo non ha richiesto tasse di adozione.

La mia adozione è stata condotta pochi mesi dopo che il divieto di adozione è stato messo in atto a causa dello scandalo del traffico di bambini di Lauren Galindo. Galindo è stata accusata di riciclaggio di denaro per il quale è stata successivamente incarcerata per 8 mesi e accusata di aver creato un giro di traffico di neonati/bambini in cui i bambini sono stati rubati alle loro famiglie amorevoli e venduti per un profitto.

Ventuno anni dopo, ora sono un adulto pronto a fare le mie scelte e voglio visitare il mio passato e affrontare tutte le questioni irrisolte che sono rimaste nascoste per così tanti anni.

Sento che questo argomento è importante perché riguarda il mio passato e come la mia vita avrebbe potuto essere drasticamente diversa se non fossi mai stata adottata. Ora che mi chiedo se la mia adozione sia stata parte di uno scandalo di traffico di bambini in Cambogia, questo documentario è diventato più di una semplice riunione con il mio paese d'origine. È diventato un diario visivo e un'indagine in tempo reale sulla verità sulla mia adozione. Sto mostrando il mio viaggio al pubblico in modo da poter condividere questa storia molto importante di identità perduta. Ci sono centinaia di adottati come me e penso che sia importante diffondere la consapevolezza su questo scandalo perché potrebbero esserci altri là fuori che credono di essere adottati legalmente, quando in realtà potrebbero avere una famiglia in Cambogia che si sono chiesti per tutti questi anni dove il loro bambino è finito.

Il mio arrivo

Ritengo che questo argomento sia importante e molto rilevante perché la Cambogia ha ancora il divieto di adozioni internazionali a causa dell'enorme quantità di corruzione nel settore delle adozioni. Oggi il governo cambogiano sta lavorando a poco a poco per togliere il divieto, tuttavia, poiché il paese è così povero, potrebbe essere così facile che le cose tornino come erano dove persone senza scrupoli cercano ancora di approfittare dei genitori che hanno bisogno aiutare con i propri figli.

Sono sempre cresciuto con il desiderio di adottare dalla Cambogia, ma non posso farlo con questo divieto. Mi rattrista sapere che ci sono veri orfani in Cambogia in attesa di essere adottati ma non possono perché sono troppi quelli che approfitterebbero del loro abbandono in cambio di un profitto.

Dato che questo documentario è molto personale per me, so che lo troverò impegnativo e sarà un viaggio molto emozionante ma di grande impatto da catturare. È anche possibile che non trovi alcuna informazione sui miei genitori biologici e finisco con ancora più domande di quelle che ho iniziato. L'obiettivo è quindi quello di ottenere quanta più chiarezza possibile sul mio passato. Il risultato è incerto, ma questo non fa che aumentare la suspense che questo documentario catturerà.

Se vuoi sostenermi nella mia ricerca per creare questo documentario, visita la mia raccolta fondi sito web.

lascia un commento cancella risposta

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%