Processo decisionale dei genitori adottivi nell'adozione internazionale

Di Sunny Reed

Con la popolarità di Questi siamo noi e la storia del New York Times su il bambino nero ha scambiato per uno bianco, è utile dare un'occhiata alla rappresentazione dell'adozione nei media popolari.

Sia nel mio work-in-progress che nel mio blog, do uno sguardo retrospettivo alla scarsità di risorse per l'adozione, sia professionali che generali, per dipingere un quadro più ampio di ciò che ha portato le persone ad adottare un bambino al di fuori della loro razza e paese. L'articolo di oggi si concentra su come le rappresentazioni della Russia e della Cina nei media hanno influenzato la decisione di un genitore adottivo di adottare.

Framing Adozione:_I media e il processo decisionale dei genitori
Heather Jacobson

Riepilogo dell'articolo

I futuri genitori eseguono ricerche durante il processo di adozione, spesso sulla base di articoli pubblicati dai media popolari. Jacobson ha rivelato le reazioni dei potenziali genitori a questi articoli e come le notizie hanno influito sulla loro decisione di adottare.

Punti chiave

  • Le storie dei mass media russi sono descritte in modo più negativo di quelle cinesi
  • L'adozione russa è segnalata più frequentemente di quella cinese
  • Le storie di adozione cinesi negative si sono concentrate più sulla logistica che sui potenziali problemi di salute mentale del bambino
  • Poiché i futuri genitori intervistati per lo studio di Jacobson stavano venendo in adozione dopo una situazione di infertilità rischiosa, hanno mostrato il desiderio di evitare ulteriori rischi

Discussione

Una certa dose di scetticismo è salutare quando ci si avvicina alla decisione di adottare un bambino non tuo; dopotutto, è una decisione enorme, che ha un impatto sulla vita di un bambino che non aveva scelta. L'autrice ha scoperto che, indipendentemente dal tono generale di ogni articolo di notizie, la conclusione generale che ha tratto è stata che adottare un bambino in una casa amorevole va bene, ma i potenziali genitori potrebbero calpestare un pericoloso terreno politico.

Quando l'adozione diventa politicizzata, c'è una tendenza a disumanizzare il bambino. Il bambino non è una pedina politica, un povero trovatello portato di nascosto da un paese devastato dalla guerra in una casa amorevole. Quando gli articoli dei media descrivono l'adozione in questo modo, l'identità in via di sviluppo del bambino è influenzata negativamente da questi pregiudizi. Non solo i genitori adottivi, nonostante i loro migliori sforzi, possono assorbire questi punti di vista dannosi, ma inevitabilmente le persone meno coinvolte emotivamente nell'adottato utilizzeranno senza dubbio, senza alcun altro quadro di riferimento, questi articoli come un modo per formulare opinioni sul tema dell'adozione .

I genitori adottivi hanno riferito di essere stati influenzati da questi articoli, alcuni menzionando i rapporti secondo cui i bambini russi hanno più problemi di attaccamento rispetto ai cinesi che li hanno portati ad adottare un bambino cinese. Questo è inquietante, perché si nota che molti adottati hanno problemi di attaccamento; non è un fenomeno nazionale. Come sottolinea Jacobson, "la maggior parte degli adottati sia dalla Cina che dalla Russia ha sperimentato un'istituzionalizzazione che può avere gravi conseguenze per i risultati dei bambini". Molti di noi adulti adottati all'estero, leggendo questo articolo, possono confermare questa realtà.

Altri genitori adottivi internazionali hanno utilizzato gli articoli che hanno letto come giustificazione contro l'adozione nazionale e preferendo l'adozione internazionale. Leggevano storie di genitori biologici locali che cercavano i loro figli e li rivolevano indietro. Come riportato nella ricerca, nelle loro menti come genitori adottivi, questo sarebbe intollerabile poiché molti hanno sperimentato la propria sofferenza attraverso l'infertilità o i nati morti.

