Il periodo di attesa per il mio certificato di nascita

Ho ricevuto un'altra e-mail dall'ICAB il 28 giugno, circa 15 giorni da quando avevo inviato per e-mail un modulo firmato chiedendo il recupero del mio certificato di nascita. Questa e-mail aveva l'oggetto: "Preoccupazione post adozione" che mi ha fatto battere il cuore poiché sembrava così serio e ufficiale. Il contenuto di questa e-mail diceva sostanzialmente che l'ICAB ha confermato la mia ricevuta per la richiesta inviata il 22 giugno.

L'ICAB ha detto che avrebbero anche recuperato la mia cartella per la fotocopia del mio certificato di nascita e richiesto la copia cartacea di sicurezza dalla Philippine Statistics Authority (PSA). L'ICAB mi informerà non appena il mio certificato di nascita sarà disponibile.

In questo periodo di attesa, mi sono sentito isolato, ma la mia vita negli Stati Uniti (USA) è cambiata ed è sbocciata in nuovi percorsi. Ho iniziato un nuovo lavoro in un'altra scuola qui nel nord dell'Arizona, ancora vicino alla riserva Navajo, dove sto costruendo una piccola biblioteca specializzata per i gradi K-12, in una scuola charter completamente sostenibile. Ho finito con una serie di arte mista che verrà mostrata in un ristorante del centro durante una passeggiata artistica del primo venerdì ad agosto. Sono stato in grado di trasferirmi in una stanza più grande della mia casa allo stesso costo di affitto, quindi ora ho una camera da letto più spaziosa per me e le mie piante.

Sono stato in grado di realizzare ancora di più il mio sogno: voler vivere un giorno alle Hawaii e lavorare lì in una biblioteca. Ho twittato in modo ossessivo sui bambini che sono stati separati dall'immigrazione ai confini degli Stati Uniti e portati con la forza nel sistema di affidamento degli Stati Uniti. Oh! E ho anche iniziato a indossare le lenti a contatto, il che è stato fantastico per me da quando ho avuto gli occhiali per tutta la vita.

Personalmente, riconosco ancora che in qualche modo mancano dei pezzi al tessuto della mia identità. Culturalmente, sono estraneo. Per quanto riguarda la famiglia, vivo ancora per lo più da single e desidero un giorno avere una famiglia per me. Ma la cosa buona è che, creativamente, sono stato in grado di ristrutturare parte di ciò che ho perso essendo rimasto orfano da bambino. E, professionalmente, ho trovato il miglior sbocco nel lavoro che svolgo, poiché la professione che ho scelto si sposa bene con la personalità introversa che ho sviluppato come adottato internazionale negli Stati Uniti

Non posso dire che vada tutto bene, perché non è così. C'è ancora molto per cui deve essere combattuto, condiviso e portato alla consapevolezza. Ma una nota positiva, penso che siamo in un posto migliore rispetto a qualche decennio fa, quando tutto ciò che avevamo era un sistema di posta vecchio stile su cui fare affidamento. Non vedo l'ora di scoprire quali innovazioni possono creare la vita e il resto della nostra comunità di adottati, soprattutto se continuiamo a credere che le nostre voci contino in questo mondo.

lascia un commento cancella risposta

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%