Recensione CUORE DI LEONE

Copertina del libro Cuor di Leone

Non avevo idea di avere un profondo bisogno di vedere i miei figli sentirsi felici. Mi rendo conto ora di quanto ho visto negativamente la rabbia e la frustrazione. Non mi ero reso conto che quando ho deciso di adottare un bambino, in parte si trattava di riparare un bambino rotto. Avevo così tanto amore da dare e pensavo di poter amare un bambino finché non fosse di nuovo intero. p94

LIONHEART: La guida alla vita reale per le famiglie adottive è un libro scritto da quello che definirei incredibilmente accesi genitori adottivi. Se tutti i genitori adottivi abbracciassero i nostri inizi traumatici come queste 3 coppie, con gli sforzi che hanno chiaramente fatto per affrontare le complessità coinvolte, la mia ipotesi è - vedremmo risultati molto meno tragici e negativi dall'adozione internazionale in tutto il mondo.

Questo libro deve essere letto dai futuri genitori adottivi in ogni paese di accoglienza! Solo in America, questo libro farebbe un ENORME impatto sull'educazione necessaria e veritiera che dovrebbe essere fornita ai futuri genitori sulla realtà del compito che stanno assumendo attraverso l'adozione internazionale.

Questo libro è il miglior manuale pratico che abbia letto e che fornisce ai genitori potenziali e adottivi una guida pertinente per gestire le sfide che inevitabilmente portiamo come persone adottate. Fin dall'inizio, gli autori chiariscono che questo non è un libro per deboli di cuore, da qui il titolo Cuor di Leone. Gli autori delineano la realtà che ho sperimentato anche come adottato all'estero, cresciuto nello stesso tipo di famiglia rappresentato nel loro libro, ovvero l'essere un bambino adottato all'estero tra i figli biologici di un genitore adottivo.

Mi sono relazionato a questo libro su alcuni livelli. In primo luogo, come adulto adottato all'estero, ho visto me stesso attraverso il viaggio dei loro figli adottati: lottare per sentirsi al sicuro, comportarsi in molti degli stessi modi durante l'infanzia, desiderare di sviluppare fiducia ma ha paura, affrontare molte delle stesse sfide, ecc.

"... fare da genitore a un bambino che era sia disperatamente malato che emotivamente segnato è diverso in molti modi. Sono un genitore biologico e adottivo, e posso dirvi per esperienza diretta che non sono la stessa cosa". p90

In secondo luogo, come genitore di mio figlio biologico con bisogni aggiuntivi, questo libro è stato un riflesso della mia genitorialità negli ultimi 11 anni! Potrei relazionarmi totalmente con i problemi sensoriali, i comportamenti impegnativi, la ricerca di risposte e terapie, l'esaurimento di cercare disperatamente di trovare qualcosa che funzioni e le differenze nell'essere genitori di un bambino senza bisogni aggiuntivi rispetto a uno con molti, ecc. gli autori fanno correttamente il collegamento, che adottare un bambino è letteralmente lo stesso che avere un bambino con bisogni aggiuntivi.

Gran parte dei consigli standard per genitori di bambini con una malattia mentale si applica alle famiglie adottive. p102

In terzo luogo, queste 3 famiglie si sono unite per formare la propria rete di sostegno perché si sono rese conto di trovarsi in una situazione unica e che il sostegno era cruciale per la loro sopravvivenza nell'adozione. Questo libro è nato dalla loro amicizia, dal sostenersi a vicenda e dalla consapevolezza che le lezioni apprese potrebbero essere preziose per gli altri. Allo stesso modo, ho costruito una rete di supporto con i miei compagni adulti adottati all'estero e abbiamo prodotto molti ottimi documenti, libri e risorse che sono utili per gli altri.

L'unica area che questo libro non copre affatto, che consiglierei a tutti i futuri genitori adottivi di indagare, è il quadro generale delle questioni e dei dilemmi etici, politici, sociali e dei diritti umani all'interno dell'adozione internazionale. Il mio percorso di adozione personale dura tutta la vita e quello che ho notato in particolare dopo aver avuto figli miei, è che ho lentamente aperto gli occhi al quadro più ampio dell'adozione internazionale. Questa fase include porre domande che i miei genitori adottivi non hanno mai fatto, ma che si trovano nel profondo e alla fine salgono in superficie.