Le opinioni espresse nella ricerca di Jacobson riflettono la natura dell'adozione incentrata sul genitore adottivo; i genitori adottivi consumano i media, i genitori adottivi prendono la decisione finale di adottare. Ovviamente i genitori adottivi hanno bisogno di un modo per informare le loro decisioni, ma un po' preoccupante è che le caratteristiche razziali prevalgano sui rischi di adozione russa. I genitori adottivi hanno perseverato nelle adozioni russe nonostante gli avvertimenti, perché erano desiderosi di ottenere un bambino che avesse una somiglianza razziale più stretta con il loro. Dobbiamo mettere in discussione questa decisione, perché l'apparenza non può prevedere il futuro esito di un bambino.

Come adottati transrazziali e internazionali, è nostro dovere rimanere vigili su questi articoli di notizie e assicurarci che i mass media rappresentino in modo equo le nostre lotte e la nostra rappresentazione politica. Se non lo fanno, è nostra responsabilità tagliare il pregiudizio emotivamente guidato verso l'adozione producendo articoli che forniscono resoconti equilibrati.

7 Risponde a “Adoptive Parent Decision Making in Intercountry Adoption”

  1. L'adozione include una madre naturale e una famiglia – e il bambino non è senza voce e l'uso di tale terminologia esclude la madre del bambino e i suoi parenti stretti – NON SONO SENZA PAROLE e tali parole umiliano e disumanizzano la madre naturale – quindi per favore astenersi dall'usare tale terminologia – adozione è un processo legale – e con le adozioni internazionali ogni bambino merita una casa calda e amorevole in cui crescere – ma prima che qualsiasi adozione possa essere considerata come il bambino non è una merce per coloro che non possono produrre la propria prole – I MIEI DIRITTI che risuonano in giro il mondo oggi – L'ADOZIONE non è nemmeno una soluzione ai problemi del mondo – C'È UNA MADRE NATURALE – PADRE – FRATELLI E FAMIGLIA ESTESA – e basta guardare i documentari quando una persona adottata attraverso adozioni internazionali da adulta torna nella sua terra d'origine ritrovare la loro madre naturale e i loro familiari – la distruzione provocata dall'adozione nella vita di tante persone non può essere ignorata – non è un MONDO DI VOGLIA DI ADULTI – è è il sacro legame tra madre e figlio che è il più importante – e nei paesi in cui i bambini sono orfani entriamo in un'area di discussione diversa – PER FAVORE TOGLIERE LA TUA TERMINOLOGIA che il bambino è senza voce perché se la sua madre naturale e i membri naturali della famiglia sono rispettati, sono la voce del bambino – ogni bambino nato (quando siamo nati noi stessi) i nostri genitori naturali erano la nostra voce – e tutti gli articoli dei passati adottati che mostrano la PERDITA EMOTIVA E IL DOLORE che soffrono devono essere un segnale di avvertimento per coloro che spingono l'inter adozioni in campagna – MA ogni bambino merita una casa calda e amorevole – quindi il primo posto è aiutare la madre a crescere il proprio figlio ha già formato un legame sacro con UN'UNITÀ che non dovrebbe mai essere DIVISA IN DUE METÀ

    1. Ciao Brenda,

      Grazie mille per aver dedicato del tempo a leggere il mio articolo e rispondere! Mi dispiace che l'uso del termine "senza voce" ti abbia offeso. Quando ho scelto quella parola, stavo pensando principalmente ai bambini le cui famiglie biologiche non erano letteralmente in grado di agire nel mio migliore interesse perché io, da bambino, non ero in grado di esprimere i miei desideri e bisogni.

      La perdita e il trauma dell'adozione sono reali, indipendentemente dalla parte della triade in cui ti trovi. I bambini meritano una casa calda e amorevole in modo che possano crescere ed essere nutriti in meravigliosi adulti.

      Apprezzo i tuoi commenti e spero di sentirti presto. Grazie ancora!