Domande come: la mia rinuncia e quindi l'adozione è legittima, è stato scambiato denaro ed è stato equivalente a quanto costerebbe elaborare l'adozione o è stato ricavato denaro dalla transazione, chi ha guadagnato da quel denaro, quanti bambini sono stati inviati dalla mia nascita paese ogni anno e perché, cosa succede per le famiglie naturali e come affrontano la perdita del figlio, e se non dovessero perdere il figlio e come possiamo potenziare questa opzione?

Domande sui diritti umani come: cosa ha fatto il mio paese di nascita per cercare di aiutarmi a mantenermi con la mia famiglia, la mia famiglia allargata, la mia comunità, il mio paese, prima che venissi adottato all'estero? In che modo i miei genitori adottivi hanno partecipato a questo commercio/attività? Era volontariamente o ciecamente? Fa qualche differenza? L'adozione internazionale è in bianco e nero come generalmente viene descritta dai media? Ci sono stati altri risultati che avrei potuto vivere come adottato, se non fossi stato adottato in un'industria delle adozioni alimentata dal denaro?

Maturando nella mia comprensione dell'adozione, mi sono reso conto che non è ciò che appare a prima vista e che dobbiamo preparare i bambini adottati in fasi adeguate all'età per le domande del quadro generale. Il libro aveva un paio di incroci in cui questo avrebbe potuto essere esplorato ma non lo era. Ad esempio, la morte di un bambino assegnato a una famiglia adottiva e in seguito a causa del dolore e dei sentimenti di perdita, i genitori hanno cambiato paese e agenzia da cui adottare. Poi, in un altro capitolo, un bambino adottato chiede (quello che viene definito un "strano” domanda), “puoi comprare un bambino?” Ho riflettuto su come è possibile che noi adottati vediamo chiaramente la connessione ma non i genitori adottivi. Nella nostra visione semplice, se scegli e selezioni un bambino da qualsiasi paese desideri, o cambi perché non ti va più bene, paghi dei soldi per elaborare la transazione, come non è simile allo shopping, ad esempio, l'acquisto di un bambino? La domanda è davvero così strana? È una realtà potente che alla fine mettiamo in discussione gli adottati e riflette solo un aspetto delle complessità socio-politiche-economiche di genere che tutti i genitori adottivi farebbero bene a considerare e discutere apertamente man mano che i bambini adottati crescono.

All'interno dell'ICAV, posso garantire che pensiamo e discutiamo di queste questioni complesse di livello superiore. Scriviamo anche ampiamente su come è facilitata l'adozione internazionale, da chi, se il ciclo è perpetuato dalla domanda (potenziali genitori) e perché non abbiamo diritti legali - chiaramente evidente quando le nostre adozioni falliscono, siamo oggetto di tratta o abbiamo documenti falsificati, o subire abusi o deportazione.

Forse gli autori del libro devono ancora raggiungere questo stadio con i loro figli e questo potrebbe spiegare perché è assente. Se è così, mi piacerebbe vederli scrivere negli anni a venire, un libro longitudinale che copre le fasi successive della genitorialità adottiva man mano che i loro figli crescono fino alla mia età e oltre.

Indipendentemente dall'omissione di domande di grande respiro, consiglio vivamente questo libro a tutti i futuri genitori perché è sicuramente un enorme vantaggio per l'aiuto ricevuto dai genitori adottivi della mia generazione.

Questo libro fornisce un resoconto onesto e senza pretese di ciò che DAVVERO accade quando si adotta un bambino da un paese straniero. La premessa del consiglio genitoriale deriva da a trauma informato e genitorialità attaccata prospettiva. A mio parere, in quanto adottato all'estero, questo è un vero resoconto del bagaglio emotivo che portiamo con noi, indipendentemente dal fatto che veniamo adottati da neonati o meno. ho scritto prima non siamo tabula rasa. Se i futuri genitori NON sono preparati ad affrontare le realtà presentate in questa straordinaria risorsa scritta da genitori adottivi esperti, allora suggerisco che l'adozione internazionale di un bambino potrebbe non essere adatta a te. Ma se sono disposti ad abbracciare ciò che questo libro ha da offrire, oltre a essere aperti a discutere il quadro più ampio dell'adozione internazionale, credo che questo consentirà alla tua famiglia, le migliori possibilità di risultati migliori.

Visita il loro sito Web per i dettagli su come acquista Cuor di Leone.

Una risposta a "LIONHEART Review"

lascia un commento cancella risposta

Italiano
%%piè di pagina%%