      Soleggiato

      1. Non c'è un bambino nato che abbia voce – la madre naturale è la voce del suo neonato – la madre naturale non aveva voce – indifesa nel salvare se stessa e il suo neonato – questi sono stati crimini contro l'umanità e dividere UN'UNITÀ in due metà – è un crimine – le madri non sono mai state coinvolte nella triade adottiva – MAI MAI – poiché l'adozione è un processo legale – le continue falsità che continuano sono inquietanti – quando usi la parola senza voce potresti riferirti alla rinuncia che è ancora una volta umiliante la madre naturale - se ha scelto di abbandonare il suo neonato (non riesco nemmeno a immaginare perché, ma come portavoce del National Advocacy Group for Mothers - non giudicherò mai quelle madri) quello che stai dicendo allora il bambino non aveva voce CONTRO LA SCELTA DELLA MADRE rinunciare – Ho solo sentito che dovevi chiarire cosa intendi perché le scuse parlamentari nazionali e vittoriane riguardavano coloro che non avevano scelta – MADRI CHE NON AVEVANO A SCELTA – le autorità che prendono decisioni illegali per il traffico di bambini e i reati di allevamento di bambini – Vedo l'argomento da tutti i punti di vista poiché mia sorella e mio cognato sono genitori adottivi – e posso assicurarti al 100% che LE MADRI NON SONO MAI COINVOLTE NEL PROCESSO LEGALE DI ADOZIONE – FATTO – e la parola triade era una parola messa in atto dalle autorità per mantenere il controllo e il potere sulla madre e ora figlio/figlia adulto – triade – significa medico – assistente sociale – e agenzia di adozione – i tre punti in cui sono stati commessi i crimini e da chi. Non significa madre – figlio – genitori adottivi – sono menzogne impostate dalla comunità di adozione e faccio questi commenti con il massimo rispetto – ma se non condividiamo – non andremo mai a fondo delle questioni fondamentali

  2. Brenda .. devo scusarmi sia per Sunny che per me in quanto proprietaria di questo blog. Avrei dovuto capire che le parole avrebbero potuto offendere madri e padri che hanno perso figli a causa dell'adozione. Sono passato attraverso e modificato per sistemare in modo che la nostra intenzione sia più chiara. Convalidiamo totalmente e proviamo empatia per le nostre madri e padri di perdita. Questo post aveva lo scopo di esaminare un determinato articolo e criticarlo e dimostrare come i media descrivano erroneamente l'adozione e ne diano una prospettiva parziale. Il nostro blog, la nostra rete di adottati internazionali per adulti è dedicato a rafforzare le voci degli adottati e dei genitori scomparsi perché nell'adozione internazionale i genitori scomparsi semplicemente non sono visibili. Ti ringraziamo per averci aiutato a capire quanto facilmente le parole possano ferire e ritraumatizzare. Spero che con le modifiche al post originale del blog, possiamo abbracciarci a vicenda condividendo le nostre prospettive con rispetto reciproco. Grazie per il tuo contributo e per essere stato abbastanza coraggioso da dircelo direttamente.

    Sono anche consapevole del fatto che rispettiamo tutti coloro che sono coinvolti nell'adozione, quindi spero che anche i nostri genitori adottivi non si sentano invalidati o attaccati. Purtroppo, l'adozione crea un trauma per tutti noi e dobbiamo in qualche modo trovare un modo per condividere rispettosamente e capire come sostenerci a vicenda e andare avanti con i nostri dolori, sperando di imparare dal passato e trovare un modo per dialogare sul futuro.

    1. Ciao, grazie per la tua risposta – le madri a cui sono stati rubati i bambini non li hanno mai persi per l'adozione – sono stati criminalmente rubati alla madre – indifesi – sia madre che bambino piangevano l'uno per l'altro – e nessuno ha ascoltato entrambe le grida di aiuto – non si può immaginare il trauma il neonato sente che – dopo 9 mesi di allattamento nel grembo materno – si è formato un legame sacro e poi madre e figlio – lacerati dai criminali sia che si tratti di adozioni locali o internazionali – comunico con molti adottati coreani e cosa hanno passato attraverso azioni terribili e riprovevoli – e dentro ogni adulto c'è il bambino piccolo – che ancora piange per sua madre e dentro sempre madre – il suo cuore piange ancora per il bambino che ha nutrito dentro – mentre la sua vita primaria le è stata rubata – anche la sua identità come i suoi bambini appena nati – è questione di UNITÀ – per capire non si tratta di ADOZIONE – quando si pianta un albero non si pianta dal ramo più alto si pianta dal seme i nella parte inferiore del suolo – e così la maternità inizia dal seme della vita – nel suo grembo – e come ci dice la propaganda l'adozione è iniziata dal momento del concepimento – scritto nei rapporti – affermando chiaramente l'intento cospiratorio della corruzione da parte della professione medica e altri per RUBARE i neonati per i loro clienti in attesa - L'ADOPZIONE è una macchina per fare soldi sulla schiena dell'amore incondizionato di una madre per il suo bambino che cresce all'interno del suo stesso corpo - poiché tutti noi - siamo ancora parte del corpo di nostra madre - e sarà sempre - il miracolo della vita - ma purtroppo in tutto il mondo la maternità è stata ridotta a nulla - solo una merce solo un vuoto con molti ora che credono di avere il diritto di affittare il grembo delle ragazze perché non possono produrre (impossibile) la propria prole – si tratta della MAMMA – il dono prezioso della vita che è andato perso nel quadro generale – molte madri rinunciate che qui non sono in discussione – sono i crimini – basta solo leggi cosa è successo in Spagna e Cile – e torna indietro e leggi cosa è successo in Argentina quando i medici sono stati incarcerati per aver rubato i neonati – l'eccitazione fuori dal tribunale quel giorno che non dimenticherò mai – le madri – i figli/figlie rubati che hanno raggiunto l'apice della loro VERITÀ – possiamo lottare insieme per fermare la corruzione – fermare il commercio di bambini – ma ci vorrà uno sforzo enorme che noi come gruppo di difesa stiamo cercando di fare in tutto il mondo – potremmo perdere battaglie lungo la strada – ma VINCEREMO LA GUERRA – MADRE FIGLIO FIGLIA contro la corruzione del traffico di neonati e bambini – restate in contatto possiamo FARLO INSIEME

  3. Quando abbiamo deciso di adottare, è stato perché sapevamo che c'erano bambini che vivevano negli orfanotrofi, una storia di loro che crescevano negli orfanotrofi, senza una casa né genitori, e sentivamo che era meglio fornire amore e casa a qualcuno qui che aveva bisogno piuttosto che avere un bambino e aumentare la sovrappopolazione. Oltre a leggere molti resoconti di prima mano sull'adozione nelle riviste di adozione, la nostra agenzia ci ha consigliato di dedicare molto tempo a pensare ai diversi aspetti dei paesi da cui potremmo adottare, compresi gli aspetti pratici (potremmo gestire 6 settimane in un altro paese facendo l'adozione legale lì), i motivi per cui i bambini potrebbero finire negli orfanotrofi e il fatto che se dovessimo essere genitori di un bambino nato in un altro paese, dovevamo celebrare la cultura di quel paese all'interno della nostra famiglia e divertirci a farlo. Non abbiamo letto articoli di notizie per prendere una decisione, ma abbiamo letto libri, ricercato questioni economiche e sanitarie in quei paesi, ascoltato musica, provato cibo, guardato arte, contattato gli immigrati di quei paesi, ecc. I Immagino che i genitori adottivi che adottano in modo indipendente potrebbero avere un'esperienza di apprendimento diversa rispetto a quelli che passano attraverso agenzie consolidate. So che alcune persone hanno scelto la Russia perché i loro figli non sarebbero stati così diversi, il che può essere visto come razzista. So anche che nel mondo dell'adozione si discute molto sul fatto che l'adozione transrazziale sia problematica. Quando abbiamo adottato nel 1995, niente di tutto questo era oggetto di discussione. Ciò che è emerso è che altri paesi temevano che i bambini sarebbero stati venduti per trapianti di organi. So che molte persone parlano dei guadagni legati all'adozione, ma quando sommi le spese legali, le spese mediche, gli operatori sanitari, gli insegnanti, gli assistenti sociali e altre risorse coinvolte nella cura dei bambini nell'orfanotrofio di nostro figlio, ciò Ho visitato e assistito in prima persona, i nostri costi erano facilmente giustificabili.

    1. Ci sono così tanti orfani in tutto il mondo – che hanno bisogno di una casa amorevole – e tutti meritano di conoscere la propria storia – e quando adottano la raccolta di tali informazioni è essenziale per quando il bambino cresce e vuole conoscere la propria eredità – purché lo siano orfani e non bambini rubati: una casa amorevole non è chiedere troppo

lascia un commento cancella risposta

Pubblicazione....
Italiano
%%piè di pagina%%